2 gen 2022

Covid o influenza: quali differenze? I sintomi che rivelano il Coronavirus

La guida di epidemiologi e virologi a riconoscere la malattia. Le peculiarità delle varianti Delta e Omicron. Pregliasco: "Fondamentale immunizzarsi". La Vecchia: "I singoli e il sistema hanno i mezzi per difendersi"

giovanni rossi
Cronaca
X Giovanni Rossi - FABRIZIO PREGLIASCO DIRETTORE SANITARIO IRCCS GALEAZZI MILANO
Il virologo Fabrizio Pregliasco

Tempi duri per i cultori dell’autodiagnosi. Influenza o Covid? È il potenziale dilemma alle porte. Diventato ancor più stringente dopo la comparsa della variante Omicron che ha sintomatologia e tempistiche differenziate rispetto a Delta e più simili a quelle influenzali. Insomma, guai a improvvisarsi medici. Quelli di base sono già stracarichi e meritano di essere aiutati. Come? Nuove regole Covid: come funziona l'autosorveglianza Covid, dal Super Green pass alla quarantena: calendario delle restrizion Covid Italia, il bollettino del 2 gennaio Opzione uno "Chi fosse in condizioni di fragilità farebbe bene a vaccinarsi contro l’influenza", osserva l’epidemiologo Carlo La Vecchia. Il picco influenzale è infatti previsto a fine mese, e questa scelta autoprotettiva aiuterebbe. "Un anno fa, tra lockdown, chiusure e mascherine, l’influenza non si è praticamente vista – è l’analisi –. Assistiamo per ora a casi isolati, ma è bene non dare nulla per scontato. Meglio immunizzarsi. Vale per i singoli (specie se anziani), vale per il sistema. In tempi di Covid, perché permettere all’influenza di svegliarsi?" Doppio siero Non solo. Una più metodica campagna di vaccinazione anti influenzale realizzerebbe – per esclusione – anche un pregevole effetto di semplificazione diagnostica in questa fase in cui Sars-Cov2 non colpisce solo fragili, anziani e No vax, ma ha incidenza crescente sui giovani. Incubazione Nel caso dell’influenza, il tempo tra il contagio e la comparsa dei sintomi è mediamente di due giorni. Nei casi Covid 19 i dati cambiano. Se nella variante Delta il tempo tra il contagio e la comparsa dei sintomi varia da quattro a sei giorni, il valore si abbassa nella variante Omicron a tre giorni (intervallo molto vicino a quello influenzale). Sintomi "I sintomi classici dell’influenza sono aumento della temperatura oltre i 38°, almeno un sintomo respiratorio (tosse, raffreddore, naso che cola) e almeno un sintomo generale (dolore alle ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?