Numero di casi testati e percentuale di casi testati positivi (Fondazione Gimbe)
Numero di casi testati e percentuale di casi testati positivi (Fondazione Gimbe)

Roma, 10 dicembre 2020 - Tornano a salire i contagi di Coronavirus in Italia. Lo rivela il nuovo bollettino del ministero della Salute, da cui emerge anche un incremento dei tamponi ma anche un boom dei morti. I nuovi decessi sono infatti 887. Intanto continua il dibattito sulla possibilità di rivedere lo stop allo spostamento tra comuni il 25, 26 dicembre e il primo gennaio, mentre anche oggi il focus è incentrato sul vaccinol’Ema dovrebbe approvare il farmaco il 29 dicembre e, dopo la Gran Bretagna, anche Germania, Belgio e Francia dovrebbero iniziare le vaccinazioni al massimo entro il 7 gennaio. Per l'Italia, il commissario per l'emergenza Domenico Arcuri ha sostenuto che tutti i Paesi europei vaccineranno con la stessa tempistica. E oggi il governatore del Veneto puntualizza: il vaccino "deve essere volontario, però è altrettanto vero che avremo il passaporto sanitario. Sarà inevitabile - ha continuato - che molti ci chiederanno: vuoi entrare in questa riunione, ma sei vaccinato?". Intanto, è proprio il Veneto a registrare un nuovo picco di casi e Zaia presenta un'ordinanza per contenere i contagi. Nel frattempo, anche nel resto del mondo la pandemia continua a correre: mentre in Germania è ancora record di casi, a Stoccolma le terapie intensive sono quasi al completo.

Il bollettino dell'11 dicembre

Covid, il bilancio del 10 dicembre

n salita, come prevedibile dopo il calo dei tamponi dovuto al Ponte festivo, la curva epidemica in Italia: sono 16.999 i nuovi casi oggi contro i 12.756 di ieri, a fronte però di 171.586 tamponi (53mila più di ieri). Il tasso positivi-tamponi scende da 10,77% al 9,9% di oggi. Sempre molto alti i decessi, 887 oggi (ieri 499, ma anche qui probabilmente pesano i ritardi delle notifiche), 62.626 in totale. Continua invece la riduzione dei ricoveri: quelli ordinari sono 565 in meno (ieri -428), per un totale che scende a 29.088, mentre le terapie intensive perdono altre 29 unità (ieri -25), con 251 nuovi ingressi, e sono 3.291 in tutto. 

I numeri delle Regioni

Fondazione Gimbe: il monitoraggio dal 2 all'8 dicembre

Le Regioni / Veneto

"Sono 177.568 totali positivi, nelle ultime 24 ore sono 4.197, sono 83.187 i positivi attuali, i ricoverati 3.222, che si sommano ai 357 in terapia intensiva +11 nelle 24 ore, 2.865 ricoverati in area non critica, +50, siamo verso +800 ricoverati rispetto a marzo, 4.551 i decessi+148 nelle 24 ore, 8189 i dimessi".  E' questo il bollettino del Coronavirus in Veneto, illustrato dal presidente Luca Zaia. "Ricordo che 4.197 positivi su 57mila tamponi rappresenta il 7,27%", ha aggiunto il governatore. "Assistiamo a una timida flessione, non c'è da festeggiare l'Rt si sta abbassando, ma è un impegno estremo con 3.222 persone ricoverate non è poco". Visti i numeri, Zaia ha presentato un'ordinanza definita "un atto dovuto", in cui vengono riprese alcune delle norme base per il contenimento del Covid19: confermata la  limitazione a un cliente alla volta per gli esercizi commerciali fino ai 40 mq di superficie di vendita e di uno ogni 20 mq per quelli al di sopra dei 40 mq di superficie di vendita. Le novità riguardano i bar e i supermercati. Nei bar dalle ore 11 (la precedente ordinanza fissava il limite alle 15) non sarà più possibile consumare in piedi. Nei supermercati invece viene spostato l'orario in cui è consigliato fare la spesa agli over 65: mentre prima l'ordinanza consigliava di riservare agli anziani le prime due ore di apertura dei supermercati, ora l'orario è quello dalle 10 alle 12, "perchè ci hanno segnalato che la mattina fa troppo freddo - sottolinea il governatore -, e mio nonno diceva che solo i mona non cambiano idea". L'ordinanza è in vigore da venerdì alle 24. 

Lombardia

Oggi in Lombardia si sono registrati 2.093 casi di Coronavirus e 172 morti. Dall'inizio dell'epidemia i decessi salgono a 23.449. I tamponi effettuati sono stati 24.229, in totale 4.350.769. Ieri, a fronte di 14.174 tamponi effettuati, c'erano stati 1.233 positivi e 69 decessi. 

Lazio

Aumentano i nuovi positivi nel Lazio. "Oggi, su quasi 16mila tamponi, si registrano 1.488 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 1.297 su quasi 14mila tamponi eseguiti. Cresce anche il numero dei decessi: sono 68 a fronte dei 33 di ieri. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 4.471: "un record", osserva D'Amato. 

Emilia Romagna

Sono 1.453 i nuovi casi di positività al Covid in Emilia-Romagna, scovati sulla base di 17.556 tamponi refertati nelle ultime 24 ore. Continuano a diminuire i ricoveri, ma si contano 72 morti, fra loro anche un uomo di 51 anni a Ravenna. La metà dei nuovi positivi continua a essere asintomatica: si tratta di 724 casi individuati grazie alle attività di screening e contact tracing. Aumentano le guarigioni (2.506) e di conseguenza calano i casi attivi, che oggi sono 64.717: il 95,2% è in isolamento domiciliare. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 229 (-4 rispetto a ieri), 2.845 quelli negli altri reparti Covid (-12). 

Puglia

Su 11.168 test per l'infezione da Coronavirus sono stati registrati oggi in Puglia 1.332 casi positivi. Sono 55 invece i decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 867.066 test: 17.870 sono i pazienti guariti, 48.802 i casi attualmente positivi.

Piemonte

Sono 974 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 in Piemonte, pari all'6,8 % dei 14.418 tamponi eseguiti. Dei 974 nuovi casi, gli asintomatici sono 421, pari al 43,2 %. Il totale dei casi positivi diventa quindi 181.531. I decessi odierni sono 84, con il totale delle vittime che è ora pari a 6.897. I pazienti guariti sono complessivamente 113.527 (+3266 rispetto a ieri). I ricoverati in terapia intensiva sono 310 (- 8 rispetto a ieri), non in terapia intensiva 4.069 (-33 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 56.728 mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 1.712.408 (+14.418 rispetto a ieri), di cui 836.730 risultati negativi. 

Toscana

I nuovi casi positivi Covid registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 517 su 9.577 tamponi molecolari e 3.696 test rapidi effettuati. Lo ha annunciato Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, sulla sua pagina Facebook.

Sardegna

Sono 25.279 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 248 nuovi casi (+ 5). Si registrano anche 7 decessi (556 in tutto), sei uomini e una donna tra 64 e 89 anni. In totale sono stati eseguiti 409.587 tamponi con un incremento di 4.163 test. Sono invece 610 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-11), mentre è di 63 (+2) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 14.994. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 9.615 (+262) pazienti guariti, più altri 114 guariti clinicamente. 

Abruzzo

Sono complessivamente 31.201 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 227 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 98 anni) e 10 morti, per un totale di 1.013. Del totale odierno, 3 casi riguardano decessi dei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalla Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 14.197 dimessi/guariti (+547 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 15.991 (-330 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza, sono stati eseguiti complessivamente 449.788 test (+2.792 rispetto a ieri). Sono 657 i pazienti (-9 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 65 (+1 rispetto a ieri con 6 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 15.269 (-322 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. 

Basilicata

Ancora in calo i nuovi casi positivi al Covid in Basilicata: 48 nelle ultime 24 ore, dall'analisi però di un numero sempre ridotto di tamponi, appena 612. Sono decedute sei persone. In un giorno sono guariti 53 pazienti (in totale sono ora 2.657). I lucani attualmente positivi sono 6.092 e di questi 5.955 sono in isolamento domiciliare. In totale, le vittime del Xoronavirus sono salite a 186. I ricoverati scendono a 137: solo 15 però sono in terapia intensiva (sette a Potenza e otto a Matera). Dall'inizio dell'emergenza sono stati analizzati 163.918 tamponi, 152.1723 dei quali sono risultati negativi. 

Valle D'Aosta

Un decesso, con il totale che sale a 344, e 783 casi positivi attuali, -73 rispetto a ieri, di cui 98 ricoverati, 10 in intensiva e 675 in isolamento domiciliare. Sono i dati dell'emergenza Covid 19 in Valle d'Aosta. Da inizio epidemia, i casi positivi sono 6801 (+18), i guariti 5674 (+90) e i tamponi finora effettuati 64408.