Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 gen 2022

Covid, Speranza: "A ore tavolo tecnico con Regioni. Siamo in un picco ma piedi per terra"

Il ministro della Salute: "L'auspicio è che nei prossimi giorni ci sia un ulteriore raffreddamento della curva". Locatelli: "Rivedere sistema dei colori"

16 gen 2022

Roma, 16 gennaio 2022 - ll Covid inizia a rallentare la sua corsa. Secondo l'Oms il picco è vicino, e il ministro Speranza rilancia: "Siamo in un picco e l'auspicio è che nei prossimi giorni ci sia un ulteriore raffreddamento della curva, di cui si è visto qualche primissimo segnale". "Penso che dobbiamo guardare al domani, ma con piedi radicati nell'oggi", è però cauto Speranza.

Covid, Sileri: "Modifiche al bollettino entro due settimane"

Il ministro della Salute ha anche annunciato che "nelle prossime settimane dovremo aprire un confronto con le Regioni, apriremo un tavolo tenico per affrontare le questioni che hanno proposto".

Approfondisci:

Covid scuola, Costa: "In classe vaccinati, dad per gli altri"

"Ho sentito spesso banalizzazioni, come il Covid pari a una influenza, ma con tre dosi di vaccino penso che Omicron sia molto più debole e ci siano poche possibilità di intensiva - ha proseguito il ministro -. Il Covid non è né raffreddore né influenza, ma il vaccino ci consente di fare cose che prima non potevamo fare". "Con questi numeri di contagi senza vaccini saremmo stati costretti a misure durissime. Il vaccino resta l'arma fondamentale: stamane avevamo l'89,91% di over 12 che aveva fatto la prima dose", ha aggiunto.

Scuola e dati Covid, nuove regole in arrivo: "Diamo i numeri dei No vax morti"

Infine sui test anti-Covid 'fai da te' si tratta di "valutazioni che dobbiamo lasciare alla comunità scientifica, di cui io ho la massima fiducia, perché non sono valutazioni di natura politica. In questa fase in cui abbiamo ancora un numero altissimo di contagiati, la nostra comunità scientifica ci sta dicendo che se una persona è positiva deve stare in isolamento perchè può contagiare anche se è senza sintomi, ed è giusto che al momento dell'uscita si possa fare una verifica attraverso un tampone".

Prenota il vaccino anti Covid: i link utili su come vaccinarsi

Locatelli: rivedere sistema colori

Il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, ha invece aperto alla possibilità di rivedere il sistema di colori delle regioni, alla luce del fatto che è "stato elaborato dal ministero della Salute in accordo con le Regioni in un'epoca diversa. Che si possa arrivare a una riconsiderazione è nella logica delle cose".

Approfondisci:

Covid, i governatori: "Basta colori delle regioni"

Locatelli ha aggiunto che un vaccino specificatamente contro Omicron avrebbe senso e che una quarta dose invece potrebbe riguardare i fragili. "Fare il booster ogni 4 mesi? Io non lo darei così per scontato. Solo i tempi di osservazioni e indagini ben condotte ci diranno se ci sarà questa necessità. Semmai il discorso sulla quarta dose potrebbe riguardare i fragili", sono state le parole del presidente del Css. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?