Roma, 23 dicembre 2020 - Il bollettino quotidiano del ministero della Salute con i dati sull'epidemia di Coronavirus in Italia (nuovi contagi, morti, guariti, riveri e terapie intensive) oggi ci dice che la curva del contagio è sostanzialmente stabile con una leggerissima crescita dopo che ieri era drasticamente calato (una buona notizia) il rapporto di positività (ieri 22 dicembre all'8%). Oggi infatti il rapporto di positività risale ma di poco (8,3%). Risalgono anche i nuovi positivi ma con un maggior numero di tamponi processati. Calano per fortuna i morti (553 contro 628) che complessivamente sfondano quota 70mila. Si liberano posti negli ospedali (ricoverati con sintomi e terapie intensive). Però non è una buona notizia che i nuovi ingressi in terapia intensiva siano aumentati (216 contro 201).

Bollettino sul Coronavirus in Italia del 24 dicembre

Autocertificazione di Natale per visitare parenti o amici: cosa scrivere e dove / scarica il Pdf

Ci stiamo avvicinando al Natale e da domani 24 dicembre tutta l'Italia sarà zona rossa fino a domenica 27 dicembre compresa (qui le regole). Per poi diventare zona arancione nei giorni feriali non prefestivi (qui le regole). Oltre che per gli spostamenti, ci saranno limitazioni per i negozi.

Il premier Conte a Porta a Porta ha detto: "Ora spunta una variante inglese che corre molto più veloce, di uno 0.70 in più, e spiegherebbe molte
cose. Ma non voglio avanzare ipotesi. In Veneto stranamente i dati stanno crescendo, dobbiamo capire come e perché". E poi ha sottolineato: "A gennaio misure mirate ma se c'è impennata zona rossa"

In Europa resta alta la tensione per la variante Covid che arriva dall'Inghilterra (nelle Marche primo caso senza contatti con la Gran Bretagna). L'Oms: "Si trasmette di più dai bambini". La Francia ha riaperto i collegamenti con la Gran Bretagna e i primi passeggeri sono arrivati a Calais. Tensione e scontri sul versante inglese della Manica a Dover. Mentre il ministro Di Maio ha firmato l'ordinanza per riportare a casa i connazionali rimasti bloccati in Inghilterra.

In Germania i numeri continuano a fare impressione: altri 962 morti. In Svizzera via alla vaccinazione.

Il bollettino Covid di oggi

Complessivamente dall'inizio dell’epidemia in Italia si è riscontrata la positività di 1.991.278 persone, + 14.522 (ieri +13.318). Le persone attualmente positive sono 598.816, - 7.139 (ieri - 7.627), i dimessi/guariti sono 1.322.067, + 20.494 (ieri +20.315), i morti sono 70.395, + 553 (ieri + 628), i ricoverati con sintomi sono 24.546, - 402 (ieri - 197), in terapia intensiva ci sono 2.624 pazienti, - 63 (ieri - 44). I nuovi ingressi in terapia intensiva sono 216 (ieri 201). Sono stati processati 175.364 tamponi (ieri 166.205): di conseguenza il rapporto nuovi popsitivi-tamponi è oggi dell'8,3% (ieri 8%). Per quanto riguarda le regioni, è sempre il Veneto col maggior numero di casi posirtivi (+ 3.357), seguito da Lombardia ( + 2.137), Emilia Romagna (+ 1.129) e Campania (+ 1.67).

La tabella in Pdf

Le regioni / Veneto

I casi positivi nelle ultime 24 ore in Veneto sono 3.357, con una incidenza del 6,74% sui quasi 50 mila tamponi fatti. I positivi oggi in regione sono 103.326, i ricoverati 3.269, 381 in terapia intensiva (più 2), 2188 nelle aree non critiche(-19), da ieri si sono registrati altri 116 decessi per un totale di 5747 da iniziò epidemia in 21 febbraio scorso. In Veneto il 27 dicembre via alla vaccinazione con le prime 875 dosi.

Lombardia

In Lombardia i nuovi positivi sono 2.153 e i decessi 98. Dei nuovi casi, 151 sono 'debolmente positivi'. I tamponi effettuati ammontano a 32.926 per un rapporto del 6,5%. I nuovi guariti/dimessi da ieri sono 2.960 e le persone in terapia intensiva sono 536 ; 4 in meno di ieri. Sono 4.243 i pazienti attualmente ricoverati non in terapia intensiva, 47 meno di ieri.

Emilia Romagna

In Emilia Romagna si registramo 1.129 nuovi contagiati in più rispetto a ieri, su un totale di 17.913 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6,3%.  Purtroppo, si registrano 71 nuovi decessi.

Toscana

In Toscana sono 116.979 i casi di positività al coronavirus, 435 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,9% e raggiungono quota 102.105 (87,3% dei casi totali). I decessi registrati sono stati 22.

Lazio

Diminuiscono in modo significativo i nuovi positivi nel Lazio. "Oggi, su quasi 13mila tamponi, si registrano 946 casi" rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 1.288, sempre su quasi 13mila tamponi eseguiti. Si riduce anche il numero dei decessi: sono 44, mentre ieri erano stati 56. I guariti nelle ultime 24 ore sono invece stati 1.149.

Campania

Sono 1067 i nuovi positivi in Campania su 18.426 tamponi effettuati. el report sono annotati anche 19 morti, 11 nelle ultime 48 ore e 8 deceduti in precedenza ma registrati ieri, e 2.360 guariti.

Marche

Nelle Marche i nuovi positivi nelle ultime 24 ore sono 498: il numero più alto è stato riscontrato nella provincia di Pesaro Urbino con 149 casi, seguito da quella di Ancona con 141, da Macerata con 95, Fermo con 67, Ascoli Piceno con 27 e 19 da fuori regione.

Umbria

In Umbria nelle ultime 24 ore sono stati accertati 157 nuovi positivi, su 3.565 tamponi analizzati (484.909 in tutto dall'inizio della pandemia), con un tasso di positività che risale leggermente al 4,4%. I guariti sono 332 (23.421 in tutto) e ci sono sei deceduti in più (584).

Puglia

In Puglia, sono stati processati 10.492 test e sono stati registrati 942 casi positivi: 306 in provincia di Bari, 57 in provincia di Brindisi, 68 nella provincia BAT, 205 in provincia di Foggia, 90 in provincia di Lecce, 208 in provincia di Taranto, 7 residenti fuori regione, 1 caso di residenza non nota. Sono stati registrati 20 decessi.

Le altre regioni

In Alto Adige i nuovi contagiati sono 279. Un solo decesso. In Abruzzo 255 nuovi casi e 14 decessi. In Basilicata sono 109 i nuovi postivi. In Sardegna il bollettino parla di 269 nuovi casi e 8 morti.

Le altre notizie di oggi

Fondazione Gimbe: "4mila morti nell'ultima settimana"

Gli infermieri si sentono beffati

Il professor Galli: "Medici no vax indegni"