Ospedale Spallanzani (Ansa)
Ospedale Spallanzani (Ansa)

Roma, 31 ottobre 2020 - Il nuovo bollettino del Ministero della Salute, che fotografa l'andamento dell'epidemia di Coronavirus in Italia, segna oggi un ulteriore incremento delle terapie intensive e dei nuovi casi. a fronte di un nuovo record di tamponi. 

Le ultime notizie

Vista la situazione, convocata per le 18 una riunione urgente del Comitato Scientifico (Cts): sul tavolo degli esperti ci sarebbero possibili ulteriori misure per frenare l'ascesa del Covid. Sul Paese infatti aleggia lo spettro di un nuovo lockdown generalizzato, anche se Conte e i suoi, al momento, sembrano orientati a imporre ulteriori restrizioni più localmente che sul piano nazionale. La conferma arriva oggi dal ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, che non esclude "la necessità di una, due, tre settimane di stop in alcuni territori" a seconda dell'indice Rt . Nel mirino le grandi metropoli come Milano e, a seguire, anche Napoli, Roma e Torino. Dal canto suo il premier, in tema scuole chiuse sì o no, ha ammesso che la didattica in classe è "a rischio", esprimendo le preoccupazioni dell'esecutivo, in allerta sull'evoluzione del Covid in Italia.  "Per gli effetti del vaccino bisognerà aspettare la primavera", ha poi chiarito il presidente del Consiglio confermando che le prime dosi dovrebbero arrivare in dicembre.

Nel frattempo, sale la tensione per le chiusure stabilite dall'ultimo Dpcm. Oggi è durato alcuni minuti il parapiglia tra i manifestanti del Popolo delle mascherine tricolori, tra loro diversi elementi di estrema destra, e le forze dell'ordine a piazza Campo dei Fiori a Roma. Dopo il sit-in sotto la statua di Giordano Bruno i manifestanti, un centinaio, volevano partire con un corteo non autorizzato verso piazza di Montecitorio, ma gli agenti li hanno bloccati all'ingresso di piazza del Biscione: è partita una colluttazione con manganellate nei confronti dei manifestanti e lancio di oggetti, bottiglie di vetro e petardi contro gli agenti. Ieri sera, invece, la protesta a Firenze è sfociata in violenti scontri nel centro storico tra giovani e manifestanti e polizia. Lanciate anche molotov e bombe carta. Di oggi la conta dei danni provocati dagli atti di vandalismo, mentre si segnalano nuove frizioni durante il corteo dei centri sociali. "La crisi peserà sui giovani, pensiamo al loro futuro", il monito lanciato al nostro giornale dall'ex ministro Elsa Forneroche non ha mancato di bacchettare il governo in carica. A Perugia, intanto, è stato ricoverato in ospedale per Coronavirus il cardinale Gualtiero Bassetti. Positivo, ma asintomatico, anche l'arcivescovo Mario Delpini di Milano. In Veneto, il governatore Luca Zaia ha firmato un'ordinanza per consentire anche ai medici di base di eseguire i tamponi rapidi. Per quanto riguarda le notizie Covid dal mondo, si apprende che anche Boris Johnson, in Gran Bretagna, potrebbe annunciare lunedì prossimo un nuovo lockdown nazionale.

I dati Covid di oggi 31 ottobre

Ancora in aumento, ma più lieve rispetto agli ultimi giorni, i casi di Covid in Italia. Sono 31.758 i positivi registrati nelle ultime 24 ore (ieri 31.084), con il nuovo record dei tamponi, 215.886 (800 piu' di ieri). In forte crescita invece i decessi, 297 (ieri 199), per un totale di 38.618 vittime. Sono 97 le terapie intensive in più (1.843 in tutto), e 972 i ricoveri ordinari (in totale 17.966). La regione con più casi è sempre la Lombardia (+8.919), seguita dalla Campania in forte crescita (+3.669, 500 casi in più), Piemonte (+2.887), Veneto (+2.697), Toscana (+2.540) e Lazio (+2.289). Unica regione con un aumento a due cifre il Molise, +83. Il totale dei casi sale così a 679.430. In aumento i guariti, 5.859 (ieri 4.285), per un totale di 289.426. Per questo rallenta la crescita degli attualmente positivi, +25.600 (ieri +26.595), e sono 351.386. Di questi, 331.577 sono in isolamento domiciliare, 24.531 più di ieri. Infine, la percentuale positivi/tamponi sale al 14,7% (ieri 14,4%), mentre la percentuale dei positivi/casi testati si conferma al 24%, in linea con i dati di ieri. 

La tabella in Pdf

News locali / Lombardia

 In testa alle regioni con il più alto numero di nuovi positivi trovati nelle ultime 24 ore sempre di gran lunga la Lombardia, che sfiora di nuovo i 9 mila infetti (8.919). Sono 73 invece i morti, che fanno salire il totale, dall'inizio dell'epidemia, a 17.535. I tamponi effettuati sono stati 46.781 (in totale 46.781). 

Campania

Continua a crescere il numero di positivi in Campania: sono 3.669, di cui 3.477 asintomatici, a fronte di 20.860 tamponi effettuati. Il totale dei positivi sale a 55.740. 14 i deceduti (tra il 26 e il 30 ottobre) per un totale di 673. I guariti sono 275 (11.337 in totale). I posti letto di terapia intensiva occupati sono 168, quelli di degenza 1.403.

Piemonte

I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 70.636 (+2.887 rispetto a ieri), di cui 1199 (42%) sono asintomatici. I ricoverati in terapia intensiva sono 174 (+15 rispetto a ieri), mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 2. 683 (+136 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 29.967. I tamponi diagnostici finora processati sono 1.029.059 (+15.575 rispetto a ieri), di cui 565.672 risultati negativi.

Veneto

Si registrano altri 2.697 casi di Covid in Veneto (ieri 3.012), 56.953 da inizio epidemia.  Altri sette i decessi nelle ultime 24 ore (ieri 17), arrivati a quota 18.007 gli isolamenti domiciliari. 

Lazio

Nel Lazio aumentano i nuovi positivi ma anche i morti. "Su oltre 25mila tamponi oggi si registrano 2.289 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 2.246, sempre su oltre 25mila tamponi eseguiti. I decessi oggi sono 22 a fronte dei 17 di ieri. Per quanto riguarda invece i guariti, sono stati 108 nelle ultime 24 ore. 

Emilia Romagna

Crescono i nuovi casi in Emilia-Romagna: sono 2.046 in più nelle ultime 24 ore (ieri 1.763), 55.841 in totale.  Aumentano anche i tamponi: 18.943. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 10,8%, l'età media si attesta a 44,4 anni. Purtroppo, si registrano 19 nuovi decessi: 7 in provincia di Bologna, 6 in provincia di Modena, 2 in provincia di Piacenza, 2 in provincia di Ferrara, uno a Cesena e uno a Rimini.

Toscana

Altri 2.540 casi in Toscana, in calo rispetto a ieri, 44.263 in totale da inizio epidemia. Calano anche i tamponi: 16.176 in 24 ore, contro i 17.834 di ieri.  Escludendo i test di controllo, sono 9.589 i casi testati. L'età media dei contagiati si conferma intorno ai 45 anni. Sono 25 i decessi registrati nelle ultime 24 ore, 14 uomini e 11 donne con un'età media di 84 anni. Il totale delle vittime da inizio epidemia sale così a 1.345. Aumentano i ricoveri (+49) e le terapie intensive (+10). Complessivamente, ci sono poi 26.635 persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (1.375 in più rispetto a ieri, più 5,4%). Altre 30.784 (1.145 in più rispetto a ieri, più 3,9%) sono a loro volta isolate pechè contatti di positivi.

Liguria

Non si arresta l'aumento di casi di positività al Coronavirus in Liguria: il bollettino odierno diffuso dalla Regione ne registra altri 1.068. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 6.389 tamponi, 443.676 da inizio emergenza. Si registrano anche 25 nuovi morti: si tratta di persone tra i 67 e i 98 anni. In ospedale sono ricoverati 1093 pazienti, 93 in più di ieri. Di questi 57 sono in terapia intensiva. 

Marche

Contagi in calo anche nelle Marche, dove si riscontrano 502 casi su 1.728 nuove diagnosi (quasi il 29% dei test è risultato positivo, in aumento rispetto al 26,6% di ieri). Nei due giorni precedenti erano stati 686 (28,9%) e 524 (26,6%). Testati 3.195 tamponi (1.467 nel percorso guariti) nelle ultime 24 ore. I contagi comprendono 75 soggetti sintomatici. Per gli altri si tratta di contatti domestici (104), contatti stretti di casi positivi (138), setting lavorativo (12), in ambienti di vita/divertimento (31), assistenziale (5), scolastico/formativo (14), percorso sanitario (7), rientri dall'estero (9; Bangladesh e Albania). Per altri 107 casi sono in corso le indagini epidemiologiche.

Puglia

Sono 762 i nuovi casi di Coronavirus in Puglia (18.622 da inizio epidemia), a fronte 6.279 test. Purtroppo si registrano 10 nuovi ecessi: 7 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Brindisi, 1 in provincia Bat. Complessivamente in questi mesi sono stati effettuati 556.505 test, 6506 sono i pazienti guariti. 11.393 sono i casi attualmente positivi.

Valle d'Aosta

Diminuiscono i nuovi casi anche in Valle d'Aosta, 104 nelle ultime 24 ore. Due i decessi registrati per un totale di 168 dall'inizio della pandemia. Al momento sono 146 i ricoverati in ospedale (+19), 7 i pazienti in in terapia intensiva (invariato). 

LE ALTRE REGIONI - Sono 166 i contagi di oggi in Basilicata, dove si conta anche una nuova vittima. Cinque le persone guarite. Altri 450 casi in Abruzzo, con 8 morti, e 325 in Sardegna. In Calabria 202 infezioni, i decessi salgono a 116 (+2 rispetto a ieri). E anche in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 726 nuovi contagi (6.262 tamponi eseguiti) e tre decessi da Covid-19. Sono 952 i nuovi casi di coronavirus scoperti in Sicilia e 390 i nuovi positivi in Trentino, su 3.056 tamponi effettuati, 130 i ricoverati.