21 mar 2021

Covid in Italia, lo studio: siamo al picco dei contagi. "Bene Lombardia ed Emilia"

La Vecchia, docente alla Statale di Milano: "Plateau nazionale a 25mila contagi, ma alcune regioni sono già in fase calante"

giovanni panettiere
Cronaca
AREZZO CORONAVIRUS COVID-19 ASL TOSCANA SUD EST POSTAZIONE PER EFFETTUARE I TAMPONI GRATUITI AI VIAGGIATORI PRESSO STAZIONE FS
Covid, postazione per effettuare tamponi

Ancora qualche giorno e dovremmo superare il picco di questa nuova ondata della pandemia di Covid. Poco importa se sia la terza o piuttosto solo l’appendice della seconda iniziata nell’ottobre scorso, quel che conta è che "nella prossima settimana raggiungeremo il plateau dell’infezione, con un livellamento attorno ai 22-25mila nuovi casi giornalieri, preludio di una progressiva discesa della curva epidemica come avvenuto a maggio e novembre scorsi. Lombardia ed Emilia Romagna si sono già lasciati alle spalle l’altopiano di picco". A iniettare una dose salutare di ottimismo a un popolo italiano sfiancato dalle restrizioni, costretto nella morsa di un Rt ancora sopra 1 e avvilito da un bollettino dei decessi fra le 300-500 unità giornaliere, è il professor Carlo La Vecchia. Epidemiologo, classe 1955, il docente dell’Università Statale di Milano è stato fra i primi a parlare nelle scorse settimane di un raggiungimento del picco attorno al 20-21 marzo, insomma in queste ore. Il bollettino Covid del 21 marzo Professore, la previsione non cambia, dunque? "Assolutamente, confermo che la velocità di contagio del virus sta calando, l’Rt è ormai prossimo alla soglia fatidica di 1. Per la verità l’ultimo dato diffuso dal ministero della Salute parla di un Rt a 1,16, ma si riferisce alla settimana fra il 12 e il 18 marzo. La curva epidemica si sta livellando". Ha qualche dato a suffragio di questa lettura dell’attuale contesto epidemiologico? "Come sempre, non dobbiamo guardare alle oscillazioni giornaliere dei nuovi positivi. A far fede sono i numeri su base settimanale che indicano un incremento dei nuovi contagi pari al 2,5% negli ultimi sette giorni. La settimana precedente il rialzo era stato, invece, del 14%, quella ancora prima aveva fatto registrare un +24%". Quanto al picco della terza ondata, fino a sette giorni fa si prospettava una salita massima attorno a ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?