6 mag 2022

Covid, in Italia cala l'incidenza. Rt stabile a 0.96

Il monitoraggio di Ministero della Salute e Iss Scende anche il tasso di occupazione in rianimazione e in area medica

Patients and medical staff in the intensive care unit of Martini Hospital in Turin, 10 November 2020.  ANSA / ALESSANDRO DI MARCO
Terapia intensiva

Roma, 6 maggio 2022 - Scende l'incidenza settimanale del Covid-19 a livello nazionale: nel periodo 29 aprile-5 maggio si assesta a 559 casi ogni 100.000 abitanti contro i 699 casi dei sette giorni precedenti. Resta sostanzialmente stabile, invece, l'indice di trasmissibilità Rt nazionale calcolato sui casi sintomatici, pari a 0.96 nel periodo 13-26 aprile (era a 0.93 nella settimana precedente). Dunque sotto la soglia epidemica. I dati emergono dall'ultimo monitoraggio della cabina di regia di Ministero della Salute e Istituto superiore di sanità

Dal report risulta anche che restano stabili o sostanzialmente stabili la percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti (12% vs 12% la scorsa settimana), quella dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (42% vs 40%), e quella dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (46% vs 47%).

Inoltre il tasso di occupazione in terapia intensiva dei malati Covid scende al 3,7% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 5 maggio) rispetto al 3,8% rilevato nel monitoraggio di una settimana fa. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende al 14,5% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 05 maggio) contro il 15,6% del 28 aprile.

Infine nessuna Regione o Provincia autonoma in Italia è classificata a rischio alto per Covid, tre sono classificate a rischio moderato, mentre le restanti sono classificate a rischio basso. Nove Regioni/Pa riportano almeno una singola allerta di resilienza, mentre solo 1 riporta molteplici allerte.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?