Ricoverati e terapie intensive: i dati della Fondazione Gimbe
Ricoverati e terapie intensive: i dati della Fondazione Gimbe

Roma, 24 dicembre 2020 - Non si ferma il quotidiano bollettino sul Coronavirus in Italia. Nemmeno la vigilia di Natale. I dati Covid di oggi arrivano in anticipo e certificano una risalita della curva dei contagi, così come dell'indice di positività, rimasto stabile ieri. Nel giorno in cui si superano i 2 milioni di casi da inizio epidemia, calano ancora decessi, terapie intensive e ricoveri. Dalle regioni: si conferma la crescita dei contagi  in Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, e Toscana. Lieve discesa nelle Marche

Contagi Covid: i dati del 24 dicembre

Secondo il bollettino diffuso da Ministero della Salute e Protezione Civile sono 18.040 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore in Italia (ieri 14.522), a fronte di  505 morti (ieri 553).  Sono oltre 2 milioni gli italiani ad aver contratto il virus da inizio epidemia (2.009.713). L'indice di positività risale al 9,3% (+1%). Oggi sono stati processati 193.777 tamponi, 18mila in più di ieri. Calano i pazienti in terapia intensiva (sono 2.589, -35) e quelli ricoverati in regime ordinario (sono 24.070, -476). Migliorano i dati sui nuovi ingressi in rianimazione: oggi 149, ieri 216. Le persone guarite o dimesse oggi sono 22.718 (ieri 20.494) per un totale di 1.344.785, mentre il numero dei malati attuali scende di altre 5.184 unità (ieri -7.139) ed è pari a 593.632. In isolamento domiciliare ci sono 566.973 persone (-4.673). Resta il Veneto la regione con più casi (3.837). A seguire ci sono Lombardia (2.656), Emilia Romagna (1.692), Lazio (1.519) e Puglia (1.458).

Autocertificazione per spostarsi a Natale: Pdf e come si fa

Tabella Coronavirus in Pdf

News dalle Regioni / Lombardia

Nelle ultime 24 ore si registrano in Lombardia 2.656 nuovi positivi, di cui 171 'debolmente positivi'. A fronte di 32.294 tamponi effettuati, i positivi sono pari all'8,2%. Sono 67 le vittime: i decessi complessivi salgono a 24.677. Diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva e nei reparti. In particolare, in terapia intensiva restano 521 pazienti (-15), mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 4.178 (-65). I guariti/dimessi risultano complessivamente 384.670 (+4.920), di cui 3.615 dimessi e 381.055 guariti.

Piemonte

Sono 1097 i nuovi casi in Piemonte (di cui 142 dopo test antigenico), pari al 4,9% dei 22.266 tamponi eseguiti, di cui 13.220 test antigenici. Dei 1.097 nuovi casi, gli asintomatici sono 508, pari al 46,3%. I ricoverati in terapia intensiva sono 213 (- 2). I ricoverati non in terapia intensiva sono 3.144 (-95). Le persone in isolamento domiciliare sono 34.853. Sono 48 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 3 verificatisi oggi.

Veneto

Nuovi casi ancora in crescita in Veneto: sono 3.837 (ieri 3.357), con 112 morti nelle ultime 24 ore (ieri 116). Buone notizie sul fronte ricoveri in regime ordinario: scendono a 2870 (-18), mentre stabile è il dato dei ricoveri in terapia intensiva: 3828 (+1).  I guariti sono saliti in totale a 116.872.

Emilia-Romagna

Sono 1.692 i contagi Covid in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore (ieri 1.129),  il rapporto dei positivi sui tamponi fatti è del 10,6%. Dei nuovi contagiati, 742 sono asintomatici, 356 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, 526 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 45 anni. Sono 76 le nuove vittime (ieri 71), mentre calano i pazienti ricoverati in terapia intensiva, che sono 201 (-6 rispetto a ieri), e anche quelli negli altri reparti Covid, complessivamente 2.718 (-85)

Toscana

Altri 563 contagi (ieri 435) da Coronavirus in Toscana, +0,5% rispetto al totale del giorno precedente. Purtroppo si registrano 35 nuove vittime. L'indice di positività si attesta al 4,8%, mentre quello sui casi testati (escludendo il tampone di controllo) è al 15,5%. Oggi si registrano 35 nuovi decessi (ieri 22): 17 uomini e 18 donne con un'età media di 80,4 anni. L'eta' media dei 563 casi odierni è di 49 anni circa.

Marche

Contagi Covid in lieve calo nelle Marche. I nuovi casi sono 415, il 21,3% rispetto ai 1.943 tamponi processati all'interno del percorso per le nuove diagnosi. Il giorno precedente, i casi individuati erano stati 498 il 24,1% dei test effettuati.

Lazio

Sono 1.519 i contagi da Coronavirus oggi in Lazio, in forte risalita rispetto al giorno precedente quando erano stati 946. In regione si contano altri 24 morti (ieri 44). 

Campania

Altri 1.156 i positivi in Campania nelle ultime 24 ore (di cui 87 sintomatici) su 20.404 tamponi; il rapporto positivi/test scende così ancora al 5,66% rispetto al 5,79% del giorno precedente (quando si erano avuti 91 casi in meno). I deceduti sono 20 (10 nelle ultime 48 ore). 

Puglia

Contagi Covid in risalita anche in Puglia: sono 1.458 i nuovi casi (ieri 942), mentre si registrano altri 19 decessi (ieri 20).

Sicilia

Sono 932 i nuovi casi di Coronavirus in Sicilia emersi da 10.492 tamponi processati. Altre 10 le vittime nelle ultime 24 ore. I guariti sono stati 800. Scendono i ricoverati in regime ordinario (-31), invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva e sub-intensiva: 176.

LE ALTRE REGIONI - In Abruzzo si registrano 223 contagi nelle ultime 24 ore (ricoveri -15, terapie intensive -4). Altri 244 casi di Covid in Calabria, dove si registra anche un decesso.

Le ultime notizie

In lieve risalita l'indice Rt in Italia (da 0,86 a 0,9), con sole due regione sopra l'1: Veneto e Molise. A preoccupare è in particolare il territorio governato da Luca Zaia, che si colloca ormai da tre settimane nello "scenario 2" a "rischio alto" secondo il monitoraggio dell'Iss. E proprio l'istituto superiore di Sanità esorta ad applicare "con urgenza" le misure previste per tale livello di rischio. Da oggi l'Italia è entrata in zona rossa: per spostarsi serve l'autocertificazione (qui il Pdf) secondo le regole previste dal decreto Natale. Tra le eccezioni quella per chi fa visita ad amici o parenti, nel numero massimo di due persone esclusi minori, disabili e persone non autosufficienti non conviventi. "Sarà un Natale diverso, ma non per questo meno autentico", dice oggi il premier Giuseppe Conte che si dichiara "orgoglioso" della risposta dei cittadini. Il ministro Lamorgese in un'intervista al nostro giornale promette "sanzioni severissime per chi sgarra". Regole ferree anche in Vaticano, dove la messa di Natale viene anticipata alle 19.30. Benedizione urbi et orbi in Piazza San Pietro senza fedeli. L'Europa, nel frattempo, è in appressione per la variante Covid che dilaga in Inghilterra e minaccia anche gli altri Stati.  Oggi anche la Cina e il Brasile hanno bloccato i voli da e per la Gran Bretagna. Rientrati in Italia, intanto, i primi 160 connazionali che erano rimasti bloccati nel Regno Unito a causa dello stop della circolazione aerea. Nel frattempo, dopo quello delle Marche, si registra oggi il primo caso di Coronavirus inglese in Puglia

Quali sono i negozi aperti in zona rossa