Roma, 29 novembre 2020 - Il bollettino con i dati delle ultime 24 ore di Regioni e Ministero della Salute sul Coronavirus in Italia mostra un'ulteriore flessione della curva. I morti sono 541, ma sono in calo ricoveri e terapie intensive. Intanto nelle grandi città delle Regioni che da 'zona rossa' sono passate alla meno grave 'fascia arancione', come Torino e Milano, è folla da record per lo shopping di Natale. E proprio sul nodo delle feste si concentrerà la Conferenza delle Regioni, che è stata convocata in seduta straordinaria per domani alle 17 con all'ordine del giorno l'esame delle proposte sulle misure da adottare con il prossimo Dpcm.

Dpcm dicembre: spostamenti a Natale fra Regioni: quando il divieto

"Svizzera in pista, noi sciatori beffati due volte"

Il bollettino del 29 novembre

Oggi 20.648 nuovi casi su 176.934 tamponi, i morti sono 541. In calo i ricoveri: -420 unità, ora sono 32.879. Giù ancora le terapie intensive (-9) a quota 3.753. Resta invariato a 11,7% il tasso di positività (positivi/totale tamponi). Il rapporto tra casi testati e positivi è invece al 25,76%. Il totale dei casi è ora di 1.585.178, le vittime sono 54.904. Gli attualmente positivi sono 795.771 (+6.463), i guariti o dimessi 734.503 (+13.642).

Covid, Locatelli: "Due vaccini come regalo di Natale"

La tabella in Pdf

Zona arancione: le regole. Cosa cambia in Piemonte e Lombardia

Ricciardi: no a spostamenti tra regioni

"Bisogna evitare i movimenti tra le regioni. Ad agosto si sono mosse 8 milioni di persone, se facessimo lo stesso ora, sarebbe un disastro. In generale il messaggio è 'state fermi'". Così Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, L'aria di domenica su La7 in relazione alle misure che verranno adottate in vista del Natale. "Dobbiamo dire la verità: oncologi ed ematologi ci dicono che non riescono a curare i pazienti. I negazionisti quando entrano in terapia intensiva dicono 'scusate ci siamo sbagliati'. Non possiamo pensare agli impianti sciistici, dobbiamo curare le persone", aggiunge.

Le regioni / Lombardia

In Lombardia ci sono 3.203 nuovi positivi al Covid19, l'11,2% dei 28.434 tamponi processati oggi. Il rapporto tra casi e tamponi è in calo del 12,3% registrato ieri. I morti nelle ultime 24 ore sono stati 135, secondo gli ultimi dati della Regione. I guariti/dimessi sono 756. Per quanto riguarda le province, ci sono 973 nuovi positivi nella Città metropolitana di Milano, di cui 386 a Milano città, 649 a Monza, 152 a Varese, 215 a Como, 322 a Brescia. 138 a Bergamo, 72 a Cremona, 84 a Lecco, 58 a Lodi, 121 a Mantova, 167 a Pavia, 174 a Sondrio.

Veneto

Sono 2.617 i positivi in Veneto nelle ultime 24 ore, dato che porta il totale dei contagiati da inizio pandemia a 143.589. Attualmente sono positive 79.711 persone. I deceduti salgono di 33 unità, portando il totale a 3.677.

Campania

Sono 2.022 i nuovi casi in Campania, emersi dall'analisi di 19.063 tamponi. La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari al 10,6%. Dei 2.022 nuovi positivi, 161 sono i sintomatici e 1.861 sono gli asintomatici. Il totale dei positivi nella regione dall'inizio dell'emergenza sale a 153.693, mentre i tamponi complessivamente analizzati sono 1.571.873. Nel bollettino odierno sono inseriti 36 nuovi decessi, 11 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 25 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Il totale dei deceduti in Campania dall'inizio dell'emergenza coronavirus è 1.631. Sono 1.583 i nuovi guariti: il totale è 47.276.

Piemonte

Sono 2.021 i contagi in Piemonte, pari al 14,3% dei 14.157 tamponi eseguiti. Dei 20.21 nuovi casi, gli asintomatici sono 797, pari al 39,4%. Sono 84 i decessi nelle ultime 24 ore. I ricoverati in terapia intensiva sono 385( +1 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 4.734 (-47).

Lazio

Nel Lazio su quasi 23mila tamponi (-5.383) si registrano 1.993 casi positivi (-77), 19 i decessi (-6). Record di guariti con 1.524. Il rapporto tra i positivi e i tamponi a 8%. Dopo 26 giorni la regione è sotto i 2 mila casi. "Occorre continuare così, i risultati stanno premiando le scelte fatte: numero alto dei tamponi, rigore nei comportamenti e unità mobili nella gestione dei focolai", dice l'assessore alla sanità del Lazio Alessio D'Amato..

Emilia Romagna

Sono 1.850, in Emilia-Romagna, i nuovi positivi al Covid, scoperti sulla base di 13.434, un numero inferiore alla media come di solito avviene nel fine settimana. Sono stabili i ricoverati in terapia intensiva e si contano 30 nuove vittime. Più della metà dei nuovi casi (1.067) sono asintomatici, individuati con il contact tracing e le attività di screening. Il 95,9% dei circa 70mila casi attualmente attivi sono in isolamento domiciliare perché non necessitano cure particolari. Sono 245, come ieri, i ricoverati in terapia intensiva, mentre i pazienti negli altri reparti Covid sono 2.668, 5 in meno di ieri. Le trenta nuove vittime sono principalmente over 70 e sono dieci in provincia di Modena, sei a Piacenza e Reggio Emilia, tre a Parma, due a Imola, uno a Ferrara e Ravenna.

Toscana

"I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 908 su 14.376 tamponi molecolari e 1.942 test rapidi effettuati", ha anticipato in mattina il presidente della Regione Eugenio Giani su Facebook. I nuovi casi sono lo 0,9% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 4,4% e raggiungono quota 56.403 (55% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.557.825, 14.376 in più rispetto a ieri, di cui il 6,3% positivo. Sono invece 6.096 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 14,9% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 1.942 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 43.544, -3,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.868 (4 in meno rispetto a ieri), di cui 278 in terapia intensiva (1 in meno). Oggi si registrano 38 nuovi decessi: 16 uomini e 22 donne con un'età media di 79,9 anni. Alcuni dei decessi comunicati agli uffici della Regione nelle ultime 24 ore si riferiscono a morti avvenute nelle settimane scorse. L'età media dei 908 casi odierni è di 48 anni circa.

Puglia

Sono stati effettuati 8.285 test e sono stati registrati 907 nuovi casi positivi in Puglia: 134 in provincia di Bari, 45 in provincia di Brindisi, 97 nella provincia BAT, 448 in provincia di Foggia, 54 in provincia di Lecce, 126 in provincia di Taranto, 4 residenti fuori regione. I morti nelle ultime 24 ore sono 21: 7 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 6 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Taranto.

Friuli Venezia Giulia

Sono stati rilevati 680 nuovi contagi, di cui 203 registrati nei laboratori privati, e 16 decessi da Covid-19. I casi attuali di infezione risultano essere 14.670. Aumentano a 57 i pazienti in cura in terapia intensiva e a 620 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 817. Il totale dei tamponi esposti oggi è di 3.298 e sconta un significativo ritardo nel caricamento delle schede che verrà recuperato nei prossimi giorni.

Marche

Sono 518 i positivi al Covid rilevati nelle ultime 24 ore nelle Marche su 1.921 tamponi testati nel percorso nuove diagnosi. Complessivamente sono stati testati 3.451 tamponi, compresi anche 1.530 nel percorso guariti. La provincia di Pesaro Urbino è quella con più casi con 147, seguita da Macerata con 122, Ancona con 97, Ascoli Piceno con 70, Fermo con 56, oltre a 16 da fuori regione. Questi casi comprendono 68 soggetti sintomatici.

Il governatore Acquaroli negativo al test

Umbria

Ancora un giorno con i guariti dal Covid, 515, 14.903 totali, che superano i nuovi casi, 310, 23.740, in Umbria. Cinque sono stati i morti nell'ultimo giorno, 394, con gli attualmente positivi ancora in discesa, da 8.653 a 8.443, meno 210. I tamponi analizzati sono stati 3.232, 416.050 con un tasso di positività pari al 9,59 per cento (ieri era 8.16). Leggera crescita per i ricoverati in ospedale, ora 421, cinque in più di ieri, 65 dei quali (uno in più) in terapia intensiva.

Basilicata

Altri 188 nuovi contagi sono stati accertati in Basilicata a fronte dei 1.446 tamponi processati nella giornata di ieri. Diciannove contagi si riferiscono a cittadini residenti fuori regione. Venticinque dei casi di giornata arrivano dal comune di Maschito, nel materano. Si registrano altri tre decessi, mentre sono 60 le persone che hanno superato l'infezione. I ricoveri, in lieve aumento, salgono a 166, di cui 25 in terapia intensiva.