Covid, il bollettino del 20 gennaio (ministero della Salute)
Covid, il bollettino del 20 gennaio (ministero della Salute)

Roma, 20 gennaio 2021 - Crescono ancora i contagi di Coronavirus in Italia, ma calano i morti. Sono questi i dati che emergono dal bollettino di oggi diffuso dal ministero della Salute. Intanto sono arrivate le nuove dosi del vaccino Pfizer. Il carico però è ridotto del 29% rispetto a quanto concordato e le Regioni hanno concordato per un riequilibrio nella distribuzione. Continua a correre poi la variante inglese, che mostra maggiore contagiosità rispetto al virus originario. Secondo quanto fa sapere l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), il mutante è stato segnalato in 60 Paesi, 10 in più rispetto all'ultimo rapporto del 12 gennaio. E salgono anche gli Stati che registrano casi della cosiddetta variante sudafricana (adesso sono 23, tre in più rispetto all'ultimo bollettino). 

Bollettino Covid del 21 gennaio

E sono quasi 17mila le persone che hanno perso la vita nel mondo nelle ultime 24 ore dopo aver contratto il Covid e circa 600mila le persone contagiate. Secondo i dati della Johns Hopkins University, dall'inizio della pandemia il totale dei morti è salito a 2.058.551, i casi a 96.215.324, e i guariti 53.107.411. Tra i Paesi più colpiti restano gli Stati Uniti, dove oggi si è insediato Joe Biden. E la nuova portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, ha dichiarato che "tenere sotto controllo il virus, affrontarlo, comunicare con la popolazione a riguardo, saranno prioritari e centrali nell'agenda" del neo presidente. Da segnalare infine il nuovo record assoluto giornaliero di morti censiti per Covid nelle 24 ore in Gran Bretagna: 1.820

Il bollettino Covid del 19 gennaio

I vaccinati in Italia in tempo reale

Il bollettino del 20 gennaio

Sono 13.571 i nuovi casi di Covid in Italia a fronte di 279mila tamponi (che comprendono ora anche i test rapidi antigenici), 25mila più rispetto a ieri. Il tasso di positività sale dal 4,1% al 4,85%. . Cresce dunque la curva epidemica (ieri i nuovi positivi erano 10.497), mentre cala quella dei decessi. Nelle ultime 24 ore i morti sono stati 524 (ieri erano 603). Ancora in calo i ricoveri: le terapie intensive sono 26 in meno (ieri -57), con 152 ingressi del giorno. In totale i ricoverati in rianimazione sono 2.461. I pazienti ricoverati con sintomi in area medica sono in calo di 230 unità rispetto a ieri, portando il totale a 22.469. In totale i casi da inizio epidemia sono 2.414.166, le vittime 83.681. Gli attualmente positivi sono 523.553 (-11.971 rispetto a ieri), i guariti e i dimessi 1.806.932 (+25.015), in isolamento domiciliare ci sono 498.623 persone (-11.715). Le regioni più colpite nelle ultime 24 ore sono: Lombardia 1.876, Sicilia 1.486, Veneto 1.359, Lazio 1.281, Puglia 1.159, Emilia Romagna 1.090.

La tabella

Le regioni / Lombardia

E' la Lombardia, come detto, la regione con più casi positivi: 1.876 (di cui 73 'debolmente positivi') su un totale 38.593 di tamponi effettuati (di cui 29.232 molecolari e 9.361 antigenici). Il totale dei test sale a 5.311.238, mentre il rapporto positivi/tamponi si attesta al 4,8%. I decessi sono invece 66. Aumentano i pazienti guariti/dimessi: sono 438.058 (+1.573), di cui 3.572 dimessi e 434.486 guariti mentre quelli ricoverati in terapia intensiva sono 428 (+3). I pazienti ricoverati non in terapia intensiva salgono invece a 3.650 (+31).

Sicilia

Sono 1.486 i nuovi casi di Covid 19 registrati oggi in Sicilia su 20.003 tamponi effettuati. Sono invece 2.269 le persone dimesse o guarite e 37 morti. In tutto nell'isola ci sono 46.707 positivi, 820 in meno rispetto a ieri, di questi 1.459 sono ricoverati in regime ordinario, 215 in Terapia intensiva e 45.033 in isolamento domiciliare.

Veneto

Torna a salire il numero dei nuovi contagi da Coronavirus in Veneto, anche a fronte dell'alto numero di tamponi effettuati (44.314): sono 1.359 i nuovi casi in 24 ore, (con un'incidenza del 3%), che portano a 301.486 il totale da inizio pandemia. Nelle ultime 24 ore si sono registrati inoltre 69 decessi, con totale a 8.256. Diminuiscono ancora i dati ospedalieri, con 2.560 ricoverati nei reparti non critici, -47 rispetto a ieri, e 338, -1 nelle terapie intensive.

Lazio

In Lazio, oggi, su oltre 12mila tamponi (-278) e oltre 16mila antigenici per un totale di quasi 29mila test, si registrano 1.281 casi positivi (+181). In lieve crescita i decessi, 61 (+2), mentre i nuovi guariti sono 3.267. Aumentano i casi e i decessi, mentre diminuiscono i ricoveri e le terapie intensive. "Il rapporto tra positivi e tamponi e' a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4%", chiarisce l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. I casi a Roma città sono a quota 500.

Puglia 

Risale al 10% il tasso di positività in Puglia in base ai dati forniti oggi dalla task force regionale. Degli 11.485 test processati, 1.159 hanno dato esito positivo (470 nuovi casi sono stati rilevati a Bari e provincia). Sono 55.101 gli attualmente positivi di cui 1.498 ospedalizzati. Le vittime dell'infezione provocata dal Coronavirus sono state 25. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.208.705 test, mentre i guariti sono 53.822.

Emilia Romagna

Continua un leggero calo di contagi e ricoveri di pazienti Covid-19 in Emilia-Romagna, ma in regione si contante altre 64 vittime tra cui diversi cinquantenni. I nuovi casi sono 1.090 su un totale di 20.646 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. L'età media dei nuovi contagiati è 47 anni, mentre circa la metà dei nuovi positivi è asintomatica. In terapia intensiva sono ricoverate attualmente 230 persone (-2 rispetto a ieri), mentre 2.490 sono i pazienti negli altri reparti Covid, 29 in meno. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.685 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 143.747. I malati effettivi ad oggi sono 52.579 (-659 rispetto a ieri). 

Campania

Sono 968 i positivi, su 15.343 tamponi effettuati, registrati oggi in Campania. Di questi 835 sono asintomatici; 68 con sintomi. Delle positività registrate 65 sono quelle identificate dai test antigenici rapidi che sono stati 1.302. I deceduti nelle ultime 48 ore sono stati 17, ma nel report sono riportati altri 25 morti avvenute in precedenza ma registrate soltanto ieri. I guariti del giorno sono 1.940. La situazione attuale è la seguente: il totale dei positivi sale a 209.482 e di questi 306 rilevati con test rapidi; quello dei tamponi arriva a quota 2.270.343 e di questi 5.599 sono di tipo antigenico. In totale, da inizio pandemia, i decessi sono stati 3.471, i guariti 135.145. Aggiornato anche il report dei posti letto su base regionale: quelli di terapia intensiva disponibili sono 656, gli occupati sono 100. I posti letto di degenza disponibili, tra covid e offerta privata, 3.160, quelli occupati 1.448.

Piemonte

Sono 606 i nuovi casi di Covid-19 in Piemonte (di cui 146 dopo test antigenico), pari al 3,2 % dei 18.868 tamponi eseguiti, di cui 12.125 antigenici. Dei nuovi casi gli asintomatici sono 286 (47,2%). E ci sono anche 43 decessi. I ricoverati in ospedale sono sono 2466 (- 34 rispetto a ieri), mentre in terapia intensiva sono 165 (- 3 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 11.257.  I pazienti guariti da inizio pandemia sono complessivamente 196.161 (+ 1.096 rispetto a ieri).

Toscana

In Toscana sono 443 i positivi in più rispetto a ieri (439 confermati con tampone molecolare e 4 da test rapido antigenico). L'età media dei casi odierni è di 45 anni circa Da inizio epidemia, i contagi sono 128.881. Gli attualmente positivi sono oggi 8.282, +0,3% rispetto a ieri. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 809 (27 in meno rispetto a ieri, meno 3,2%), 113 in terapia intensiva (8 in meno rispetto a ieri, meno 6,6%). Nelle ultime 24 ore sono stati registrati anche 18 decessi. Complessivamente, 7.473 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (54 in più rispetto a ieri). La Toscana si trova al 12° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 3.462 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 3.985 x100.000, dato di ieri). 
 

Marche

Nelle Marche sono 417 i nuovi positivi rilevati su 4.876 nel percorso nuove diagnosi (il totale dei test è di 7.122, di cui 2.246 nel percorso guariti). I casi odierni comprendono soggetti sintomatici (46 casi rilevati), contatti in setting domestico (84 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (158 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (18 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (17 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (10 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (16 casi rilevati), screening percorso sanitario (4 casi rilevati). Per altri 64 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel percorso screening antigenico sono stati effettuati 2.955 test e sono stati riscontrati 62 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 2%. 

Marche, le superiori riaprono il 25 gennaio

Le altre regioni

In Abruzzo, su 4.675 tamponi, sono emersi 279 nuovi casi, mentre i decessi sono sette. In Calabria i nuovi positivi sono 313 in più. In Sardegna si registrano invece 216 nuovi casi e 5 morti. Si segnalano poi 441 nuovi casi positivi nella provincia di Bolzano e 278 in quella di Trento, entrambe registrano 4 decessi a testa.