Coronavirus, tamponi in Italia (Ansa)
Coronavirus, tamponi in Italia (Ansa)

Roma, 28 ottobre 2020 - Il nuovo bollettino sull'epidemia da Coronavirus in Italia segna un record dei tampone effettuati, ma crescono anche i ricoveri in terapia intensiva. Vista la situazione, risuona la parola "lockdown" in tanti paesi d'Europa, già deciso in Francia e Germania. L'Istituso superiore della Sanità sottolinea come l'epidemia è sempre più diffusa in Italia, tanto che consulente del ministero Walter Ricciardi ha parlato di un lockdown "necessario" a Napoli e Milano. Così oggi i sindaci delle due città hanno scritto al ministro della Salute, Roberto Speranza, chiedendo chiarimenti. Si scongiurano altre chiusure e anche Mario Balzanelli, presidente Società italiana Sistema 118, boccia il lockdown, ma avverte: "Il vero dato da monitorare è il riempimento delle terapie intensive, che raddoppia di settimane in settimane". Intanto i timori di un nuovo lockdown affossano le Borse di tutta Europa: Piazza Affari perde il 4%, Parigi ha perso il 3,37%, Francoforte il 4,17%.

Conte: "Italia in scenario di tipo 3, indennizzi entro il 15 novembre"

Covid, il bilancio del 28 ottobre

Sono 24.991 i nuovi casi da Coronavirus (quasi tremila in più di ieri) a fronte di 198.952 tamponi effettuati, il record giornaliero. Secondo i dati del ministero della Salute i morti nelle ultime 24 ore sono 205. Nuovo balzo dei pazienti in terapia intensiva per Covid-19 in Italia. Sono 125 in più nelle ultime 24 ore (ieri l'aumento era analogo, +127),  per un totale di 1.536 persone in rianimazione. Nei reparti ordinari ci sono ora 14.981 pazienti, con un incremento di 1.026. Il rapporto positivi/casi testati oggi è del 20,51%. Gli attualmente positivi sono arrivati a 276.457, ben 21.367 più di ieri. Di questi, 259.940 sono le persone in isolamento domiciliare.

Il contagio corre in Lombardia che registra 7.558 i nuovi casi, il dato più alto da sempre. Segue il Piemonte con oltre 2.800 casi, la Campania con 2.427 e il Veneto con 2.123 nuovi contagiati. Il Lazio ne registra 1.963. La regione con il minore incremento è il Molise con 19 casi. 

La tabella, i numeri delle Regioni

Notizie locali / Lombardia

Oggi in Lombardia si sono registrati 7.558 casi di Covid, dato record nel singolo giorno, e 47 morti. In totale i decessi salgono a 17.357. E' anche record di tamponi, ne sono stati effettuati 41.260. Dei nuovi casi individuati, 229 sono "debolmente positivi" e 36 derivano da test sierologici. Cresce anche il numero dei ricoverati: +357 nei reperti ordinari e +21 in terapia intensiva, con il totale di questi ultimi che arriva a 292 persone. Il numero dei guariti o dimessi cresce di 989 unità.  Milano resta la provincia da cui proviene la maggior parte dei nuovi casi: 2.708, di cui 1.092 a Milano città. Nu,eri altri anche in provincia di Varese: 1.902 nuovi positivi, e Monza e Brianza: 822.

Campania

In Campania nelle ultime 24 ore si registrano 2.427 nuovi contagiati su 15.030 tamponi effettuati (334 casi in meno di ieri, con un numero simile di tamponi). Di questi, 2.396 sono asintomatici, mentre i restanti 31 presentano sintomi. L'Unità di crisi regionale comunica che tra il 24 e il 27 ottobre sono decedute 17 persone, che portano il totale dei morti a 624, mentre i nuovi guariti sono 365 (il totale è di 10.272). I posti letto di terapia intensiva sono complessivamente 564, di cui 143 occupati (3 in meno rispetto a ieri) e 227 attivabili. I posti letto attivabili in degenza ordinaria sono invece 1.500, quelli occupati 1.218, 8 unità in più rispetto alle ultime 24 ore.

Piemonte

Crescono ancora i contagi da Covid in Piemonte: oggi 2.827 nuovi casi di positività (asintomatici al 45%), con 14 ricoverati in più in terapia intensiva e 221 negli altri reparti. I pazienti in ospedale sono 2.372, di cui 135 in terapia intensiva. Forte anche l'incremento dei tamponi processati: +16.673 rispetto a ieri, quando l'incremento era stato di 12547 test (con 2458 positivi). L'Unità di crisi della Regione comunica poi altre 19 vittime che portano il totale da inizio pandemia a 4.305. Le persone in isolamento domiciliare sono 23.415.

Lazio

Su quasi 23mila tamponi oggi nel Lazio (-2.275 rispetto a ieri) si registrano 1.963 casi positivi (-30), 19 i decessi (-4) e 140 i guariti (-94). Il rapporto tra positivi e i tamponi è 8,5%. "Continua il potenziamento della rete ospedaliera Covid a un ritmo di oltre 120 posti al giorno", fa sapere, in una nota, l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato.

Veneto

Salgono i contagi in Veneto. Nelle ultime 24 ore si registrano 2.143 nuovi positivi e 11 decessi. Crescono anche gli attualmente positivi 21.600 (+2083) e i ricoverati negli ospedali, che oggi raggiungono quota 896 (+59). “Fra due giorni - ha affermato il Governatore Luca Zaia - siamo alla fase 3. Siamo come in una turbolenza durante un grande volo intercontinentale, bisogna avere nervi saldi ed essere organizzati. È giusto che il cittadino sappia come si sta evolvendo la situazione, perché questa sfida la facciamo assieme. Noi curiamo tutti negli ospedali, ma il cittadino deve tenere bene la mascherina, o meglio stare a casa. Chiediamo la massima collaborazione, perché vi sono molti accessi ai pronto soccorso in autonomia e si rischia di mandarli al collasso". 

Toscana

Sono 1.708 i nuovi positivi al Coronavirus in Toscana, su un totale di 36.992 registrati dall'inizio dell'epidemia. I nuovi casi sono il 4,8% in più rispetto al totale del giorno precedente e l'età media è di 48 anni circa. Crescono i guariti del 2,9%, per un totale di 13.335. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.041.270, 13.811 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 22.360, +6,3% rispetto a ieri. Mentre i ricoverati sono 987 (64 in più rispetto a ieri), di cui 130 in terapia intensiva (11 in più). Oggi si registrano 7 nuovi decessi: 4 uomini e 3 donne con un'età media di 82,3 anni.

Emilia Romagna

In Emilia Romagna si sono registrati 1.212 casi in più rispetto a ieri, su un totale di 21.376 tamponi eseguiti, e 14 decessi. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti passa così al 5,7%.  L'età media dei nuovi positivi di oggi è 43,3 anni. La situazione dei contagi nelle province vede quella di Modena con 280 nuovi casi, poi Bologna (222), Reggio Emilia (171), Rimini (114), Ravenna (96), Piacenza (91), Parma (75). Poi la provincia di Ferrara (57), l'Imolese (37), Cesena (36) e Forlì (33).

Puglia

In Puglia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 772 casi positivi e 13 decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 537.592 test. Sono 9.437 i casi attualmente positivi, 6.217 i pazienti guariti. L'assessore regionale alle Politiche della Salute, Pier Luigi Lopalco, ha affermato che "il numero giornaliero dei casi in costante aumento delinea uno scenario preoccupante. Sebbene infatti molti di questi casi di positività si riferiscano a soggetti che non hanno particolari problemi di salute, una percentuale comunque consistente nei prossimi giorni dovrà avvalersi di cure mediche, aumentando ulteriormente la pressione sul sistema ospedaliero. Stiamo lavorando incessantemente su due fronti: per rafforzare le attività di contact tracing sul territorio e per preparare il sistema ospedaliero ad accogliere la progressiva ondata di casi".

Le altre Regioni

Calano le infezioni nelle Marche: sono 351 i nuovi positivi. Salgono invece a 161 i casi di Covid in Basilicata, emersi a fronte dei 1.451 tamponi processati, e 3 i morti. In Abruzzo 434 contagi e 2 decessi. Altre 406 infezioni in Friuli Venezia Giulia e  362 in Sardegna, mentre in Calabria i nuovi contagiati sono 196.

Le altre notizie di oggi

Covid, piste piene in Val Senales. Altro che paura dei contagi

Il sociologo: crisi peggio del Covid. "Sbagliato etichettare la rabbia"

E' morto Pino Scaccia, storico corrispondente Rai