Covid, una tabella dell'ultimo monitoraggio Iss
Covid, una tabella dell'ultimo monitoraggio Iss

Roma, 22 novembre 2020 - Emergono luci e ombre dai dati Covid di oggi.  Il bollettino quotidiano del ministero della Salute registra una flessione dei contagi di Coronavirus in Italia (28.337) e dei morti (562 nelle ultime 24 ore, ieri 692). I numeri rilevati nel weekend, si sa, vanno sempre analizzati con cautela: sono stati quasi 50mila in meno i test processati, il che significa che il rapporto positivi tamponi risale rispetto a ieri. Torna ad accelerare anche l'incremento dei pazienti in terapia intensiva, così come quello dei ricoverati in ospedale in regime ordinario. Nuovi casi in calo in LombardiaVeneto ed Emilia-Romagna, lieve aumento in Toscana e Marche.

Covid in Italia

l totale dei contagiati dall'inizio dell'emergenza, con i 28.337 nuovi casi di oggi, sale a 1.408.868. Le vittime complessive del Covid in Italia (oggi +562, incremento in frenata) sono 49.823.  'Solo' 188.747 test effettuati (ieri 237.225): il rapporto positivi tamponi torna al 15,06% dal 14,6% di ieri. 

I ricoverati in ospedale con sintomi sono 34.279 (+216 rispetto a ieri, quando erano cresciuti di 106), mentre accelere nuovamente l'incremento dei pazienti in terapia intensiva: sono 43 in più di 24 ore fa, 3.801 in totale. Ieri l'aumento era stato di 10 unità. Gli italiani in isolamento domiciliare ci sono 767.867, 13,942 in più. La regione con il maggior numero di nuovi casi è la Lombardia con 5.094, seguita da Campania (3.217), Veneto (2.956), Emilia-Romagna (2.665), Piemonte (2.641) e Lazio (2.533).

Tabella Coronavirus

News dalle regioni / Lombardia

Sono 5.094 i nuovi positivi al Coronavirus in Lombardia nelle ultime 24 ore (ieri 8.853), a fronte di 29.800 tamponi effettuati (ieri oltre 44mila). Altri 165 decessi che portano il numero delle vittime complessive 20.524. Le persone ricoverate con sintomi, in Lombardia, sono 8.391 delle quali 949 in terapia intensiva, mentre sono 155.066 i soggetti in isolamento domiciliare.

Emilia-Romagna

Sono 2.665 (ieri 2.723) i nuovi casi  di Coronavirus in Emilia-Romagna su 13.114 tamponi eseguiti. La percentuale dei nuovi positivi sul numero dei tamponi fatti nelle ultime 24 ore è oggi del 20,3%. Purtroppo si registrano 38 nuovi decessi (ieri 47). Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle asintomatiche o con sintomi che non richiedono cure ospedaliere, sono attualmente 64.359 (+2.114 rispetto a ieri): si tratta del 96,3% del totale dei casi attivi.

Piemonte

Si aggiungono 2.641 casi di Covid in Piemonte. Di questi sono 881 sono asintomatici (il 33%). Altri 69 i decessi nelle ultime 24 ore, mentre i guariti crescono di 1.652 unità.

Veneto

Contagi in calo in Veneto: sono 2.956 i nuovi casi nelle ultime 24 ore (ieri 3.570). Scendono anche i decessi: 31, contro i 67 di venerdì Il lieve aumento la pressione sugli ospedali: nei reparti non critici sono ricoverati oggi 2.328 malati Covid (+7), nelle terapie intensive 297 (+6). I soggetti in isolamento domiciliare sono 39.051 (-106).

Toscana

Crescono di 1.929 unità (ieri +1.892) i casi di Coronavirus in Toscana, dove purtroppo si registrano altri 51 decessi. Si tratta di  25 uomini e 26 donne con un'età media di 85,5 anni. I ricoverati sono 2.083 (11 in meno rispetto a ieri), di cui 298 in terapia intensiva (2 in più).

Liguria

Altri 14 morti a causa del Coronavirus in Liguria. Si tratta di persone tra i 65 e i 90 anni, decedute tra il 20 e il 22 novembre. Le vittime da inizio emergenza salgono dunque a 2.241. I nuovi casi di Covid in regione sono 611, rilevati su 4.428 tamponi (13,8% il rapporto test/positivi). 

Lazio

Altri 2.533 contagi in Lazio (ieri 2.658) a fronte di quasi 25mila tamponi (ieri 30mila). Sono 20 i decessi (-17) nelle ultime 24 ore, +336 i guariti. "Torna al 10% il rapporto tra i positivi e i tamponi, calano i decessi e calano i positivi", spiega l'assessore regionale alla Sanità D'Amato.  Nel Lazio sono stati superati i 100mila casi da inizio epidemia: l'età media si aggira intorno ai 45 anni. 

Marche

Altri 529 casi di Covid nelle Marche, in crscita rispetto ai 452 di 24 ore fa. Aumenta anche il rapporto positivi tamponi testati nel percorso nuove diagnosi, pari al 29,5% e stabile (ieri 29,6%). 

Campania

Sono 3.217 le persone contagiate dal Covid-19 nelle ultime 24 ore in Sicilia su 24.332 tamponi esaminati. Di queste 2.976 sono asintomatiche e 241 sintomatiche. Altri 21 i decessi comunicati, relativi al periodo 15-21 novembre, mentre sono 850 i guariti nelle ultime 24 ore.

Friuli-Venezia e Giulia

Sono 675 i nuovi contagi da Coronavirus rilevati in Friuli-Venezia e Giulia (l'11,21%dei 6.024 tamponi eseguiti). Altri 13 i decessi da Covid-19 in regione nelle ultime 24 ore. Le persone risultate positive al virus  dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 24.658.

Puglia

Sono 1.327 i nuovi casi di Covid in Puglia, in lieve calo rispetto a 24 ore fa quando erano stati 1.377. Oggi purtroppo si registrano altri 32 decessi, ieri erano stati 19.

Alto Adige

Sette morti nelle ultime 24 ore a causa del Covid in Alto Adige. Su 2.889 tamponi si registrano 535 nuovi casi positivi. Attualmente 323 persone sono ricoverate nei normali reparti ospedalieri, altre 38 in terapia intensiva. "Con lo screening di massa sono stati individuati oltre 3.000 asintomatici che ora si trovano in quarantena, altrimenti sarebbero rimasti nascosti", ha detto oggi il presidente della Provincia di Bolzano Kompatscher.  "Se non li avessimo individuati, avendo in Alto Adige un Rt di 1,5, avremmo rischiato 95.000 contagi nel giro di poco", ha aggiunto.

LE ALTRE - Si registrano oggi 221 contagi in Basilicata, i nuovi casi in Valle d'Aosta sono 99 (con altri 4 morti). Altri 444 positivi al Covid in Calabria dove si registrano 5 decessi nelle ultime 24 ore. In Calabria aumentano sia i ricoveri in regime ordinario (+9), sia le terapie intensive (+2). In Sicilia si registrano 1.258 nuovi casi a fronte di 45 morti comunicati nelle ultime 24 ore. Altri 404 contagi e 10 vittime in Sardegna

Le ultime notizie

A tenere banco sono sempre le possibili riaperture del prossimo Dpcm di Natale 2020. Le regioni attendono anche con ansia di sapere se e quando potranno uscire da zona rossa e zona arancione. Lombardia e Piemonte sono tra le prime a confidare nel 'declassamento', mentre l'Emilia-Romagna e le Marche puntano sul ritorno in zona gialla, magari già dal 3 dicembre.

Un sondaggio di Noto pubblicato dal nostro giornale mostra come sei italiani su dieci siano faveroveli a un allentamento delle restrizioni sotto le feste. La maggior parte si dice ancora confusa sulle regole, i divieti non sono ritenuti chiari. Se riaperture saranno, e non è detto, restano un rebus sia le date (si è ipotizzato un allentamento a due tempi, per favorire lo shopping natalizio), sia la consistenza dell'allentamento. Sotto la lente, in particolare, possibili deroghe per lo spostamento tra regioni. Intanto dall'Oms arriva un monito: se l'Europa non si attrezzerà ora, è concreto il rischio di una terza ondata Covid a inizio 2021. L'esempio da seguire, spiega l'inviato speciale dell'Organizzazione David Nabarro, è quello dei paesi asiatici. Resi pubblici, infine, i prezzi del vaccino anti Coronavirus di Moderna