Covid: il bollettino del 21 marzo 2021
Covid: il bollettino del 21 marzo 2021

Roma, 21 marzo 2021 - Il nuovo bollettino del ministero della Salute sull'andamento del Coronavirus in Italia segnala oggi un calo dei nuovi contagi (20.159 contro 23.832) ma con un numero molto minore di tamponi processati (circa 80mila in meno), quindi il rapporto nuovi positivi-tamponi processati aumenta rispetto a ieri (7,3% contro 6,7%). Continua a essere preoccupante l'impatto sulle strutture ospedaliere: aumentano più di ieri ricoveri e terapie intensive. Cala per fortuna il numero dei morti (cento in meno).

La curva epidemiologica resta quindi preoccupante anche se - sottolinea la Fondazione Gimbe - negli ultimi 3-4 giorni s'intravedono "piccoli segnali di rallentamento". Così sono tante le regioni si preparano a restare in zona rossa fino a Pasqua. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, a 'Domenica In' si è detto ottimista per l'estate: "Sarà diversa e migliore". Ma il nostro Paese non è l'unico alle prese con quella che sembra essere la terza ondata del Covid. E se la Francia ha già 'chiuso' 16 dipartimenti, in Germania la cancelliera Angela Merkel sarebbe intenzionata a estendere il lockdown al mese di aprile. Israele e Gran Bretagna, grazie alla campagna di vaccinazioni, contano il numero più basso di vittime e contagi da ottobre.

In Italia invece la campagna di immunizzazione continua a essere rallentata dalla mancanza di vaccini. La prossima settimana la media massima delle somministrazioni al giorno in Italia potrà essere di poco superiore alle 200mila dosi: il calcolo - che emerge anche da una verifica fatta con il commissaro per l'emergenza Covid, Francesco Figliuolo - è stato eseguito in base alla disponibilità di dosi attuali e quelle previste in arrivo nei prossimi sette giorni. A quanto si apprende, già attualmente la capacità di inoculazione nelle varie strutture del Paese sarebbe invece già di circa il doppio rispetto alle quantità di fiale a disposizione.

Allo Spallanzani si studia Sputnik. "Vedremo se è interscambiabile"

E desta scalpore il caso di Cremona, dove anche questa mattina non si è presentato nessuno in Fiera per la vaccinazione a causa del mancato invio degli sms da parte di Aria Lombardia, la società della Regione che gestisce le prenotazioni duramente criticata anche dalla vice presidente e assessore al Welfare Letizia Moratti. Quindi, come ieri, medici e infermieri si sono di nuovo mobilitati per chiamare gli aventi diritto.

Il bollettino del 20 marzo

Il bollettino Covid del 21 marzo

Complessivamente dall'inizio dell’epidemia in Italia si è riscontrata la positività di 3.376.376 persone, + 20.159 (ieri + 23.832). Le persone attualmente positive sono 571.672, + 6.219 (ieri + 8.914), i dimessi/guariti sono 2.699.762, + 13.526 (ieri + 14.598), i morti sono 104.942, + 300 (ieri + 401), i ricoverati con sintomi sono 27.484, + 423 (ieri + 203), in terapia intensiva ci sono 3.448 pazienti, + 61 (ieri + 23). I nuovi ingressi in terapia intensiva sono 232 (ieri + 243). Sono stati processati 277.086 tamponi (ieri 354.480): di conseguenza il rapporto nuovi positivi-tamponi è oggi del 7,3% (ieri 6,7%). Le dosi di vaccino somministrate sono complessivamente 7.763.684. Per quanto riguarda le regioni, Lombardia con 4.003 nuovi casi, seguita da Emilia Romagna 2.448, Campania 1.810 e Lazio 1.793. 

La tabella in Pdf

Mascherine Ffp2 e chirurgiche: durata e ogni quanto cambiarle

Dalle regioni / Lombardia

Sono 4.003 i nuovi casi positivi al Covid registrati nelle ultime 24 ore in Lombardia. Questi i dati delle singole province: Milano 1.094, Bergamo 314, a Brescia 902,  Como 197,  Cremona 117,  Lecco 144,  Lodi 58,  Mantova 182,  Monza e Brianza 470,  Pavia 222,  Sondrio 78 e Varese 137. I morti sono 90, per un totale di 29.799 da inizio pandemia. Aumentano i posti occupati negli ospedali lombardi: i ricoverati in terapia intensiva risultano 806, contro i 791 di ieri (+15), e negli altri reparti il totale dei pazienti sale a 7.732 dai 7.682 di ieri.

Emilia Romagna

Dall'inizio dell'epidemia in Emilia Romagna si sono registrati 316.967 casi di positività, 2.448 in più rispetto a ieri, su un totale di 17.110 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 14,3%, come sempre nei festivi non indicativa della tendenza generale a causa del minor numero di tamponi fatti. 34 i morti. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 580 nuovi casi, poi Modena (368); seguono Reggio Emilia (337) e Ravenna (214). Poi Rimini (190), Parma (184), Ferrara (164), Cesena (140), Forlì (137), Imola (98). Infine Piacenza, con 36 nuovi casi.

Campania

Resta stabile, in Campania, la curva dei contagi. Nelle ultime 24 ore sono 1.810 i positivi su 16.812 tamponi molecolari esaminati. Ieri il tasso di incidenza era pari al 10,49%, oggi è del 10,76%. Diminuisce il bilancio del morti, ieri 28 e oggi 26, mentre aumenta il numero dei guariti che passa dai 1611 di ieri ai 2003 di oggi.

Lazio

Oggi su oltre 14 mila tamponi nel Lazio (-2.664) e oltre 16 mila antigenici per un totale di oltre 31 mila test, si registrano 1.793 casi positivi (-28), 15 i
decessi
(-9) e +1.142 i guariti. L'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato: "Diminuiscono i casi e i decessi, mentre aumentano i ricoveri
e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 12%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 5%. I casi a Roma città sono a quota 700". I casi attualmente positivi sono 47.690, di cui 2.583 ricoverati, 321 in terapia intensiva e 44.786 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 214.277, i decessi sono 6.355 e il totale dei casi esaminati è pari a 268.322

Piemonte

Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.751 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 143 dopo test antigenico), pari al 11,3% dei 15.553 tamponi eseguiti, di cui 7.154 antigenici. Dei 1.751 nuovi casi, gli asintomatici sono 605 (34,6%). I decessi invece sono 12.

Veneto

Il Veneto registra oggi 1.586 contagi e 10 decessi. Il totale degli infetti da inizio epidemia raggiunge quota 366.555, le vittime sono complessivamente 10.348. Rispetto a ieri c'è un deciso aumento dei ricoveri negli ospedali: sono 1.671 i posti letto occupati nei normali reparti medici (+32), mentre nelle terapie intensive si trovano 238 malati con Covid (+12). Sale anche il numero dei soggetti attualmente positivi, 38.954 ( +621).

Puglia

In Puglia sono stati registrati 9.629 test e sono stati registrati 1.546 casi positivi: 623 in provincia di Bari, 78 in provincia di Brindisi, 120 nella provincia BAT, 301 in provincia di Foggia, 169 in provincia di Lecce, 250 in provincia di Taranto, 5 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 10 decessi: 7 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 1 in provincia di Taranto.

Toscana

I nuovi casi Covid rilevati nelle 24 ore in Toscana sono 1.358 su 20.929 test di cui 15.356 tamponi molecolari e 5.573 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è al 6,49% (13,7% sulle prime diagnosi). I nuovi casi sono lo 0,8% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,7% e raggiungono quota 150.913 (82,8% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 15.356 tamponi molecolari e 5.573 tamponi antigenici rapidi, di questi il 6,5% è risultato positivo. I decessi sono 36.

Marche

Sono 700 i nuovi positivi rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore. Nelle ultime 24 ore sono stati testati 5.206 tamponi: 2.893 nel percorso nuove diagnosi (di cui 877 nello screening con percorso Antigenico) e 2.313 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 24,2%). I decessi sono 11 (il totale è 2.512). Continua ad aumentare il numero dei ricoveri, saliti a 907, +12 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 146 (+6), quelli in area semi intensiva 205 (invariato), quelli nei reparti non intensivi 556 (+6). I positivi in isolamento domiciliare sono 9.158, il totale dei ricoverati più isolati è 10.065. I dimessi/guariti dall'inizio della pandemia salgono a 70.607, i casi positivi complessivamente diagnosticati a 83.173. 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.972 tamponi molecolari sono stati rilevati 389 nuovi contagi con una percentuale di positività del 7,82%. Sono inoltre 1.990 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 189 casi (9,5%). I nuovi contagiati in totale sono dunque 578. I decessi registrati sono 15.

Liguria

La Liguria vede 380 nuovi contagi e un aumento complessivo dei casi positivi di 106 unità, con un'incidenza dei nuovi casi del 7,3% sui test effettuati, 3.401 tamponi molecolari e 1.772 test antigenici. Sono 5 le vittime della pandemia oggi in regione, di età compresa tra gli 84 e i 91 anni.

Sardegna

Sale ancora in Sardegna il numero di nuovi casi Covid: 176 nelle ultime 24 ore. Ma crolla all'1% il tasso di positività a seguito dei 16.280 tamponi effettuati. 4 i decessi registrati.

Trentino

Un decesso per Covid in Trentino. Lo riporta il consueto bollettino Covid dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari. Negli ospedali resta stabile, seppur alto, il numero dei pazienti in rianimazione (52, 3 in meno di ieri), ma nel complesso 20 nuovi ricoveri compensati solo in minima parte dalle 8 dimissioni effettuate ieri portano il numero complessivo a 266 (11 in più rispetto a ieri). I nuovi positivi sono 155.

Alto Adige

In Alto Adige sono 76 i nuovi casi Covid-19 su 5.242 tamponi processati nella giornata di ieri. Per la terza volta in questa settimana non si registrano decessi collegati al coronavirus. Le vittime sono 1.101 da inizio pandemia (nessuno registrato oggi).

Basilicata

Altri 6 decessi e 110 nuovi contagi in Basilicata. I tamponi molecolari analizzati nelle ultime 24 ore sono stati 1.096. In lieve calo il numero delle persone ricoverate negli ospedali lucani, passate da 180 a 175, delle quali 13 in terapia intensiva.

Le altre notizie di oggi

Lo studio: contagi, siamo al picco

Cosa succede se si rifiuta il vaccino?