Roma, 22 febbraio 2021 - Scendono i casi nell bollettino di oggi sul Coronavirus in Italia per effetto, come tutti i lunedì, del numero ridotto di tamponi durante il weekend. Intanto nella giornata il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto anti-Covid che proroga il divieto di spostarsi tra le Regioni fino al 27 marzo e la regola che limita la visita in case private solo a due adulti che potranno essere accompagnati da figli minori di 14 anni. Lo spostamento nelle abitazioni private sarà invece vietato nelle zone rosse. Il sistema della divisione in colori delle Regioni "funziona bene compatibilmente con la sofferenza del Paese", spiega Agostino Miozzo, coordinatore del Cts.

Il sindaco di Brescia Emilio Del Bono che ha riferito di aver già parlato con il presidente della Regione Lombardia Fontana sui numeri della sua città, da giorni tra quelle italiane con più contagi: "Usciremo da questa situazione solo con una massiva campagna vaccinale. I dati di Brescia sono all'attenzione del Cts nazionale che farà valutazioni a breve. Sono pienamente cosciente che c'è un aumento dei casi". E ha aggiunto: "Per quanto riguarda la città non c'è una situazione particolarmente grave, ma l'andamento del contagio preoccupa soprattutto in provincia". Sul fronte dei vaccini, a Roma, "per il personale scolastico" aprirà la 'Nuvola' all'Eur, mentre l'8 marzo partirà "l'hub della stazione Termini".

Ed è di oggi anche la notizia che il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ha fatto sapere che di una nuova strettaVentimiglia, Sanremo e i Comuni limitrofi, da mercoledì 24 febbraio fino a venerdì 5 marzo, che prevede anche la chiusura di tutte le scuole. L'ordinanza ad hoc sarà firmata domattina.

Circolare vaccini, sì a strategia inglese. E Giorgetti vuol produrre le fiale in Italia

"Positiva dopo il Pfizer e nessuno mi assiste"

Il bollettino del 22 febbraio

Secondo i dati del bollettino del ministero della Salute oggi si registrano 9.630 nuovi contagi da Covid-19. I morti sono invece 274. Sono stati effettuati 170.672 tamponi e il tasso di positività si attesta al 5,6%. Ancora in aumento le terapie intensive, + 24 (ieri + 31) con 162 nuovi ingressi, e sono 2.018 in tutto. Cresce anche il numero dei ricoveri ordinari, +351 rispetto a ieri per un totale di 18.155. I casi totali da inizio epidemia in Italia sono ora 2.818.863, i morti 95.992. Gli attualmente positivi tornano a scendere dopo due giorni di rialzo e sono 387.903 (-992 rispetto a ieri), i guariti e dimessi 2.334.968 (+10.335), in isolamento domiciliare ci sono ora 367.630 persone (-21.265). Riguardo le Regioni, in Emilia Romagna 1.847 casi, in Lombardia 1.491 e in Campania 1.202.

Le Regioni / Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna sono stati registrati 1.847 nuovi positivi su 'appena' 12.312 tamponi. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti schizza dunque al 15%, una percentuale "non indicativa dell'andamento generale", visto che ieri era domenica e nei festivi il numero dei test si riduce ai casi più probabilmente positivi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono infatti oggi 194 (+10 rispetto a ieri), 2.017 quelli negli altri reparti Covid (+79). La situazione dei contagi nelle province vede Bologna di nuovo oltre i 500 casi con 518 nuovi positivi seguita da Modena (331); poi Rimini (167), Reggio Emilia (159), Imola (125), Ferrara (124), Parma (119), Ravenna (117) e Cesena (112); seguono le province di Forlì (58) e Piacenza (17). Per quanto riguarda le persone guarite, sono 1.325 in più rispetto a ieri. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 36.516 (+499 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 34.305 (+410), il 93,9% del totale dei casi attivi. Sono invece 23 i nuovi decessi, due a Piacenza, tre a Parma, tre nella provincia di Reggio Emilia, due nella provincia di Modena, tre nella provincia di Bologna, due nel ferrarese, due in provincia di Ravenna, due in provincia di Forlì-Cesena e quattro nel riminese.

Lombardia

I nuovi casi di positività al Coronavirus in Lombardia sono 1.491, di cui 53 'debolmente positivi' a fronte di 17.871 tamponi (di cui 15.319 molecolari e 2.552 antigenici), per un rapporto dell'8,3%. Si registrano 45 nuovi decessi. I nuovi guariti/dimessi da ieri sono 3.122 e le persone in terapia intensiva sono 391; 5 in più di ieri. Sono 3.826 i pazienti attualmente ricoverati non in terapia intensiva, 85 in più di ieri. Da inizio pandemia sono stati eseguiti 6.382.898 tamponi. Nelle province i nuovi casi sono così suddivisi: Milano 509 di cui 184 a Milano città; Bergamo 186; Brescia 427; Como 18; Cremona 31; Lecco 48; Lodi 19; Mantova 34; Monza e Brianza 109; Pavia 40; Sondrio 0; Varese: 34.

Campania

Sono 1.202 i nuovi casi emersi nelle ultime 24 ore in Campania, di cui 82 casi identificati da test antigenici rapidi. Dei 1.202 nuovi positivi, 75 sono risultati sintomatici. I tamponi del giorno sono 11.097 (di cui 1.169 antigenici). Il totale dei positivi in Campania dall'inizio dell'emergenza sale a 254.318 (di cui 4.163 antigenici), mentre i tamponi complessivamente processati sono 2.805.856 (di cui 83.113 antigenici). Nel bollettino odierno diffuso dall'Unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 21 nuovi decessi, 12 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 9 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Il totale dei morti in Campania dall'inizio della pandemia sale a 4.141. Sono 1.223 i nuovi guariti: il totale dei guariti in Campania è 178.925.

Toscana

"I nuovi casi registrati in Toscana sono 911 su 10.833 test di cui 9.094 tamponi molecolari e 1.739 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 8,41% (14,3% sulle prime diagnosi)". I dati sono stati diffusi su Facebook dal presidente della Toscana, Eugenio Giani. Circa l'aumento del tasso di positività in Toscana - ha detto - "sicuramente sono preoccupato perché noi abbiamo vissuto le cinque settimane in zona gialla nel mese di gennaio con indici di contagi medi di 500 al giorno. Ormai è invece da cinque giorni che siamo alle soglie dei mille, quindi dal mese di gennaio al mese di febbraio si è sostanzialmente raddoppiato il livello di contagi". Gli attualmente positivi sono oggi 14.787, +4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 952 (61 in più rispetto a ieri), di cui 155 in terapia intensiva (8 in più). Oggi si registrano 16 nuovi decessi.

Lazio

Oggi su oltre 8 mila tamponi nel Lazio (-1.654) e oltre 6 mila antigenici per un totale di oltre 14 mila test, si registrano 854 casi positivi (-194), 24 i decessi (+9) e +1.099 i guariti. Diminuiscono i casi e le terapie intensive, mentre aumentano i decessi e sono stabili i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende sotto al 6%. I casi a Roma città scendono sotto quota 400. A dirlo l'assessore alla Sanità della Regione, Alessio D'Amato.

Piemonte 

Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 639 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 55 dopo test antigenico), pari al 5.7% degli 11.194 tamponi eseguiti, di cui 6.837 antigenici. Dei 639 nuovi casi, gli asintomatici sono 228 (35,7% ).I casi sono così ripartiti: 111 screening, 351 contatti di caso, 177 con indagine in corso; per ambito: 26 rsa/strutture socio-assistenziali, 60 scolastico, 553 popolazione generale. Il totale dei casi positivi diventa quindi 243.616 così suddivisi su base provinciale: 128.329 Torino, 32.942 Cuneo, 21.470 Alessandria, 18.942 Novara, 12.543 Asti, 8.966 Verbano-Cusio-Ossola, 8.964 Vercelli, 8.351 Biella, oltre a 1.202 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1.907 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

Veneto

Torna a scendere la curva dei nuovi contagi in Veneto, che registra 509 positivi nell'ultima giornata. Si riduce ancora il numero dei decessi, 9 rispetto agli 11 di ieri. Si tratta di numeri che potrebbero però risentire del consueto ritardo nel caricamento dei dati che si registra durante i fine settimana. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia in Veneto sale a 327.016, quello delle vittime a 9.721. Resta stabile la situazione clinica, con 1.209 ricoverati nei reparti ordinari degli ospedali (stesso dato di ieri), mentre nelle terapie intensive si trovano 136 pazienti (+1 rispetto a ieri).

Sicilia

Contagi stabili in Sicilia. Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute i nuovi positivi sono 412. I tamponi effettuati sono stati 18.558 (meno rispetto ai 19.912 di ieri), determinando un indice di positività del 2,22%. 19 decessi si sono registrati nelle ultime 24 ore, uno in più rispetto a ieri. I guariti oggi sono 206. Crescono gli attualmente positivi, 187 persone in più, determinando un numero complessivo di 29.367. Diminuiscono lievemente i ricoveri nei reparti ordinari, 843 (-3), è di 142 il numero di ricoveri in terapia intensiva, con 6 nuovi ingressi (ieri erano stati 4). In isolamento domiciliare vi sono 28.382 persone.

Abruzzo

Sono 351 su 14.768 test effettuati i nuovi positivi in Abruzzo, con altri 8 morti. Del totale di oggi, 5 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 36.842 guariti (+293 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei guariti e dei deceduti) sono 12972 (+48 rispetto a ieri). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 2.4 per cento. 593 pazienti (+7 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 76 (invariato rispetto a ieri con 2 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 12.304 (+42 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 12.992 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+16 rispetto a ieri), 12.582 in provincia di Chieti (+155), 12.974 in provincia di Pescara (+118), 12.300 in provincia di Teramo (+61), 416 fuori regione (invariato) e 178 (-1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Puglia

Oggi in Puglia sono stati effettuati 4.161 test e sono stati registrati 343 casi positivi: 174 in provincia di Bari, 25 in provincia di Brindisi, 18 nella provincia BAT, 67 in provincia di Foggia, 47 in provincia di Lecce, 16 in provincia di Taranto, 2 casi di provincia di residenza non nota. 6 casi di residenti fuori regione sono stati riclassificati e attribuiti. Sono stati, inoltre, registrati 17 decessi. 

Alto Adige

Un'altra giornata pesante in Alto Adige: l'Azienda sanitaria provinciale segnala altri 13 decessi che portano il totale, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, a 993. Nelle ultime 24 ore, inoltre, sono stati accertati 183 nuove infezioni: 119 sulla base di 1.135 tamponi pcr (di cui 295 nuovi test) e 64 sulla base di 6.097 test antigenici rapidi.

Liguria

Ancora 11 morti per Covid in Liguria, che porta il numero totale dei decessi a 3584. Gli ospedalizzati sono stabili: 571, di cui 56 in terapia intensiva. Complessivamente i ricoverati sono uno più di ieri. I nuovi casi sono 136 a fronte di 3438 tamponi (2014 molecolari e 1424 antigenici rapidi).

Marche

Sono 117 i positivi al Covid rilevati nelle ultime 24 ore nelle Marche tra le nuove diagnosi, un numero basso come tutti i lunedì legato alla quantità dei tamponi esaminati il giorno prima, che sono 1.047. Dei 117, 69 sono in provincia di Ancona, dove domani dovrebbero entrare in vigore nuove restrizioni con 20 Comuni in zona arancione. Ce ne sono poi 19 in provincia di Ascoli Piceno, 14 in quella di Fermo, 7 in quella di Pesaro Urbino, 3 in quella di Macerata e 5 fuori regione. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore "sono stati testati 1.047 tamponi: 524 nel percorso nuove diagnosi (di cui 87 nello screening con percorso Antigenico) e 523 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 22,3%)". I 117 positivi comprendono 19 soggetti sintomatici. Sugli 87 test del Percorso Screening Antigenico sono stati riscontrati 14 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 16%.

Marche: venti comuni dell'Anconetano in zona arancione

Umbria

Più guariti, 161, che nuovi positivi, 97, al Covid in Umbria nell'ultimo giorno secondo quanto riporta il sito della Regione. Registrati altri dieci morti, con gli attualmente positivi in calo, 8.474, 74 in meno di ieri. I tamponi analizzati sono stati 633 e i test antigenici 612. Con un tasso di positività del 7,79% sul totale (era l'8,8% lunedì scorso) e del 15,3% sui soli molecolari (14,9%). I ricoverati in ospedale sono ora 556, cinque in più di ieri, 81 dei quali, due in meno, in terapia intensiva.

Le altre Regioni

In Friuli Venezia Giulia 114 nuovi contagi e 11 morti. In Sardegna sono stati rilevati 77 nuovi casi e 5 decessi. In Calabria si registra un aumento del numero complessivo dei ricoveri per Coronavirus e si registrano 118 nuovi positivi.