Solinas col commissario Figliuolo (Ansa)
Solinas col commissario Figliuolo (Ansa)

Cagliari, 8 aprile 2021 - Nella campagna di vaccinazione anti Covid in Italia - con il piano nazionale che cambia dopo la risoluzione su AstraZeneca - spunta la richiesta dei governatori di Sicilia e Sardegna, che chiedono di immunizzare l'intera popolazione delle due isole per rilanciare il turismo. "Procedere rapidamente alla vaccinazione dell'intera popolazione di Sardegna e Sicilia, cioè le due più grandi Isole del Mediterraneo a spiccata vocazione turistica, che possono garantire numeri importanti per la ripresa dell'economia nazionale", a partire dal turismo. 

Il bollettino di oggi 8 aprile

La richiesta di Solinas e Musumeci

I presidenti delle due Regioni, Christian Solinas e Nello Musumeci, chiedono al Governo Draghi di "avere il coraggio" di andare oltre la proposta di vaccinazione delle sole isole minori del Paese, puntando su Sardegna e Sicilia.
 Con una nota congiunta, i governatori spiegano: "La condizione di insularità, che limita i punti d'accesso a porti e aeroporti, rende più semplice il controllo sanitario. Se procediamo rapidamente alla vaccinazione dell'intera popolazione, potremo ospitare in piena sicurezza i turisti aprendo veri e propri corridoi preferenziali verso Paesi e regioni che hanno già completato l'immunizzazione o utilizzando il modello dei voli e delle navi "Covid-tested", che garantisce un'enorme attrattività internazionale". 

Acquisto preferenziale di vaccini

Solinas e Musumeci propongono anche "di coprire con risorse regionali il costo per l'acquisto preferenziale delle dosi necessarie all'immunizzazione totale delle rispettive popolazioni o, quanto meno, l'autorizzazione da parte del Governo a prenotare i vaccini cosiddetti aggiuntivi, come lo Sputnik, in attesa dell'omologazione da parte di Ema o Aifa.  "Siamo pronti a sperimentare per primi queste soluzioni - scrivono - La stagione turistica è alle porte e non possiamo permetterci un danno economico che metterebbe sul lastrico migliaia di famiglie. Oggi, la grande incertezza generata dalle posizioni contraddittorie assunte da Ema sui vaccini AstraZeneca sta determinando paure e rifiuti in misura altissima da parte della popolazione, che rischiano di pregiudicare il Piano Vaccinale - concludono -  Per questo ribadiamo la nostra totale disponibilità e chiediamo al Presidente Draghi di poter acquistare dosi Pfizer, Moderna, J&J o Sputnik anche a nostre spese, pur di raggiungere l'obiettivo di una piena immunizzazione delle nostre Isole".

Salvini con Solinas e Musumeci

Una posizione subito appoggiata dal leader leghista Matteo Salvini: "Sono a favore di Sicilia e Sardegna e la loro proposta di comprare i vaccini anche di tasca loro pur di ripartire con il turismo". Salvini, nell'incontro di oggi col premier Draghi, torna sulle riaperture: "Già oggi ci sono almeno 6 regioni fuori rischio - ha detto - Non credo al rosso a vita. Con Draghi abbiamo parlato di dati: dove è tranquillo è un dovere riaprire. Draghi lo ha condiviso".