Coronavirus (Ansa)
Coronavirus (Ansa)

Roma, 20 agosto 2020 - Nell'ultimo bollettino sull'epidemia da Coronavirus in Italia la curva epidemica continua a salire: 845 i nuovi casi positivi al Covid19. Altri sei decessi. Aumentano anche le terapie intensive (+2) e i ricoveri (+17). Nel mirino i rientri dalle vacanze. Registrato il dato più alto dallo scorso 16 maggio, quando i positivi furono 875 (ieri erano 642). Intanto, settembre è alle porte e, con l'emergenza Coronavirus ancora non superata, non c'è pace per la scuola italiana alle prese con un problematico ritorno in aula. L'allerta è alta, tanto che Walter Ricciardi, professore di Igiene dell'Università Cattolica, ha avvertito: "Dobbiamo mettere sotto controllo questa curva epidemica, che si è rialzata". Per gli Istituti scolastici, tuttavia, si può star tranquilli: secondo la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, non c'è "nessun rischio per la riapertura". Anche nel resto del mondo la pandemia corre: secondo l'Oms l'epicentro è in America Latina, ma il continente europeo 'pesa' per il 17% dei casi.

Covid, il bilancio di oggi, 20 agosto

Non si arresta l'impennata di contagi per il Covid. Sono 845 i casi registrati nelle ultime 24 ore. L'aumento i rispetto a ieri è di 203 unità (ieri i nuovi casi erano stati 642). Sei i decessi, mentre mercoledì erano stati 7. Il totale dei morti sale così a 35.418. Gli attualmente positivi sono complessivamente 16.014 (+ 654 nelle ultime 24 ore), di questi 883 sono ricoverati con sintomi, 68 sono in terapia intensiva (+2) e 15.063 in isolamento domiciliare. Crescono anche i tamponi: 77mila, circa 6mila in più di ieri. La percentuale dei tamponi positivi sui test effettuati è dell'1,09%, in lieve crescita rispetto al giorno precedente. Nessuna regione o Provincia autonoma italiana è senza nuovi casi.  Il Veneto (+159), la Lombardia (+154) e il Lazio (+115) registrano il maggior numero di incrementi di contagiati, secondo i dati del ministero della Salute.

I numeri delle Regioni

Lombardia

In Lombardia i nuovi casi di positività sono 154, di cui 30 'debolmente positivi' a fronte di 13.757 tamponi effettuati, molti più di ieri. Si registrano 2 nuovi decessi. I nuovi guariti/dimessi da ieri sono 51, le persone in terapia intensiva sono 16, due in più di ieri. 

Emilia Romagna

L'Emilia Romagna registra 52 casi di positività in più rispetto a ieri, di cui 25 asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Dall'inizio dell'epidemia la regione ha registrato 30.626 casi. Il  numero di tamponi fatti è tra i più alti effettuati in questi mesi: ieri sono stati 11.184. Dei 52 nuovi casi, quasi la metà (25) erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone e 28 sono stati individuati nell'ambito di focolai già noti. Anche qui la maggior parte dei nuovi contagi (28) sono collegati a vacanze o rientri dall'estero.

Toscana

In Toscana sono 10.984 i casi di positività al Coronavirus, 59 in più rispetto a ieri. L'età media è di 34 anni circa, di questi 17 casi sono ricollegabili a rientri dall'estero, di cui 12 per motivi di vacanza, altri 11 sono relativi a un cluster rilevato in un centro di accoglienza per migranti, 7 a cittadini residenti fuori regione, la cui positività è stata notificata in Toscana. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 483.726, 4.623 in più rispetto a ieri. Da segnalare a Porcari (Lucca) un focolaio scoperto in una casa di accoglienza per richiedenti asilo, al cui interno sono presenti 13 persone straniere positive, tutte asintomatiche.

Veneto

Sono 159 i casi di positività al Covid registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, che portano il dato complessivo a 21.534. È uno balzi più alti dalla fine del lockdown. "Le persone attualmente positive in regione sono 1.789 - ha sottolineato il presidente della Regione, Luca Zaia -. Di queste, 135 risultano sintomatiche, parliamo del 7.55%". Il maggior numero di casi riguarda la provincia di Treviso, (+72), con un nuovo focolaio in un'azienda di carni, e turisti contagiati al rientro dalla Croazia. Si conta anche una nuova vittima, che porta il totale dei decessi in regione a 2.100. Intanto, il governatore ha anche dichiarato che "faremo una circolare o un'ordinanza per prevedere tamponi anche per chi arriva da Adge, nel sud della Francia e dall'Occitania, perchè lì c'è un grande focolaio di Coronavirus". Poi si è rivolto "a chi è stato in vacanza o comunque in viaggio in quelle aree: recatevi nei punti di test rapido", ricordando che ogni Ulss ha attivato dei punti in cui è possibile effettuare rapidamente il test "tutti i giorni dalle 7 alle 13, sabato e domenica compresi".

Lazio

Nel Lazio si registrano 115 casi di coronavirus e un decesso. Di questi nuovi casi, il 73% sono casi di importazione, e il 37% è dai rientri della sola Sardegna. Sono 75 i casi a Roma città. Il picco dei casi è dovuto ai contagi soprattutto in Sardegna. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: "Come abbiamo attivato il meccanismo dei tamponi e dei test negli aeroporti - spiega il governatore -, oggi parte nel Lazio l'operazione 'Scuola Sicura' su una platea di circa 120mila operatori del settore". Al via, quindi, i test sul personale scolastico e "ci sono già 10mila prenotazioni - evidenzia Zingaretti -. Dobbiamo scommettere sulla ripresa dei cicli formativi e dobbiamo farlo in piena sicurezza". Il Comune di Pomezia ha disposto la chiusura per 5 giorni, dal 24 al 28 agosto, del parco divertimento Zoomarine per mancato rispetto delle norme anti-Covid.

Le altre Regioni

Nelle Marche contagi da Coronavirus in rialzo. Dopo la leggera flessione di ieri, quando erano stati registrati 7 nuovi positivi, oggi la Regione segnala 13 nuovi casi. In Umbria 17 casi nelle ultime 24 ore. In Sardegna, invece, sono 26 i positivi nel resort sull'Isola di Santo Stefano, dove 470 persone erano state messe in quarantena dopo la scoperta di un caso di Covid 19. Anche in Abruzzo quattro nuovi casi di Coronavirus. L'Azienda sanitaria dell'Alto Adige informa che sono stati registrati 21 nuovi positivi. In Campania sono 53 i nuovi casi, risultati da 2.381 tamponi. Dei 53 nuovi casi, 12 sono provenienti dall'estero. La Sicilia registra 37 nuovi casi. Ieri l'aumento era stato di 45 unità. Sono 52 i nuovi positivi in Piemonte, la metà dei quali importati. I contagi sono 10 in più rispetto a ieri, ma con un numero di tamponi molto più elevato: 4824, rispetto ai 3299 di ieri. In Liguria 31 persone sono risultate positive al Covid nelle ultime 24 ore. A fronte di 139.012 tamponi in Calabria si registrano 10 nuovi casi. In Friuli Venezia Giulia 11 positivi in più di ieri. Tre sono in terapia intensiva.

Malpensa, tamponi "solo ai lombardi"

Sono partiti oggi i tamponi all'aeroporto di Malpensa e "li facciamo a tutti in aeroporto - ha chiarito il direttore generale Welfare della Regione Lombardia, Marco Trivelli -, ma se ci sono circa 6mila arrivi oggi e noi possiamo farne entro stasera ragionevolmente mille, bisogna fare una selezione visti i flussi". E dovendo selezionare "chi è prioritario?  - continua Trivelli -. Gli stranieri, perché non si intercettano più" e "la seconda priorità sono i cittadini lombardi, per alleggerire soprattutto Milano, e se c'è spazio chiunque altro". All'aeroporto di Fiumicino a Roma i tamponi sono partiti già alcuni giorni fa e immediata è stata la reazione dell'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato: "Non voglio credere che siano state date disposizioni per eseguire a Milano Malpensa i tamponi solo ai cittadini residenti in Lombardia. Se fosse vero sarebbe non solo grave, ma da un punto di vista di sanità pubblica, assolutamente deleterio. Se noi applicassimo la stessa regola non avremmo individuato stamani a Fiumicino una cittadina residente a Milano positiva, asintomatica, di rientro da Ibiza e che così avrebbe contribuito ad un diffusione del virus lungo tutto il tragitto di rientro a Milano o in altri luoghi della Penisola". Poi l'assessore ha specificato che "i test che abbiamo fatto finora negli aeroporti di Roma riguardano per il 53% cittadini di altre regioni o di altri Paesi". E ha concluso: "Mi auguro che queste considerazioni siano presto smentite, perché le regole di sanità pubblica devono valere sull'intero territorio nazionale e una regione così importante e autorevole con cui abbiamo una storia di grande collaborazione come la Lombardia non può derogare".

Le altre notizie di oggi

Covid-19, l'ultimo rapporto Iss. "Nuovi contagi: età media attorno a 30 anni"

Coronavirus, come riconoscerlo: scoperto l'esatto ordine dei sintomi

Coronavirus, 17enne in Terapia intensiva a Milano: positivo dopo festa di Ferragosto

Coronavirus, Napoli: "Petagna positivo". Un caso anche nel Brescia

Le vacanze patriottiche tra guerra e Covid