Covid, la mappa europea
Covid, la mappa europea

Roma, 3 giugno 2021 - Mentre l'Italia si prepara a vestirsi di bianco (dal 21 giugno, ad esclusione della Valle d'Aosta), torna il verde tra le regioni italiane nella mappa del Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie sulla situazione pandemica del Covid. Nell'ultimo aggiornamento il Molise si tinge di verde, colore indicativo della fascia di minor rischio. Rispetto alla cartina precedente invece si guadagnano l'arancione Toscana, Campania e Puglia, che vanno a raggiungere il resto della Penisola, già color arancio, Isole comprese. Le uniche macchie rosse sono invece Basilicata, Calabria e Valle d'Aosta. Una buona notizia, soprattutto per il turismo. Nelle nuove raccomandazioni della Commissione europea infatti non dovrebbero essere previste restrizioni (test o quarantena) per le persone che viaggiano dalle zone verdi. 

Il bollettino del 4 giugno

Vacanze: green pass e tamponi, ecco cosa serve

Green pass europeo: come funziona

Vaccini: Italia davanti a Germania e Francia

Al 30 maggio il 45,8% della popolazione adulta dell'Italia è stato vaccinato con almeno una dose, meno di Francia (48,2%), Germania (51,5%) e Spagna (46,3%).  Lo riferisce il rapporto settimanale dell'Ecdc, aggiornato oggi, che conferma il primato di Malta (65,8%) e Ungheria (62,4%). Il distacco tra Italia e Germania, per quanto riguarda coloro che hanno ricevuto almeno la prima dose, è di 5,7 punti percentuali, ma la situazione migliora nettamente se si considera la quota di popolazione adulta pienamente vaccinata, cioè con due dosi di AstraZeneca, Moderna o BioNTech/Pfizer o con una dose di Janssen (J&J). Per i vaccinati che hanno chiuso il ciclo di iniezioni, l'Italia è infatti al 23,5%, davanti sia alla Germania (21,1%) che alla Francia (20,9%), e allineata con la Spagna (23,6%). Prime anche in questo caso sono Malta (49,7%) e Ungheria (44,7%), che però ha iniettato anche vaccini non autorizzati dall'Ema.

Guida ai vaccini: efficacia, dosi ed effetti collaterali