I Carabinieri con un anziano (foto d'archivio, Fotowebgio)
I Carabinieri con un anziano (foto d'archivio, Fotowebgio)

Roma, 6 aprile 2020 - E' l'inizio di una storica collaborazione fra le Poste e l'Arma: i carabinieri porteranno la pensione agli anziani a domicilio. Un accordo di cui potranno beneficiare 23mila pensionati di età pari o superiore a 75 anni. Un servizio che semplifica decisamente la vita di una fascia sensibile di popolazione, soprattutto in questo periodo di misure preventive da Coronavirus.

Gli anziani infatti "potranno richiedere - spiegano l'azienda e l'Arma -, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della pensione a domicilio per tutta la durata dell'emergenza da Covid-19, evitando così di doversi recare negli Uffici postali". 

C' è un però: "Il servizio non potrà essere reso a coloro che abbiano già delegato altri soggetti alla riscossione - per esempio i familiari - , abbiano un libretto o un conto postale o che vivano con familiari o comunque questi siano dimoranti nelle vicinanze della loro abitazione". 

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19



L'accordo, sottolinea il comunicato congiunto, "E' parte del più ampio sforzo per contrastare la diffusione del Covid-19 e mitigarne gli effetti, anche mediante l'adozione di misure straordinarie volte a evitare gli spostamenti delle persone, e in particolare dei soggetti a rischio. L'iniziativa permette anche di tutelare i soggetti beneficiari dalla commissione di reati a loro danno, quali, truffe, rapine e scippi".

I pensionati potranno contattare il numero verde 800.556670 messo a disposizione da Poste o chiamare la più vicina stazione dei carabinieri per richiedere maggiori informazioni. Il nuovo servizio verrà assicurato per l'intera durata dell'emergenza Covid-19.

FOCUS/ Speciale Coronavirus, approfondimenti, mappe e statistiche