A Milano è una corsa a due, con il sindaco uscente, Beppe Sala che è dato per favorito. A sfidarlo, il pediatra Luca Bernardo che, tuttavia, ha avuto diversi inciampi nel corso di una campagna elettorale non lineare, con momenti di tensione nella coalizione che lo sostiene (Lega, Fratelli d’Italia, FI e Milano Popolare) soprattutto quando ha minacciato le dimissioni, se non fossero arrivati i fondi per la campagna elettorale promessi dai partiti. Diversa la corsa di Sala, sostenuta dal centrosinistra, che fa del sindaco uscente il favorito alla riconferma addirittura al primo turno, fatto che rende la sfida meneghina meno “avvincente“ di altre. In ultimo, i 5 Stelle che presentano Layla Pavone, sostenuta da un Giuseppe Conte che spera di recuperare consensi là dove i grillini non hanno mai avuto grandi risultati.