Roma, 28 novembre 2021 - In un'Italia in ansia per la variante Omicrongiunge un bollettino Covid (qui quello aggiornato a oggi 29 novembre) sostanzialmente stabile nei contagi, con decessi quasi dimezzati rispetto ai 90 di ieri. Crescono le terapie intensive mentre impennano i ricoveri (+138 in 24 ore). I dati diffusi dal ministero della Salute dicono però anche che sono stati effettuati meno tamponi, con il tasso di positività in ascesa al 2,5%. Confermata, insomma, la tendenza in crescita delle ultime settimane. 

Variante Omicron, sintomi e vaccini: cosa sappiamo finora

Oggi il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, ha richiamato tutti a un senso di responsabilità rilanciando la necessità di terza dose di vaccino e dell'uso delle mascherine per trascorrere un Natale sereno.  Nel frattempo, è boom di prime dosi: cresciute di circa il 40% rispetto alla scorsa settimana. Oggi i primi shot inoculati sono 28.385, ieri erano stati 28.018 e venerdì 25.607 a fronte della media di poco più di 17mila somministrazioni quotidiane la settimana scorsa.

Sommario

All'estero, intanto, c'è chi si blinda come Israele, che chiude le frontiere agli stranieri, e chi ribadisce la scelta del Green pass come la Svizzera, dove il fronte del "sì" ha vinto il referendum sulla legge Covid. E anche il Vaticano si muove per evitare assembramenti: Papa Francesco renderà un omaggio privato alla statua dll'Immacolata di piazza di Spagna in occasione della festività dell'8 dicembre, mentre la messa di Natale sarà anticipata nuovamente alle 19.30.

Il bollettino Covid di oggi

Lieve aumento dei contagi in Italia, quasi impercettibile nella curva, con 12.932 nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore (ieri 12.877). Se però confrontiamo i dati del bollettino di oggi con quelli di domenica scorsa, quando i contagi erano stati 9.709, ecco che rispetto alla settimana passata l'aumento è nell'ordine del 30%. Si registra anche un balzo dei ricoveri (4.964 in totale, +138) a fronte di un aumento più contenuto delle terapie intensive (638, +14), con 39 ingressi del giorno in rianimazione. Processati oggi 512.592 tamponi, 84 mila in meno rispetto a ieri, tanto che il tasso di positività sale dal 2,2 al 2,5%. I decessi sono 47 (ieri 90) per un totale di 133.674 vittime dall'inizio dell'epidemia. 

Lombardia

Nelle ultime 24 ore in Lombardia sono 2.493 i nuovi casi Covid registrati su 113.407 tamponi. L'indice di positività è in aumento al 2,2%. Ieri infatti, a fronte di un numero maggiore di controlli (126.508) i positivi erano stati 1.926. I morti sono 5 per un totale che arriva da inizio pandemia a 34.349. In crescita il numero dei ricoverati sia in terapia intensiva: +1 a 91, che nei reparti ordinari con 15 pazienti in più che portano il numero complessivo a 789. 

Veneto

Restano sopra i 2mila, ma registra una flessione il numero dei casi in Veneto. Nelle ultime 24 ore sono infatti 2.082 i nuovi positivi, mentre i decessi sono 6 (il totale delle vittime è ora 11.947). Cresce il numero dei ricoveri: i pazienti nei reparti medici sono ora 513 (+25), quelli in terapia intensiva 93 (+3). Le persone in isolamento domiciliare sono 28.896. Il totale dei positivi, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, sale a 513.531.

Piemonte

In calo i nuovi contagiati in Piemonte: sono 566 quelli registrati nelle ultime 24 ore, con un tasso di positività dell'1,4% rispetto ai 40.118 tamponi diagnostici processati, di cui 34.718 antigenici. La quota di asintomatici è del 64,8%. Invariato il numero dei ricoverati in terapia intensiva, 33, mentre si segnala un nuovo balzo dei ricoveri negli altri reparti: 22 in più, in totale 357. Comunicato anche un nuovo decesso relativo a giorni precedenti: il totale delle vittime in Piemonte, da inizio pandemia, sale a 11.882. Le persone in isolamento domiciliare sono 9.423, i nuovi guariti +283.

Emilia-Romagna

Sono 1.344 i nuovi casi di Covid registrati in Emilia-Romagna (ieri 1.273), a fronte di circa 28mila tamponi effettuati. Fra le vittime anche due uomini di 55 e 60 anni, morti in provincia di Reggio Emilia. Poco meno della metà dei nuovi casi (591) sono asintomatici e la loro età media è di 41,1 anni. Se la provincia di Bologna (con 362 casi, 57 dei quali nell'Imolese) continua ad essere in termini assoluti quella con il numero più alto dei contagi, preoccupano soprattutto le province romagnole come Rimini (182) e Forlì-Cesena (153). I casi attivi stanno sfiorando quota 20mila e il 95,6% degli attualmente positivi sono in isolamento domiciliare perché non necessitano di cure ospedaliere. Crescono però i ricoverati, che sono 62 in terapia intensiva (quattro più di ieri) e 632 negli altri reparti Covid (+39). Oltre ai due decessi di Reggio Emilia sono morti due uomini di 76 e 78 anni nel Bolognese, una donna di 93 in provincia di Piacenza, un uomo di 85 anni nel Parmense e uno di 89 nel Riminese.

Friuli-Venezia e Giulia

In Friuli Venezia Giulia vengono comunicati oggi 478 nuovi contagi a fronte di 5.025 tamponi molecolari effettuati, con una percentuale di positività del 9,51%. Sono inoltre 14.214 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 56 casi (0,39%). Purtroppo si registrano altri 7 decessi: quattro donne e un uomo di Trieste, un uomo di Gemona e una donna di Brugnera. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 27, mentre i pazienti in altri reparti risultano essere 276.

Alto Adige

Dati sempre da zona gialla nella Provincia Autonoma di Bolzano. I pazienti Covid in terapia intensiva sono 10, soglia che farebbe scattare il cambio di colore. I nuovi contagi sono 396, uno in più di ieri, a fronte di 2.255 tamponi molecolari processati. Non ci sono fortunatamente nuove vittime, il bilancio è fermo a 1.239 decessi da inizio pandemia. Salgono i ricoveri in area medica, oggi.

Toscana

I nuovi casi registrati in Toscana sono 595 su 30.084 test di cui 9.050 tamponi molecolari e 21.034 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 1,98% (7,1% sulle prime diagnosi). Gli attualmente positivi sono 9.103, +4,8% rispetto a ieri. I ricoverati sono 295 (1 in più rispetto a ieri), di cui 46 in terapia intensiva (2 in meno). Si registra un nuovo decesso.

Liguria

Sono 417 i nuovi contagiati in Liguria, rilevati a fronte di 12.718 tamponi (3971 molecolari, 8747 test rapidi). Il tasso di positività è del 3,27%. I nuovi positivi sono 213 nell'area di Genova, 85 nel Savonese, 47 nell'Imperiese, 45 nello Spezzino, 26 nel Tigullio e 1 non è residente in regione. I guariti sono 336. Ci sono stati due decessi. Si tratta di due uomini di 74 e 83 anni. Il totale dei morti da inizio pandemia è di 4460. In isolamento domiciliare ci sono 3949 persone, 130 più di ieri, e i soggetti in sorveglianza attiva sono 3405, erano 3548. Gli ospedalizzati sono 154, due meno di ieri. Tra i malati ricoverati 20 sono in terapia intensiva, lo stesso numero di ieri. Di questi 17 non sono vaccinati e tre sono vaccinati ma hanno altre patologie. Tra gli ospedalizzati due sono in età pediatrica e sono ricoverati al Gaslini.

Umbria

Prosegue il graduale aumento dei ricoveri Umbria: sono oggi 62, due in più rispetto a sabato. Due nuovi pazienti anche in terapia intensiva. Accertati oggi 81 positivi,  fronte di 46 guariti. Analizzati 2.151 tamponi e 9.242 test antigenici con un tasso di positività sul totale pari allo 0,7 per cento (0,95 per cento sabato).

Lazio

Sono 1.255 i nuovi casi registrati oggi nel Lazio a fronte di 14.883 tamponi molecolari e 26.620 antigenici (per un totale di 41.503 tamponi). Ieri i nuovi contagiati erano stati 1.204 (-51). Purtroppo vengono comunicati altri 4 i decessi (-2). I ricoverati in area medica sono 716 (+1), 94 i pazienti in terapia intensiva (+5). Altri 664 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3%. I casi a Roma città sono a quota 572

Campania

Altri 1.147 casi Covid in Campania, a fronte di 29.578 tamponi processati. Sono dati in linea con quelli di 24 ore fa. Tre i nuovi decessi comunicati, stabili le terapie intensive. 

Sicilia

La Sicilia conta oggi 777 nuovi casi di Coronavirus  (ieri 645), a fronte di 24.785 tamponi effettuati, su un totale di 7.382.802 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 4 decessi (ieri 8) che portano il totale delle vittime, sull'isola, a 7.191. Il numero degli attualmente positivi in Sicilia è di 11.847 (+471) mentre le persone ricoverate con sintomi sono 314, di cui 45 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 11.488 pazienti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza ad oggi sono 304.080 (+302). Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Palermo 153, Catania 275, Messina 110, Siracusa 87, Trapani 54, Ragusa 27, Caltanissetta 27, Agrigento 31 e Enna 13.

Marche

Resta alto il numero dei positivi giornalieri nelle Marche. Nelle ultime 24 ore ne sono stati rilevati 378 nuovi casi (ieri 427) e l'incidenza scende leggermente a 171,70 (ieri 171,90). I 378 nuovi positivi rappresentano il 10,1% dei 3.733 tamponi esaminati nel percorso diagnostico screening (su 6.245 tamponi complessivi). 

Puglia

In Puglia su 19.468 test sono stati registrati 129 casi positivi, così suddivisi 45 in provincia di Bari, nessuno nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 17 in quella di Brindisi, 28 in provincia di Foggia, 25 in provincia di Lecce, 13 in provincia di Taranto e 2 residenti fuori regione.Non ci sono stati nuovi decessi. Attualmente sono 4.023 le persone positive, 137 sono ricoverate in area non critica e 22 in terapia intensiva. Complessivamente dall'inizio dell'emergenza i casi totali sono stati 278.892, 267.986 sono le persone guarite e 6.883 quelle decedute.

Sardegna

Contagi in lieve calo in Sardegna: sono 107 quelli registrati nelle ultime 24 ore, 2652 le persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 9399 tamponi, con un tasso di positività che cala dall'1,7% all'1,1%. In lieve crescita il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, 14 (uno in più) e in area medica, 62 (uno in più ). Sono, invece, 2590 i casi di isolamento domiciliare (+ 77 rispetto).

Le altre regioni

In Basilicata sono stati individuati 49 casi a fronte di 576 tamponi e si registra anche un decesso. Sono 33 i nuovi casi di Coronavirus in Molise, dove si regista anche un decesso. In Valle d'Aosta i positivi nelle ultime 24 ore sono 65 (ieri 45), calano di una unità i posti in terapia intensiva. Altri 236 contagiati in Calabria, dove si registrano 3 nuove vittime e due ulteriori ricoveri in area medica. Nuovi casi in calo in Abruzzo (oggi 138 dopo i 219 di ieri) così come in Trentino (111 oggi).