Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
11 feb 2022

Covid, trovata sulla proteina Spike la base per vaccino universale: cos'è l'epitopo

Lo studio condotto in California: scoperto un punto di adesione di un anticorpo attivo su diversi Coronavirus

11 feb 2022
epaselect epa09722477 A lab technician manufactures sterile medical device consumables in a clean room at Planet Innovation at Box Hill in Melbourne, Australia, 02 February 2022.  EPA/JOEL CARRETT AUSTRALIA AND NEW ZEALAND OUT
Foto generica di un laboratorio
epaselect epa09722477 A lab technician manufactures sterile medical device consumables in a clean room at Planet Innovation at Box Hill in Melbourne, Australia, 02 February 2022.  EPA/JOEL CARRETT AUSTRALIA AND NEW ZEALAND OUT
Foto generica di un laboratorio

Roma, 11 febbraio 2022 - Mentre sembra sempre più vicina l'uscita dalla pandemia (qui la road map verso la normalità), ecco che arriva un'altra via di fuga. E' stato individuato un punto, alla base della proteina Spike, che potrebbe divenire il fondamento per lo sviluppo di vaccini universali, cioè ad ampio spettro contro molti Coronavirus, non solo contro il Sars-CoV-2. E sarebbe una nuova arma anche contro eventuali varianti, che dovessero emergere, e, più in generale, contro le future pandemie. E' la promessa che arriva da uno studio, condotto presso lo Scripps Research Institute di La Jolla, in California, e appena pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine.

Covid oggi in Italia, bollettino del 12 febbraio: contagi, morti e ricoveri delle regioni

Perché mezza dose di Moderna: le ragioni sono due

Nodo smart working: cosa succede dopo il 31 marzo nelle aziende

Durante tutto l'anno scorso, i ricercatori californiani hanno isolato nel sangue di un sopravvissuto all'infezione da Covid un anticorpo neutralizzante ad ampio spettro, capace di bloccare sia il virus della Sars, sia il Sars-CoV-2. Nel nuovo lavoro, utilizzando la cristallografia a raggi X, che è uno strumento che permette di ricostruire la forma tridimensionale di una proteina o di porzioni specifiche di essa, gli esperti hanno individuato il sito - sulla proteina Spike del Sars-CoV-2 - dove questo anticorpo ad ampio spettro si attacca e agisce.

Il mondo si libera delle restrizioni. Speranza frena: serve cautela

Tecnicamente chiamato epitopo, questo sito è simile in tanti Coronavirus. Ed è proprio per questo che costituisce una buona base di partenza per progettare non solo vaccini ad ampio spettro ma anche anche terapie contro tutta una classe di Coronavirus potenzialmente pericolosi - compreso il Sars-CoV-2 -, nota come 'betacoronavirus'.

"Speriamo - è l'augurio del coordinatore del lavoro Raiees Andrabi - che l'identificazione di questo epitopo ci aiuterà a sviluppare vaccini e terapie contro i beta-Coronavirus, inclusi i Coronavirus che potranno fare il salto di specie da animale a uomo in futuro".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?