Roma, 9 febbraio 2021 - Bollettino del Ministero della Salute sul Coronavirus in Italia: contagi Covid tornano sopra quota 10mila, le vittime sono di nuovo più di 400. Intanto è stata definita la fase due del piano vaccini e sono state individuate le categorie prioritarie. Novità anche sul fronte degli spostamenti tra regioni: è pronta la proroga del divieto. 

Focus scuola: Governo Draghi, aule aperte anche in estate e più insegnanti

Puglia in zona gialla: arriva la rettifica dei dati Covid

Il bollettino del 9 febbraio

Oggi 10.630 casi e 422 morti. Le vittime totali salgono a 92.002, mentre i casi da inizio epidemia sono ora 2.655.319. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 2.143, numero invariato rispetto a ieri, nel saldo tra entrate ed uscite. Gli ingressi giornalieri in rianimazione sono stati 146. I ricoverati con sintomi sono invece 19.512, in calo di 15 unità. Gli attualmente positivi sono scesi a 413.967, quindi 5.637 in meno di ieri. I guariti e i dimessi sono 2.149.350 (+15.827).

"Niente vaccino a chi ha avuto il Covid". L'infettivologo Galli: molti effetti collaterali

Le regioni / Lombardia

In Lombardia a seguito di 29.479 tamponi effettuati sono stati trovati 1.625 nuovi positivi al Covid (5,5%). I guariti/dimessi sono stati invece 905, per un numero complessivo pari a 477.407, di cui 3.103 dimessi e 474.304 guariti. In terapia intensiva si trovano adesso 363 pazienti (+1), mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 3.553 (+62). I decessi sono stati 55, per un totale dall'inizio della pandemia di 27.559. Ecco infine i nuovi casi per provincia: Milano 351, di cui 168 nel capoluogo; Bergamo: 66; Brescia: 239; Como: 211; Cremona: 25; Lecco: 42; Lodi: 24; Mantova: 71; Monza e Brianza: 93; Pavia: 92; Sondrio: 10; Varese: 357.

Campania

I positivi del giorno in Campania sono 1.274 (di cui 161 casi identificati da test antigenici rapidi). I decessi sono 24 (13 deceduti nelle ultime 48 ore, 11 deceduti in precedenza ma registrati ieri) che portano il numero complessivo a 3.928. I guariti sono 1.625 per un totale di 165.335. Anche il nuovo vescovo di Napoli, monsignor Domenico Battaglia, è risultato positivo.

Scuole Campania, De Luca: "Allarme contagi, serve dad"

Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna 977 contagi su un totale di 29.701 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,2% (età media 42 anni). I decessi sono 45 - 9.914 da inizio pandemia - , in calo i ricoveri: i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 182 (-1 rispetto a ieri), 1.971 quelli negli altri reparti Covid (-25). I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 42.884 (+129 rispetto a ieri). La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 274 nuovi casi; poi Modena (151) e Rimini (117), quindi Cesena (92), Reggio Emilia (85), Piacenza (61), Imola (53); a seguire Ravenna (47), Ferrara (42) e le province di Forli' (38) e Parma (17).

Emilia-Romagna, ecco quando potrebbe tornare zona arancione

Lazio

Oggi su oltre 10mila tamponi nel Lazio (+1.737) e oltre 19mila antigenici per un totale di oltre 29mila test, si registrano 847 casi positivi (+65), 33 decessi (+1) e 3.318 guariti. L'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. "Aumentano i casi, i decessi, i ricoveri, mentre diminuiscono le terapie intensive - ha aggiunto - Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende sotto il 3%. I casi a Roma città sono a quota 500. E' necessario che chi si è vaccinato continui a mantenere comportamenti corretti e misure di contenimento per il rischio di infezione grazie all'utilizzo delle mascherine, il lavaggio delle mani e il distanziamento".

Sicilia

In Sicilia ci sono 744 nuovi casi positivi, mentre il 16 gennaio scorso erano quasi 1.954. Sono 1.337 i soggetti ricoverati, 66 in meno rispetto a ieri. I guariti, invece, sono 1.131 mentre 24 le vittime.

Alto Adige

Si aggrava ancora il bilancio in Alto Adige: l'Azienda sanitaria provincia segnala altri 6 morti nelle ultime 24 ore. Il totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria sale così a 913. Il bollettino quotidiano dell'epidemia registra anche 721 nuove infezioni. Di queste, 156 sono state accertate sulla base di 1.543 tamponi pcr, dei quali 316 nuovi test; altri 565 positivi sono stati rilevati sulla base di 10.048 test antigenici rapidi. 

Veneto

Il Veneto registra 701 nuovi contagi  e 65 decessi. Numeri che portano i totale degli infetti da inizio epidemia a 317.979, quello delle vittime a 9.364. Negli ospedali prosegue la discesa dei ricoveri di pazienti colpiti dal virus: nei reparti non critici si trovano 1.590 persone (-46), nelle terapie intensive i malati sono 181 (-7). I soggetti attualmente positivi in Veneto sono 26.330 (-600).

Puglia

Oggi in Puglia sono stati registrati 9.262 test e sono stati trovati e 681 casi positivi: 205 in provincia di Bari, 57 in provincia di Brindisi, 66 nella provincia BAT, 129 in provincia di Foggia, 67 in provincia di Lecce, 168 in provincia di Taranto, un caso di provincia di residenza non nota. Dodici casi di residenti fuori regione sono stati riclassificati ed attribuiti. Sono stati inoltre registrati 41 decessi: 11 in provincia di Bari, 3 in provincia BAT, uno in provincia di Brindisi, 9 in provincia di Foggia, 10 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto, un residente fuori regione.

Piemonte

In Piemonte 619 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 154 dopo test antigenico), pari al 3,2% dei 19.175 tamponi eseguiti, di cui 11.436 antigenici. I decessi odierni sono 35, con il totale che è ora pari a 9.049 vittime. I pazienti guariti sono complessivamente 212.306 (+804 rispetto a ieri). I ricoverati in terapia intensiva sono 148, non in terapia intensiva sono 2.040 (+4 rispetto a ieri). 

Toscana

I nuovi casi in Toscana  sono 453 su 15.836 esami di cui 8.514 tamponi molecolari e 7.322 test rapidi, con un tasso dei nuovi positivi del 2,86% (6,3% sulle prime diagnosi). Il dato dei nuovi casi risulta più basso rispetto a ieri (erano 523), in presenza di un numero di test raddoppiato (erano 7.909), abbassando il tasso di positivi (era del 6,61%). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 814 (11 in piu' rispetto a ieri, piu' 1,4%), 113 in terapia intensiva (1 in piu' rispetto a ieri, piu' 0,9%). Oggi si registrano 27 nuovi decessi: 19 uomini e 8 donne con un'eta' media di 82 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono 27: 10 a Firenze, 2 a Prato, 3 a Pistoia, 1 a Massa Carrara, 1 a Lucca, 3 a Pisa, 5 a Arezzo, 2 a Siena.

Umbria

Non si ferma il trend in crescita dei ricoverati Covid negli ospedali dell'Umbria, oggi 513, 13 in più di ieri, 79, due in più, nelle terapie intensive. Registrati altri 11 morti, 375 nuovi positivi e 93 guariti, con gli attualmente positivi ora 7.173, 271 più di ieri. I tamponi analizzati sono stati 5.047 e i test antigenici 4.468. Con un tasso di positività totale del 3,9 per cento (ieri 8,86) e del 7,4 per cento sui soli molecolari (ieri 25,1). "La variante brasiliana rischia di diventare il nuovo mostro di questa crisi in tutta Italia. Lo dico con la preoccupazione per l'Umbria e per il Paese": lo ha sottolineato la presidente della Regione Donatella Tesei in Assemblea legislativa, dove ha fatto il punto dell'emergenza Covid anche alla luce delle varianti. "Si susseguono notizie - ha detto Tesei - di nuovi focolai all'ospedale Sant'Orsola di Bologna, nelle Marche in Abruzzo, in Molise, in Toscana, a Messina, mentre l'Alto Adige è in lockdown per tre settimane. Se sarà così, spero di no, all'Umbria è toccato di isolare la nuova variante e affrontarla per prima".

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.321 tamponi molecolari sono stati rilevati 184 nuovi contagi con una percentuale di positività del 4,25%. Sono inoltre 2.258 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 87 casi (3,85%). I decessi registrati sono 10; i ricoveri nelle terapie intensive sono 66 (ieri 63) mentre quelli in altri reparti scendono a 501 (ieri 527).

Marche

Sono 270 i positivi nelle Marche nelle ultime 24 ore. "Sono stati testati 5.108 tamponi: 3.302 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1.824 nello screening con percorso Antigenico) e 1.806 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all'8,2%)". Sui 1.824 test del Percorso Screening Antigenico "sono stati riscontrati 107 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 6%". Dei 270 positivi, 145 sono in provincia di Ancona, 37 in quella di Pesaro Urbino, 32 quella di Macerata, 24 in quella di Ascoli Piceno, 19 in quella di Fermo e 13 fuori regione. Questi casi comprendono 33 soggetti sintomatici.

Liguria

Sono 257 i nuovi positivi in Liguria su un totale di 4.039 tamponi molecolari e 2.201 tamponi antigenici rapidi processati. Cala il numero degli ospedalizzati, 679 in totale (7 meno di ieri) con 63 pazienti in terapia intensiva. I vaccini somministrati sono il 81%, cioè 77.766 dosi su 95.620 consegnate. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati registrati 10 decessi: il bilancio delle vittime sale a 3.476 da inizio emergenza. E' Imperia la provincia col maggior numero di nuovi contagiati (90) seguita da Genova (82), Savona (59), La Spezia (26). Cala il numero dei casi attualmente positivi, 5.650 in Liguria, 9 in meno in un giorno con 256 nuovi guariti.

Abruzzo

In Abruzzo 241 nuovi contagi e 8 vittime. Del totale odierno 2 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalla Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 33.558 dimessi/guariti (+438 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10.749 (-205 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 655.028 tamponi molecolari (+3062 rispetto a ieri) e 122.411 test antigenici (+4.228 rispetto a ieri). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 3.3 per cento. Sono 491 i pazienti (+4 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 51 (+2 rispetto a ieri con 5 nuovi ricoveri) in terapia intensiva.

Trentino

Nel rapporto odierno dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento sono riportati 3 nuovi decessi (1.228 in totale) da Covid-19. Sul fronte degli ospedali si registra un leggero aumento dovuto al numero dei nuovi ingressi (+18) che a ridosso del fine settimana tendenzialmente supera quello delle dimissioni (12). I pazienti attualmente ricoverati sono 173 di cui 29 in rianimazione (1 in più di ieri). I nuovi casi positivi sono 164 su 964 test molecolari e su 1.402 tamponi antigenici. Tra i molecolari positivi ci sono anche i test che hanno confermato la positività di 41 persone intercettata nei giorni scorsi dai test rapidi.

Le altre regioni

In Basilicata 107 contagi e un decesso. In Calabria 188 casi e 5 vittime. In Sardegna 81 casi e 8 vittime.

Le altre notizie:

Facebook rimuoverà i contenuti anti-vax