19 apr 2022

Così chic da far girare la testa Icona delle donne contro le molestie

Ci ha lasciati una vera diva del cinema: portò nell’Italia delle maggiorate il fascino sfuggente del Nord . In Tv condusse la prima trasmissiome tutta femminile e denunciò le avance di produttori e colleghi

piero degli antoni
Cronaca

di Piero Degli Antoni L’angelo sexy. Catherine Spaak nel mondo del cinema ha incarnato la figura della ragazza candida e chic ma seducente al tempo stesso, una figura rara in Italia, che infatti aveva dovuto importarla dal Belgio. Nata nel 1945 in una famiglia di attori e sceneggiatori, più uno zio primo ministro, Catherine Spaak era arrivata da noi a soli 15 anni, e qui aveva trovato – come lei stessa aveva dichiarato più volte – la sua vera patria. Ingaggiata prima da Alberto Lattuada per Dolci inganni, ma esplosa definitivamente con il Sorpasso (1962, era la figlia di Gassman che lui maldestramente cerca di abbordare in spiaggia senza riconoscerla) e con L’armata Brancaleone (1966), aveva portato nel nostro Paese – che fino a quel momento aveva prediletto le maggiorate provocanti – il fascino ambiguo e sfuggente della femmina nordica, ghiaccio fuori e fuoco dentro. Al di là dello stereotipo di femmina elegante e raffinata, ma allo stesso tempo dal torbido fascino misterioso, Catherine Spaak era una donna intelligente e coraggiosa, curiosa e definita. La sua seconda carriera è stata televisiva, e qui forse ha acquistato la sua più vasta popolarità. Tre anni di Forum (1985-88) poi 15 di Harem (1988-2002), forse la prima trasmissione autenticamente femminile, fatta da donne e dedicata alle donne, della tv italiana. Nel 2015 la parentesi infausta dell’Isola dei Famosi, da cui fuggì il primo giorno: "Mi avevano ingannato con promesse non mantenute". D’altronde Catherine Spaak, cresciuta in un clima internazionale lontano dalle piccolezze della provincia italiana, era stata una pioniera del "Me Too", quando ancora il MeToo non esisteva. Denunciò le sconvenienti avance di produttori e colleghi già negli anni Settanta, ma il suo atto d’accusa cadde nel vuoto, anzi molte attrici dichiararono che quelle molestie erano capitate solo a lei. "Quando ero sposata con Johnny Dorelli ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?