Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
29 dic 2021

Covid, vaccini ai bambini in stallo. E salgono i ricoveri

Solo il 6,3% dei minori fra 5 e 11 anni ha ricevuto almeno una dose. L’allarme dei pediatri: "Molti genitori preferiscono aspettare"

29 dic 2021
giovanni panettiere
Cronaca
Bambini, in divisa da scout, ricevono il vaccino anti covid-19, nel punto vaccinale allestito nelle tende donate del Qatar, Potenza, 19 dicembre 2021. ANSA/ TONY VECE
Bambini, in divisa da scout, ricevono il vaccino anti Covid-19
Bambini, in divisa da scout, ricevono il vaccino anti covid-19, nel punto vaccinale allestito nelle tende donate del Qatar, Potenza, 19 dicembre 2021. ANSA/ TONY VECE
Bambini, in divisa da scout, ricevono il vaccino anti Covid-19

Non sfondano le vaccinazioni anti-Covid per i bambini dai cinque agli undici anni. Dopo l’exploit dei primi giorni successivi all’inizio delle inoculazioni per questa fascia d’età – il D-day si è avuto il 16 dicembre scorso –, nonostante delle 57mila prime dosi somministrate martedì oltre 34mila abbiano interessato bambini, solo il 6,3% della popolazione tra 5 e 11 anni ha ricevuto almeno un’iniezione della profilassi. In termini assoluti si tratta di 232.707 piccoli, di questi appena 230 (0,01%) ha completato il ciclo vaccinale, stando ai numeri ufficiali del governo aggiornati a ieri. Covid, il bollettino del 29 dicembre Decreto Covid in Pdf: le nuove misure su quarantena e Green pass Il professor Alberto Villani, direttore del dipartimento Emergenze del Bambino Gesù di Roma, più che di resistenza dei genitori al vaccino per i figli parla di un atteggiamento di attesa. "Diversi, anche tra chi si è vaccinato di per sé – spiega –, vogliono vedere come evolve la campagna fra i più piccoli. Questo ha poco di razionale, perché la profilassi è testata e sicura, ci sono già state milioni d’inoculazioni. È il risultato di un progresso scientifico lungo decenni che ci ha portato a questa grande opportunità". Flurona, influenza più Covid: primo caso in Israele. Cos'è e quanto è grave Ffp2, il governo studia prezzi calmierati Eppure le fake news propugnate dalla galassia No Vax, che annovera anche una ridottisima minoranza del totale dei professionisti sanitari, non conoscono tregua. Finendo per alimentare un naturale senso di preoccupazione dei genitori che in massa si attaccano al telefono del pediatra di famiglia. "Ci chiamanodopo aver letto in rete di possibili rischi d’infertilità o disfunzioni sessuali dovuti alla profilassi – è la tesimonianza della bolognese Teresa Monari, pediatria con oltre 35 anni di esperienza alle spalle –. Non c’è alcuna evidenza scientifica a ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?