Covid, la mappa del 14 giugno
Covid, la mappa del 14 giugno

Roma, 14 giugno 2021 - Nuovo bollettino sull'andamento dell'epidemia da Coronavirus in Italia. I dati diffusi da ministero della Salute e Protezione Civile mostrano una discesa dei contagi, che scendono sotto quota mille, a fronte però come ogni lunedì, di un basso numero di tamponi effettuati nel weekend. In risalita invece il numero dei decessi, dopo il miglioramento che si era registrato ieri. Non si arresta l’allentamento della pressione ospedaliera con ricoveri e terapie intensive ancora in calo. Intanto da oggi sono oltre 40 milioni gli italiani in zona bianca, dopo l'ingresso di altre sei regioni nella fascia più chiara.

Aifa: "Sì a mix di vaccini per gli under 60 che hanno fatto AstraZeneca"

Zona bianca, tutte le regole: domande e risposte

Sommario

Prosegue a buoni ritmi la campagna di vaccinazione con ormai quasi la metà della popolazione, il 48,5%, che ha ricevuto almeno la prima dose. Ma, dopo il blocco ad Astrazeneca per gli under 60, continua la discussione sulla seconda dose eterologa. Secondo Giorgio Palù, presidente dell'Aifa, due vaccini diversi stimolano meglio il sistema immunitario, ma il governatore Vincenzo De Luca vieta il mix di sieri nella regione Campania.

Il "mix" di vaccini anti-Covid per i richiami divide i virologi

Mixare i vaccini? Una scommessa rischiosa

Sul fronte esteri continua a preoccupare la variante indiana, ora chiamata delta. Nel Regno Unito il primo ministro Boris Johnson ha annunciato il rinvio del cosiddetto 'Freedom Day', il giorno della ripartura totale del Paese, prevista per il 21 giugno e ora rimandata di 4 settimane. Dopo l'aumento dei contagi in Inghilterra e i casi di variante delta scoperti a Milano, Brindisi e in Emilia-Romagna il premier Mario Draghi ha paventato l'inserimento della quarantena per chi arriva dalla Gran Bretagna

Variante indiana e vaccino anti-Covid, cosa sappiamo

Il bollettino Covid del 14 giugno

I nuovi casi di Covid in Italia scendono sotto quota mille per la prima volta da settembre: secondo il bollettino quotidiano del ministero della Salute sono 907 a fronte dei 1.390 di ieri ma con un numero decisamente inferiore di tamponi, come ogni domenica: 79.524 a fronte di 134.136. Il tasso di positività sale quindi dall'1% di ieri all'1,1% delle ultime 24 ore. Le vittime di oggi sono 36 (ieri erano state 26), per un totale da inizio pandemia di 127.038. Continua anche il calo della pressione sulle strutture ospedaliere: i ricoverati con sintomi sono 77 in meno di ieri (3.465 in totale), i pazienti in terapia intensiva 29 in meno (536 complessivamente, con 11 ingressi del giorno). In sole quattro regioni si sono registrati più di 100 casi: Sicilia (163), Emilia Romagna (137), Lazio (111) e Lombardia (102). Il totale dei casi da inizio pandemia ha raggiunto quota 4.245.779. Gli attualmente positivi sono 2.523 in meno di ieri (157.790 in tutto), i dimessi/guariti 3.394 in più (complessivamente 3.960.951). In isolamento domiciliare risultano 153.789 persone, con un decremento di 2.417 unità rispetto a ieri.

I dati sul Coronavirus del 13 giugno

Dati dalle regioni / Sicilia

Diminuiscono leggermente i contagi in Sicilia. I nuovi positivi scendono a 163 dai 183 di ieri. I tamponi effettuati sono stati 9.911, meno della metà rispetto ai 21.814 di ieri, e hanno determinato un indice di positività dell'1,64%. Sette decessi si sono registrati nelle ultime 24 ore, due in più rispetto a ieri. I guariti oggi sono 247. Calano gli attualmente positivi (-91) che ora sono pari a 6.631. Aumentano lievemente i ricoveri nei reparti ordinari, 319 (+9), mentre è di 39 il numero di ricoveri in terapia intensiva, con nessun nuovo ingresso (ieri erano stati 6). In isolamento domiciliare vi sono 6.273 persone.

Emilia-Romagna

Sono 137, 63 asintomatici, i nuovi casi di Coronavirus accertati in Emilia- Romagna nelle ultime 24 ore con 8.111 tamponi, numero basso come sempre nei week-end. È stabile il conto dei ricoverati, mentre continuano a calare i malati attivi e si registra un morto. A Piacenza non è stato rilevato nessun nuovo contagio, mentre tra la province si segnalano 35 casi a Parma, 28 a Forlì-Cesena, 23 a Bologna più circondario imolese. I guariti sono 463 in più rispetto a ieri e i casi attivi 327 in meno (8.018), il 95,6% in isolamento con sintomi lievi o senza sintomi. Negli ospedali i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono sempre 62, 291 quelli negli altri reparti Covid (+3).

Lazio

Oggi nel Lazio numero di positivi più basso da agosto 2020. "Su 5437 mila tamponi (-2085) e quasi 4mila antigenici per un totale di oltre 9mila test, si registrano 111 nuovi casi positivi (-16), i decessi sono 6 (+6), i ricoverati sono 454 (+4). I guariti 428, le terapie intensive sono 94 (-4). Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 1,2%. I casi a Roma città sono a quota 86". Lo rende noto l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato.

Lombardia 

Con 11.699 tamponi effettuati sono 102 i nuovi casi in Lombardia con un tasso di positività in leggero calo allo 0.8% (ieri 0.9%). Sono ancora in calo i posti letto occupati in terapia intensiva (-5, 109) e negli altri reparti (-32, 596). I decessi sono 3 per un totale complessivo di 33.729 morti in regione dall'inizio della pandemia. Per quanto riguarda le province, non si registrano nuovi casi a Lodi e Varese, sono 42 nella città metropolitana di Milano, di cui 25 a Milano città, 17 a Bergamo, 11 a Sondrio, 10 a Como e Monza e Brianza, 3 a Brescia, 2 a Cremona, 1 a Lecco, Mantova e Pavia.

Piemonte

In Piemonte sono 87 i nuovi casi di persone risultate positive (di cui 2 dopo test antigenico), pari allo 0,8% di 11.492 tamponi eseguiti, di cui 7.304 antigenici. Degli 87 nuovi casi, gli asintomatici sono 59 (67,8%). Il totale dei casi positivi sale così 366.261 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. I decessi comunicati dalla Regione sono 3, di cui nessuno verificatosi oggi. Negli ospedali i ricoverati in terapia intensiva sono 45 (-2 rispetto a ieri), mentre i pazienti Covid nei reparti non critici sono 303 (-14 rispetto a ieri).

Toscana

I nuovi positivi rilevati in Toscana sono 82 su 5.068 test di cui 4.054 tamponi molecolari e 1.014 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 1,62% (4,1% sulle prime diagnosi).  Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi, mentre i guariti aumentano di 331 unità. Malgrado l'effetto del fine settimana, caratterizzato da una sostanziale assenza di dimissioni dagli ospedali, nell'ultima giornata si registra una nuova flessione del dato dei ricoverati. I pazienti in cura restano 253 (-8), di cui 63 in terapia intensiva (-3). 

Campania

Sono 80 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 2.240 test molecolari esaminati ieri. Il numero dei tamponi, come sempre fortemente ridotto nei festivi, fa salire il tasso di incidenza al 3,57, contro il 2,07 del giorno prima. Si segnalano cinque nuove vittime (solo una deceduta nelle ultime 48 ore) e 324 guariti. Continua il trend positivo dei ricoveri ospedalieri: i posti letto occupati in terapia intensiva scendono a 24 (-5 rispetto al giorno prima), quelli nei reparti di degenza a 379 (-31).

Puglia

L'1,3% dei 3.405 test processati in Puglia per accertare l'infezione da Coronavirus ha dato esito positivo. Si tratta di 47 nuovi casi di contagio di cui quasi la metà accertati in provincia di Lecce in cui si contano 17 malati Covid in più rispetto a ieri. Altri 13 nuovi casi sono stati accertati in provincia di Brindisi, 9 nel foggiano, 8 in provincia di Bari e uno rispettivamente nella Bat e nel tarantino. Gli attualmente positivi sono 12.584 di cui 283 ospedalizzati. Nelle ultime 24 ore le vittime invece sono state due, accertate nelle province di Bari e Brindisi. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano ha dichiarato: "Stiamo seguendo molto attentamente la variante Delta, che è la variante indiana. C'è un focolaio a Brindisi che è monitorato, speriamo di aver individuato tutti i contagiati".

Sardegna

In Sardegna nelle ultime 24 ore sono stati 31 i nuovi casi,rilevati dall'analisi di 1.160 tamponi. Non si registrano nuovi decessi: il totale delle vittime in regione resta invariato a 1.484. Sono invece 83 (-4) le persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica, mentre sono 6 (+1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.883 e i guariti aumentano di 110 unità (sono complessivamente 43.583).

Basilicata

In Basilicata negli ultimi due giorni sono stati processati 664 tamponi molecolari: 28 sono risultati positivi e di questi 27 appartengono a residenti in regione. Nel fine settimana appena trascorso è stato inoltre registrato un altro decesso: il totale delle vittime lucane è di 564. Le persone ricoverate negli ospedali della regione sono 40, nessuna delle quali in terapia intensiva, mentre i soggetti attualmente positivi sono 2.896 (2.856 in isolamento domiciliare).

Veneto

Numeri del Covid tra i più bassi di sempre in Veneto, da quando è iniziata la crisi sanitaria, nel febbraio 2020. La regione registra 19 nuovi casi di positività nelle ultime 24 ore, per un indice dello 0,29% rispetto ai tamponi effettuati. Nessun decesso, come già era avvenuto domenica, per cui da 48 ore il report delle vittime è invariato 1 11.600. I dati ospedalieri sono invariati: 444 ricoverati totali, dei quali 392 nelle aree mediche, e 52 in terapia intensiva. I soggetti attualmente positivi sono 5.880 (-40).

Calabria

Sono 18 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al Coronavirus in Calabria su 899 tamponi eseguiti; scende rispetto a ieri il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dal 4,54% al 2%).  Il totale dei casi in regione salgono così a 68.250 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Nelle ultime 24 ore si registrano inoltre 4 decessi (1.212 in tutto). Sul fronte ospedaliero attualmente i ricoveri sono 154 (-3 rispetto a ieri), di cui 8 in terapia intensiva (-1 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi invece sono 7.899 (-196).

Liguria

Sono 5 i nuovi casi di positività al Covid rilevati in Liguria dall'analisi di 1.485 tamponi molecolari e 482 antigenici rapidi. Nelle ultime 24 ore inoltre si registra un decesso che fa salire a 4.343 il totale delle vittime da inizio emergenza. Sul fronte ospedaliero sono scesi a quota 67, 4 in meno di ieri, i ricoverati, 12 dei quali sono in terapia intensiva.

Marche

Nelle ultime 24 ore, nelle Marche sono stati individuati 3 nuovi casi di Covid, l'1,1% rispetto ai 274 tamponi, molecolari e antigenici, processati all'interno del percorso per le nuove diagnosi. Il rapporto positivi-test effettuati è sceso rispetto al giorno precedente, quando era stato del 3,2%, con 33 nuovi casi su 1.043 tamponi. Il totale dei positivi individuati dall'inizio della crisi pandemica è salito così a 103.414.

Le altre regioni

In Molise sono 4 i nuovi casi. Nessun decesso e nessun contagio in Alto Adige. Resta invariato rispetto a ieri il numero delle vittime anche in Abruzzo, dove si rilevano 5 nuovi positivi. Un altro giorno senza decessi in Umbria, dove i contagi sono 4. In Friuli Venezia Giulia dei 1.147 test effettuati, tra molecolari e antigenici, quattro hanno dato esito positivo. Due nuovi contagi e nessun morto sia in Valle d'Aosta sia in Trentino