Roma, 22 gennaio 2021 - Calano i nuovi casi e i morti giornalieri di Coronavirus in Italia. E' quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute, mentre cresce l'attesa per i possibili cambi di colore delle regioni. Per la prima volta l'indice Rt nazionale torna sotto a 1 (0.97). "Questa settimana si osserva un miglioramento del livello generale del rischio, sebbene siano ancora 9 le Regioni e Province autonome a rischio alto di una epidemia non controllata e non gestibile o ad alto rischio di progressione a rischio alto nelle prossime settimane", segnala il monitoraggio della Cabina di regia Istituto superiore di sanità-ministero della Salute sul Covid. "Le misure di contenimento e di restrizione hanno funzionato e che bisogna pertanto continuare a mantenere dei comportamenti prudenti", dice Gianni Rezza, direttore della Prevenzione del ministero della Salute. E anche l'Unione Europea ora pensa a istituire 'zone rosso scuro' oltre a limitazioni ai viaggi all’estero (con tanto di test e quarantena per chi arriva da zone con un'alta incidenza dei casi). 

Covid: i dati sul Coronavirus in Italia del 23 gennaio

Sul fronte scuola e didattica a distanza, c'è poi da segnalare la decisione del Tar della Campania che ha disposto il rientro in classe degli studenti delle superiori e delle medie entro il 1° febbraio con una modalità "integrata". Novità anche per quanto riguarda l'università con il ministro Gaetano Manfredi che ha annunciato la ripresa delle lezioni in presenza al 50% a partire dal prossimo mese.

Il bollettino del 21 gennaio

Indice Rt: i nuovi dati Italia e regione per regione

Il bollettino Covid del 22 gennaio

Sono 13.633 i nuovi casi di Covid in Italia nelle ultime 24 ore a fronte di 264.728 i test (molecolari e antigenici) effettuati (2.800 in meno circa rispetto a ieri). Il tasso di positività è al 5,1% (ieri era al 5,2%). L'incremento dei morti è di 472, che porta il numero complessivo a 84.674. Sono poi 2.390 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, in calo di 23 nel saldo tra entrate e uscite rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 144. Nei reparti ordinari sono invece ricoverati 21.691 pazienti, in calo di 354 unità rispetto a mercoledì. La regione con più casi nelle 24 ore è la Lombardia (+1.969), seguita da Sicilia (+1.355), Emilia Romagna (+1.347), Veneto (+1.198), Lazio (+1.142), Campania (1.106) e Puglia (1.018). Tutte le altre sono sotto quota mille. Dall'inizio dell'emergenza i contagi sono stati 2.441.854.

La tabella

Faq Dpcm: chi possiamo andare a trovare

Le regioni / Lombardia

Con 1.969 nuovi casi la regione più colpita dal Covid è anche oggi la Lombardia, dove si registrano pure 58 decessi. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 34.056 tamponi. Sale a 522.364 il totale dei casi dall'inizio della pandemia, mentre sono 26.518 le persone che hanno perso la vita nella regione. Il totale degli attualmente positivi è di 53.215, inclusi 408 pazienti in terapia intensiva (-3 rispetto a ieri). I dimessi guariti sono in tutto 442.631.Intanto uno studio dell'università Statale di Milano, dell'ospedale Niguarda e del Policlinico San Matteo di Pavia ha evidenziato "la presenza massiccia di ben 7 varianti virali" in Lombardia già nella prima ondata. 

Sicilia

Sono complessivamente 1.355 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Sicilia, dove il numero complessivo dei positivi sale a quota 47.289. Le vittime in un solo giorno sono state 32 (3.161 dall'inizio dell'emergenza sanitaria) e i guariti 932. 

Emilia Romagna

In Emilia Romagna sono 1.347 i nuovi casi di positività al Coronavirus sulla base di 21.709 tamponi, fra molecolari e antigenici. Si contano 43 morti. Dei nuovi contagiati, 569 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening. I casi attivi scendono a 51.211, il 94,8% in isolamento domiciliare perché non necessitano di particolari cure. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 220 (2 in più rispetto a ieri), 2.402 quelli negli altri reparti Covid (-54). Dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 9.051.

Veneto

Nelle ultime 24 ore il Veneto registra 1.198 nuovi positivi e 75 decessi. Gli infetti da inizio epidemia raggiungono quota 303.687 mentre i morti sono 8.439. Continua a scendere la pressione sugli ospedali: i pazienti Covid ricoverati in area non critica sono scesi oggi a 2.416 (-49), quelli nelle terapie intensive 321 (-12).

Lazio

Nel Lazio diminuiscono i nuovi contagi e aumentano i morti. Su oltre 12 mila tamponi (-43) e oltre 14mila antigenici per un totale di quasi 27mila test, si registrano infatti 1.141 casi positivi (-162), 53 decessi (+17) e 2.327 guariti. "Il rapporto tra positivi e tamponi è a 9%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4%", Lo sottolinea l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. I I casi a Roma città sono a quota 600. Gli attulamente positivi sono 71.446, di cui 2.673 ricoverati, 289 in terapia intensiva e 68.484 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 119.270, i decessi 4.624 e il totale dei casi esaminati è pari a 195.340. 

Campania

In Campania sono 1.106 i nuovi casi di Coronavirus emersi nelle ultime 24 ore, 64 dei quali sintomatici e 951 asintomatici. Sono 13.834 i tamponi processati, di cui 1.580 antigenici (di questi, 91 sono risultati positivi). La percentuale di positivi sul numero di tamponi processati è 7,9%. Sono 46 i decessi inseriti nel bollettino odierno dell'Unità di crisi della Regione, mentre il totale dei morti sale a quota 3.557. Numero record dei nuovi guariti: sono 10.105, il numero complessivo è 146.113. Sono poi ricoverati 104 pazienti Covid in terapia intensiva (4 in più rispetto a ieri) e 1.438 pazienti Covid nei reparti di degenza (2 in meno rispetto al dato di ieri). Il totale dei positivi dall'inizio dell'emergenza sono 211.803 (di cui 445 antigenici), i tamponi complessivamente analizzati sono 2.299.650 (di cui 8.479 antigenici). 

Puglia

Sono 1.018 i nuovi casi di Coronavirus rilevati in Puglia a fronte di 9.887 test processati. Il rapporto tra test processati e positivi è pari all'10,2%. Resta la provincia di Bari l'area con maggior numero di nuovi contagiati: 370. Gli attualmente positivi sono 54.547 di cui 1.480 in ospedale. Le vittime del virus sono state 31. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.230.116 test mentre i guariti sono 56.611.

Piemonte

In Piemonte si sono registrati 849 nuovi casi di positive al Covid-19 (di cui 143 dopo test antigenico), pari al 4% dei 21.060 tamponi eseguiti (13.908 gli antigenici). Dei nuovi casi gli asintomatici sono 370 (43,6%). Il totale dei casi positivi diventa così di 220.155. I ricoverati in terapia intensiva sono 152 (-7 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2342 (-77 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 10.845. I tamponi diagnostici finora processati sono 2.332.667 (+21.060 rispetto a ieri), di cui 993.711 risultati negativi. Infine sono 23 i decessi, per un totale di 8.548 deceduti risultati positivi al virus. I pazienti guariti sono complessivamente 198.268 (+1063 rispetto a ieri).

Marche

Sono 437 i positivi al Covid rilevati nelle Marche tra le nuove diagnosi. Nelle ultime 24 ore "sono stati testati 6.698 tamponi: 4.415 nel percorso nuove diagnosi (di cui 2.663 nello screening con percorso Antigenico) e 2.283 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 9,9%)". Il rapporto positivi/testati è pari al 4%. Per il terzo giorno consecutivo è in calo il numero dei pazienti Covid assistiti negli ospedali: sono complessivamente 664, 5 meno di ieri, dei quali 634 (-4) ricoverati nei reparti e 30 (-1) nei pronto soccorso. Nelle terapie intensive sono assistite 79 persone, 4 in meno rispetto al giorno precedente. I decessi sono 12.

Toscana

In Toscana sono 429 i positivi in più rispetto a ieri (422 confermati con tampone molecolare e 7 da test rapido antigenico). L'età media dei nuovi positivi odierni è di 50 anni circa. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 752 (23 in meno rispetto a ieri, meno 3%), 110 in terapia intensiva (6 in meno rispetto a ieri, meno 5,2%). Oggi si registrano 16 nuovi decessi (il totale sale a  4.068). Complessivamente, 7.450 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (78 in meno rispetto a ieri, meno 1%). 

Abruzzo

Sono 318 i casi di Coronavirus registrati oggi in Abruzzo e risultati dai 9.312 tamponi fatti (4.111 molecolari e 5.201 test antigenici), che portano il totale dei contagi da inizio emergenza a 40.343, con una percentuale giornaliera di positività pari al 3,4%. Il bilancio odierno dei pazienti deceduti è di 17 vittime, il totale sale quindi a 1.375 (di età compresa tra 61 e 91 anni). Sono 441 (-1 rispetto a ieri) i pazienti ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 40 (-3 rispetto a ieri con 4 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10.018 (-157 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 28.469 dimessi/guariti (+462 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 10499 (-161 rispetto a ieri). 

Le altre regioni

In Friuli Venezia Giulia su 6.126 tamponi molecolari sono stati rilevati 356 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,81%, mentre i decessi sono 21. In Liguria ci sono 313 nuovi casi e 20 morti di età compresa tra i 77 e i 99 anni. In Sardegna si registrano altri 9 morti e 212 i casi in più di positività. In Calabria ci sono 368 nuovi contagi e altre 6 vittime. In Basilicata invece i nuovi contagiati sono 54.