4 mar 2022

Covid Italia, bollettino del 4 marzo: dati su contagi, morti e ricoveri

Si registrano 38.095 casi e 210 morti. Calano le terapie intensive (-29) e i ricoveri (-302). Tasso di positività sale al 9,8%. In Lombardia 4.326 contagi, in Puglia 3.888 e nel Lazio 3.702

Roma, 4 marzo 2022 - Nel nuovo bollettino sull'epidemia da Coronavirus in Italia, diffuso dal ministero della Salute, cala ancora la pressione sugli ospedali: scendono sia le terapie intesive sia i ricoveri, mentre i nuovi contagi si attestano al di sotto delle 40mila unità. Resta alto il numero dei morti: 210 decessi nelle ultime 24 ore. Nel frattempo, continua anche la discesa settimanale dell'incidenza a livello nazionale, arrivando a 433 casi ogni 100mila abitanti, nel periodo 25 febbraio-3 marzo (contro i 552 ogni 100mila abitanti della settimana 18-24 febbraio). È quanto rileva la cabina di regia ministero della Salute-Iss-Regioni riunita questa mattina: in leggera risalita, invece, l'indice Rt, che passa dallo 0,73 della settimana scorsa a 0,75 (range 0,67 - 0,96).

Covid oggi Italia, il bollettino del 5 marzo: contagi e morti regione per regione

Covid, il bollettino con i contagi del 4 marzo 2022
Covid, il bollettino con i contagi del 4 marzo 2022

I pazienti Covid ospedalizzati nei reparti di area medica "scendono questa settimana sotto la soglia dei 10mila e sono 9.599", ha confermato anche il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, commentando i dati del monitoraggio settimanale. Quanto alle vaccinazioni, "le fasce d'età più avanzate - ha sottolineato - hanno una copertura vaccinale che supera il 90% e anche le dosi booster superano l'80%, ma ci sono ancora alcuni milioni di italiani che non hanno iniziato il ciclo vaccinale".

Sommario:

Covid, il bollettino del 4 marzo

Ancora in calo, sebbene rallentato rispetto agli ultimi giorni, la curva epidemica in Italia. I nuovi casi sono 38.095, contro i 41.400 di ieri ma soprattutto i 40.948 di venerdì scorso: una diminuzione su base settimanale del 7%, molto inferiore al -21% con cui si è chiusa la scorsa settimana. I tamponi processati sono 388.836 (ieri 431.312) con un tasso di positività che sale dal 9,6% al 9,8%. I decessi sono 210 (ieri 185): le vittime totali dall'inizio della pandemia sono 155.609. Calano ancora le terapie intensive, 29 in meno (ieri -27) con 31 ingressi del giorno, ai minimi da oltre due mesi, e scendono complessivamente a 625, così come i ricoveri ordinari, 302 in meno (ieri -355), 9.297 in tutto. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

La regione con il maggior numero di casi odierni è la Lombardia con 4.326 contagi, seguita da Puglia (+3.888), Veneto (+3.769), Lazio (+3.702) e Campania (+3.622). I casi totali arrivano a 12.948.859. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 55.818 (ieri 62.551) per un totale che sale a 11.769.463. Per questo gli attualmente positivi sono ancora in calo, 17.675 (ieri -20.148) e scendono a 1.023.787. Di questi 1.013.865 pazienti sono in isolamento domiciliare.

Lombardia

A fronte di 55.912 tamponi effettuati, sono 4.326 i nuovi positivi (7,7%). Lo riferisce la Regione Lombardia nel bollettino Covid giornaliero. I ricoverati in terapia intensiva sono 89 (-1). I ricoverati non in terapia intensiva sono 894 (-57). Si registrano 37 nuovi decessi. A Milano e provincia ci sono 1.440 nuovi casi di cui 640 a Milano città.

Puglia

Sono 3.888 i nuovi casi di contagio da coronavirus accertati in Puglia nelle ultime ore. Si tratta del 7,09% dei 54.775 test processati. La gran parte delle nuove positività è stata rilevata in provincia di Lecce in cui si contano 1.204 malati covid in più rispetto a ieri. Seguono le province di Bari con 1.102 casi, Foggia con 524, Taranto con 463, Bat con 282 e Brindisi con 280. Altri 20 casi riguardano residenti fuori regione e di 13 non è nota la provincia di residenza. Gli attualmente positivi sono 74.644 di cui 572 ricoverati in area non critica covid (8 in meno rispetto a ieri) e 29 in terapia intensiva (6 in meno rispetto a ieri). Le vittime del virus sono 11.

Veneto

Sono 3.769 i positivi al Covid-19 individuati in Veneto nelle ultime 24 ore, il 6,13% dei tamponi effettuati. A dirlo nel corso di un punto stampa è stato il presidente del Veneto Luca Zaia. Scende di 32 il totale dei ricoverati, oggi a 1.013 posti letto occupati tra aree mediche (29 in meno rispetto a ieri) e terapie intensive (tre in meno). Quindici i decessi

Lazio

Oggi nel Lazio su 12.854 tamponi molecolari e 26.342 tamponi antigenici per un totale di 39.196 tamponi, si registrano 3.702 nuovi casi positivi (-1.069), sono 20 i decessi (+9), 1.169 i ricoverati (-61), 91 le terapie intensive (-7) e +8.780 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 9,4%. I casi a Roma città sono a quota 1.710. Prosegue la diminuzione dei casi e la discesa della curva. Lo comunica in una nota l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. 

Campania

L'Unità di crisi della regione Campania infoma che i positivi del giorno sono 3.622, di cui positivi all'antigenico 2.938 e al molecolare 684. I test sono 27.707 di cui antigenici 19.138 e molecolari 8.569. I decessi sono sette nelle ultime 48 ore; 3 deceduti in precedenza ma registrati ieri.

Toscana

In Toscana sono 866.985 i casi di positività al Coronavirus, 2.751 in più rispetto a ieri (955 confermati con tampone molecolare e 1.796 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 832.696 (96% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 7.032 tamponi molecolari e 17.418 tamponi antigenici rapidi, di questi l'11,3% è risultato positivo. Sono invece 5.238 le persone testate oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 52,5% e' risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 25.192 (-3,2% rispetto a ieri). I ricoverati sono 783 (13 in meno rispetto a ieri), di cui 47 in terapia intensiva (6 in meno). Si registrano 15 nuovi decessi: 7 uomini e 8 donne con un'eta' media di 86,9 anni.

Approfondisci:

Covid e profughi dall'Ucraina, Giani: "In Toscana vaccino e tampone per tutti"

Sicilia

In significativo calo i casi Covid in Sicilia. Secondo il bollettino del Ministero della Salute, i nuovi contagiati flettono dai 4.411 di ieri ai 2.434 di oggi ma con la metà dei tamponi effettuati, 16.893, determinando un tasso di positività in crescita al 14,4%. A crescere sono anche i decessi, 28 (+10). Il numero degli attualmente positivi in Sicilia è in flessione di 1.501 scendendo a quota 220.907. I dimessi sono 4.175. Stabili i ricoveri nei reparti ordinari (967) e nelle terapie intensive (67) senza alcun ingresso. In isolamento domiciliare ci sono 219.873 persone.

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 1.194.546 casi di positività, 2.162 in più rispetto a ieri, su un totale di 24.207 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 11.743 molecolari e 12.464 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è dell'8,9%. L'età media dei nuovi positivi di oggi è di 39,3 anni. Si registrano 22 decessi. In totale, dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 15.981. 

Piemonte

Il Piemonte ha comunicato 1.794 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, pari al 5,2% di 34.304 tamponi eseguiti, di cui30.491 antigenici. I ricoverati in terapia intensiva sono 36 (invariati rispetto a ieri), negli altri reparti sono 737 ( - 61 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 42.098. I tamponi diagnostici finora processati sono 15.762.399 ( +34.304 rispetto a ieri). Sono 2, nessuno di oggi, i decessi di persone con diagnosi di Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte. Il totale diventa quindi 13.075 deceduti risultati positivi al virus, 1.752 Alessandria, 781 Asti, 499 Biella, 1.595 Cuneo, 1.048 Novara, 6.240Torino, 604 Vercelli, 422 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 134 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. I pazienti guariti diventano complessivamente 933.639 (+ 2290 rispetto a ieri),  77.157 Alessandria, 43.271 Asti, 36.579 Biella, 125.899 Cuneo, 72.037 Novara, 499.774 Torino, 33.119 Vercelli, 33.371 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 3.724 extraregione e 8.708 in fase di definizione.

Marche

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche, 1.502 casi di Covid-19 (298 i sintomatici), con 3.614 tamponi processati nel percorso diagnostico e un tasso di positività al 41,6% (ieri era al 44,6% con 1.158 casi); l'incidenza cumulativa su 100 mila abitanti è in discesa per il terzo giorno consecutivo, passando da 589,51 a 584,38. Sono complessivamente 192 (-10) i pazienti assistiti negli ospedali delle Marche e 13 (+1) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti. Nelle terapie intensive ci sono 19 pazienti (-2) e il tasso di occupazione dei posti letto è al 7,4%; sono 43 (-5) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 130 (-3) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l'occupazione dei posti letto in area medica al 16,8%. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 3 vittime correlate al Covid-19, tutte affette anche da altre patologie. Il bilancio dall'inizio della crisi pandemica è ora di 3.612 morti. 

Sardegna

C'è anche una centenaria tra i cinque morti per Covid registrati nelle ultime 24 ore in Sardegna. In calo di 200 unità i contagi, 1.190 ulteriori casi di cui 925 diagnosticati da antigenico, mentre sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 9705 tamponi, con un tasso di positività che però sale al 12,2%. Risale lievemente anche la pressione sugli ospedali con tre pazienti in più ricoverati nei reparti di terapia intensiva (29) e sei in più in area medica sono (327). Sempre meno persone, invece, si trovano in isolamento domiciliare (24792, - 1166). 

Umbria

Dopo una decina di giorni, tornano sopra i mille i nuovi casi giornalieri di positività al Covid in Umbria: sono 1.068 quelli emersi nelle ultime 24 ore, secondo i dati della Regione aggiornati a venerdì 4 marzo, il 14 per cento in più rispetto a giovedì. Prosegue anche l'aumento degli attualmente positivi, con la curva ancora in lieve risalita: sono 9.603, il 3,6% in più (334 persone) in un giorno. Si registrano altre quattro vittime (1.746 in tutto dall'inizio della pandemia) e i guariti sono 730. In calo di cinque unità i ricoverati negli ospedali, oggi 147, dei quali cinque (erano sei giovedì) in terapia intensiva. Sono stati analizzati 5.881 test antigenici e 2.084 tamponi molecolari, con un tasso di positivà sul totale pari al 13,4 per cento (11,2 giovedì).

Liguria

Sono 925 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati nell'ultimo bollettino diffuso da Regione Liguria, a fronte di 2821 tamponi molecolari e 7046 antigenici rapidi effettuati nelle ultime 24 ore. Sul fronte ricoveri, negli ospedali liguri ci sono 267 pazienti Covid, 29 in meno di ieri. Di questi, 16 sono in terapia intensiva: 7 di loro non sono vaccinati. Il report registra 5 nuovi decessi: le vittime del virus, da inizio emergenza, salgono a 5.127.

Le altre Regioni

In Alto Adige sono 461 i nuovi casi di Covid-19 su 4.996 tamponi processati nella giornata di ieri. In Basilicata 494, su un totale di 2.707 tamponi, e si registrano anche 3 decessi. Sono 1.017 (di età compresa tra 4 mesi e 91 anni), invece, i contagi registrati oggi in Abruzzo. In Friuli Venezia Giulia su 9.415 test e tamponi sono state riscontrate 509 positività al Covid19, pari al 5,40%: nel dettaglio su 3.761 tamponi molecolari sono stati rilevati 180 nuovi contagi (4,79%); su 5.654 test rapidi antigenici 329 casi (5,82%). Secondo il bollettino della Regione Calabria, sono 1.819 i nuovi contagi registrati (su 10.463 tamponi effettuati), +2.019 guariti e 7 morti (per un totale di 2.117 decessi).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?