La sede dell'Ema ad Amsterdam (Ansa)
La sede dell'Ema ad Amsterdam (Ansa)

Bruxelles, 25 ottobre 2021 - Novità in vista per quanto riguarda la cura del Covid-19. La Commissione Ue ha infatti selezionato 10 farmaci che a breve potrebbero entrare sul mercato. A patto naturalmente che ottengano il via libera dell'Ema (l'Agenzia europea per i medicinali). La Commissione in una nota anticipa che "saranno probabilmente autorizzati" dalla stessa Ue e utilizzati per curare pazienti di tutta l'Unione Europea. La commissaria alla Salute Stella Kyriakides fa sapere che l'Ue ha già firmato 4 contratti di aggiudicazione congiunta per diverse terapie e spera di dare l'ok all'immissione nel mercato per almeno tre di queste entro le prossime settimane e per altre 2 entro la fine dell'anno. 

Bollettino Covid oggi 

L'Ue divide i farmaci anti Covid in tre categorie: anticorpi monoclonali, che sono più effcaci nella prima fase dell'infezione, antivirali orali, anche questi da utilizzare il prima possibile, e gli immunomodulatori che sono invece indicati per la cura dei pazienti ricoverati. 

Per quanto riguarda gli anticorpi monoclonali, tra i potenziali medicinali anti-Covid selezionati dalla Commissione Ue ci sono Ronapreve, una combinazione dei 2 anticorpi monoclonali casirivimab e imdevimab, di Regeneron Pharmaceuticals e Roche; Xevudy (sotrovimab) di Vir Biotechnology e GlaxoSmithKline; Evusheld, una combinazione dei 2 anticorpi monoclonali tixagevimab e cilgavimab, di AstraZeneca.

Tra gli antivirali ci sono Molnupiravir, di Ridgeback Biotherapeutics e MSD; PF-07321332 di Pfizer; AT-527 di Atea Pharmaceuticals e Roche.

Ema avvia revisione del farmaco antivirale Molnupiravir

Tra gli immunomodulatori Actemra (tocilizumab) di Roche Holding, Kineret (anakinra) di Swedish Orphan Biovitrum, Olumiant (baricitinib) di Eli Lilly e Lenzilumab di Humanigen.

Sei dei 10 farmaci in elenco (Ronapreve, Evusheld, Molnupiravil, Actemra, Kineret, Olumiant) sono già oggetto di revisione ciclica (rolling review) o di una domanda di autorizzazione all'immissione in commercio presentata all'Ema e "potrebbero presto ottenere l'autorizzazione, a condizione che i dati definitivi ne dimostrino la sicurezza, la qualità e l'efficacia", scrive la Commissione.

Gli altri 4 candidati presenti nell'elenco hanno già ricevuto un parere scientifico dell'Ema e, una volta raccolti dati clinici sufficienti, potranno essere avviate altre revisioni cicliche. 

La selezione della Comissione, si precisa "è indipendente dalla valutazione scientifica dell'Ema o dall'autorizzazione dei medicinali da parte della Commissione europea e non le sostituisce".

Uk verso l'obbligo vaccinale per i sanitari. Russia, picco contagi

"Indice Rt sopra 1", secondo i valori del Covindex