Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
11 feb 2022

Covid, Rt e incidenza ancora giù. Sicilia verso la zona gialla

Report settimanale dell'Iss. In calo l'occupazione delle terapie intensive al 13,4%

11 feb 2022

Roma, 11 febbraio 2022 - Giù l'indice Rt e l'incidenza settimanale in tutta Italia. Migliora quindi la situazione Covid ed è in calo anche il tasso medio di occupazione delle terapie intensive, sceso al 13,4% a livello nazionale.  La maggiore occupazione di posti letto per pazienti Covid nelle terapie intensive si registra questa settimana nelle Marche, con un valore pari al 23,9%. È lo scenario che emerge dal report di oggi dell'Istituto superiore di sanità (Iss) con i dati principali del monitoraggio della Cabina di regina. 

Contagi Covid Italia: bollettino di oggi. Morti, ricoveri, intensive: dati live da Regioni

Approfondisci:

Covid, trovata sulla proteina Spike la base per vaccino universale: cos'è l'epitopo

Sommario:

Mascherine all'aperto, discoteche, Green pass: la road map verso la normalità

Green pass: svolta in arrivo. Cosa può cambiare e il nodo 31 marzo

Incidenza

 

Continua la discesa dell'incidenza settimanale a livello nazionale: 962 ogni 100mila abitanti (4-10 febbraio) contro 1.362 ogni 100mila abitanti (28 gennaio - 3 febbraio). È quanto riporta il report dell'Iss sui dati flusso del ministero Salute. A livello regionale, secondo la tabella sugli indicatori decisionali del monitoraggio settimanale, la più alta incidenza di casi Covid è registrata nella Provincia autonoma di Bolzano, con 1517,9 casi per 100mila abitanti, seguita dalle Marche (1289,1) e dal Veneto (1182). La Sardegna è l'unica a salire essendo passata da 491,3 a 1.111,9. L'incidenza più bassa in Calabria, 588,4 casi per 100mila.

Indice Rt

 

Nel periodo 19 gennaio 1 febbraio, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,89, in diminuzione rispetto alla settimana precedente e al di sotto della soglia epidemica. L'indice quindi si è stabilizzato sotto il valore 1, che la soglia di allerta di propagazione dell'epidemia, e migliora rispetto al valore di 0,93 della scorsa settimana.

Terapie intensive

 

Il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 13,4% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 10 febbraio) contro il 14,8% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 3 febbraio). Il tasso di occupazione in aree mediche di pazienti Covid a livello nazionale è al 26,5% contro il 29,5% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 3 febbraio). A livello regionale la maggiore occupazione di posti letto nelle terapie intensive questa settimana è nelle Marche al 23,9%. Seguono Friuli Venezia Giulia al 22,3% e Lazio al 16,1%. Per quanto riguarda i reparti di area medica, la maggiore occupazione si rileva in Abruzzo (al 37,3%), Sicilia (35,6%) e Liguria (35,5%)

Colori delle Regioni

 

In base al quadro settimanale di indicenza e occupazione dei posti letto di pazienti Covid negli ospedali non dovrebbero esserci cambiamenti di colore tranne la Sicilia, che ha dati da giallo ormai da tre settimane (nell'ultima rilevazione 13,7% di terapie intensive e 35,5% di occupazione in area medica) e che quindi dovrebbe lasciare l'arancione.

Quattro tra Regioni e Province autonome sono classificate a rischio "alto" a causa dell'impossibilità di valutazione per incompletezza dei dati inviati, una è classificata a rischio "moderato" mentre le restanti 16 sono al livello di rischio "basso" 

Il mondo si libera delle restrizioni. Solo Speranza frena: serve cautela

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?