12 mar 2022

Covid, Iss: tra 0-19 anni il tasso di incidenza più alto

Il report: il tasso di mortalità tra i non vaccinati è 15 volte più alto

Health workers wearing overalls and protective masks in the intensive care unit of the Covid intensive care unit of the GVM ICC hospital of Casal Palocco near Rome, Italy, 21 January 2022. ANSA/GIUSEPPE LAMI
Iss: tasso di mortalità tra i non vaccinati è 15 volte più alto

Roma, 12 marzo 2022 - Nelle fasce d'età 0-9 e 10-19 anni si registra il più alto tasso di incidenza di casi Covid a 14 giorni, pari rispettivamente a 1.424 e 1437 per 100.000 abitanti, mentre nella fascia di età 70-79 anni si registra il valore più basso, 471 casi per 100.000 abitanti. Lo evidenzia il Report esteso dell'Istituto superiore di sanità, che integra il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute sul Covid. Dall'inizio dell'epidemia, sono stati diagnosticati e riportati al sistema di sorveglianza integrata 2.966.901 casi nella popolazione 0-19 anni, di cui 15.200 ospedalizzati, 350 ricoverati in terapia intensiva e 50 deceduti. 

Approfondisci:

Covid: dopo quanto tempo si può riprendere il virus. La reinfezione con Omicron

Ancora 4 regioni in giallo

Nello stesso report si evidenzia come il tasso di mortalità standardizzato per i non vaccinati (96/100.000) è 5 volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da meno di120 giorni (19/100.000) e 15 volte più alto rispetto ai vaccinati con booster (7/100.000).

Bollettino Covid del 13 marzo

L'efficacia del vaccino anti-Covid nel prevenire casi di malattia severa è del 92% nelle persone vaccinate con dose booster e scende all'85% nei vaccinati con ciclo completo da meno di 90 giorni, all'87% nei vaccinati con ciclo completo da 91 e 120 giorni, e all'82% nei vaccinati che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 120 giorni. L'efficacia del vaccino nel prevenire la diagnosi di infezione da Sars-CoV-2 è invece pari al 61% nei vaccinati con booster, e pari al 63% entro 90 giorni dal completamento del ciclo vaccinale, al 52% tra i 91 e 120 giorni, e al 44% oltre 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?