Roma, 15 febbraio 2021 - Il bollettino di oggi, sull'epidemia da Coronavirus in Italia, segna un aumento delle terapie intensive e dei ricoveri, mentre gli esperti continuano a dividersi sull'ipotesi di adottare nuove chiusure (qui raccogliamo alcuni pareri)visto il pericolo delle varianti del Covid. A scatenare le polemiche sono state le parole del consigliere del ministro della Salute, Walter Ricciardi, che ha continuato a insistere sulla necessità di adottare un lockdown totale. E oggi il Cts ha avvvertito che per "contenere e rallentare" la diffusione delle mutazioni del Covid, "in analogia con le strategie adottate negli altri paesi europei", è necessaria una "rigorosa osservanza, rafforzamento e incremento delle misure di mitigazione". Anche la direttrice dell'Ecdc, Andrea Ammon, ha dichiarato che "dalla nostra ultima valutazione la situazione epidemiologica è rimasta molto preoccupante". La decisione su un'evenutale chiusura spetterà solo al nuovo governo Draghi. Ma intanto, da parte della Lega, il leader, Matteo Salvini, ribadisce la sua posizione: "Spero che finisca anche la stagione degli allarmismi sui giornali e i telegiornali".

Variante inglese, l'Iss: "Fino al 59% dei contagi in alcune aree"

Capitolo sci. Dopo la firma di ieri di Roberto Speranza al provvedimento che rinvia la riapertura degli impianti sciistici al 5 marzo, continuano le polemiche da parte degli operatori del settore, che parlano di "danni drammatici", e dei governatori delle Regioni, che dichiarano "inaccettabile" il dietrofront all'ultimo minuto. Le piste, infatti, avrebbero dovuto riaprire oggi, dopo mesi di rinvii, e in Piemonte c'è chi non si è lasciato fermare e ha riaperto per protesta.

E' sul fronte vaccini, invece, che sembra che con il nuovo governo sia già pronto a una svolta, a suon di più efficienza e meno poesia: protezione civile in campo e addio ai padiglioni a forma di primula del commissario Arcuri. Intanto, è di oggi anche la dichiarazione del governatore della Sardegna, Christian Solinas, sul certificato di vaccinazione per entrare in Regione: "Chi entra in Sardegna dovrà presentare un certificato di negatività o di avvenuta vaccinazione, il sistema dei controlli partirà ben prima dell'inizio della stagione estiva". 

Covid, il bilancio del 15 febbraio

Oggi, dai dati del ministero della Salute, si registrano 7.351 casi e 258 morti. Sono stati effettuati 179.278 tamponi e il tasso di positività si attesta al 4,1%. Sono 2.089 i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia, con un saldo giornaliero di 4 unità in più tra ingressi e uscite. Gli ingressi giornalieri in rianimazione sono stati 122. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono ora 18.515, con un aumento di 66 unità. I casi totali salgono a 2.729.223. In aumento i guariti, 11.771 (ieri 9.469), per un totale di 2.237.290. Torna a diminuire il numero delle persone attualmente positive, 4.685 in meno (ieri +1.370), che torna sotto quota 400mila (398.098) per la prima volta dal 2 novembre 2020. Di questi, sono in isolamento domiciliare 377.494, 4.755 meno di ieri. Riguardo le Regioni, si registrano 1.391 casi in Emilia Romagna, 966 in Campania e 945 in Lombardia.

I numeri delle Regioni

Notizie locali / Emilia Romagna

In Emilia Romagna dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus si sono registrati 237.123 casi di positività, 1.391 in più rispetto a ieri,su un totale di 12.058 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell'11,5%, non indicativa dell'andamento generale visto il numero di tamponi effettuati che la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti soprattutto su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo. Si registrano 21 nuovi decessi che portano il totale a 10.147.

Campania

L'Unità di crisi della regione Campania ha reso noto che i positivi del giorno sono 966 (di cui 51 casi identificati da test antigenici rapidi) di cui asintomatici 871 e sintomatici 44 su 9.509 tamponi (di cui 795 antigenici). Il totale dei positivi è 243.882 (di cui 3.116 antigenici) su 2.679.393 taponi (di cui 64.083 antigenici). I nuovi decessi sono 16 (7 deceduti nelle ultime 48 ore, 9 deceduti in precedenza ma registrati ieri) su un totale di 4.022. I nuovi guariti sono 888 che portano il nunero complessivo a 170.804. Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656; occupati: 107. Posti letto di degenza disponibili: 3.160; occupati: 1.281.

Lombardia

Oggi in Lombardia si registrano 945 nuovi positivia fronte di 14.260 tamponi, mentre le vittime sono 36. Tornano ad aumentare i ricoveri: saldo di +2 in terapia intensiva (366 posti letto occupati, con 19 ingressi in un giorno) e +10 negli altri reparti (3.572 nel complesso). 

Lazio

Oggi su oltre 11 mila tamponi nel Lazio (+2.079) e oltre 4 mila antigenici per un totale di oltre 15 mila test, si registrano 760 casi positivi (-49), 34 decessi (+23) e 1.885 guariti. Diminuiscono i casi, i ricoveri e le terapie intensive, mentre salgono i decessi. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 6%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale scende al 4%. I casi a Roma città sono sotto quota 400. Lo rende noto l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato. 

Abruzzo

In Abruzzo dall'inizio dell'emergenza sono complessivamente 48.299 i casi positivi al Covid 19 registrati. Sono 533 i nuovi casi 12 i decessi. Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 11.977 (+329 rispetto a ieri), sono stati eseguiti complessivamente 680.147 tamponi molecolari (+3.367 rispetto a ieri) e 172.729 test antigenici (+21.004 rispetto a ieri). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 2.2 per cento.

In Regione, si è registrata un'impennata di contagi a Pescara: la provincia, insieme a quella di Chieti, è da ieri in zona rossa. Preoccupa l'area metropolitana, dove dilaga la variante inglese, a cui - secondo le ultime stime del laboratorio di Genetica molecolare dell'Università di Chieti - è riconducibile il 65% dei contagi, percentuale in aumento rispetto ai giorni scorsi. "La variante è ora dominante", afferma il direttore della struttura, Liborio Stuppia, secondo cui nella zona serve un "lockdown duro". Si tratterebbe di una delle aree d'Italia in cui la variante sta circolando di più: i nuovi casi registrati in provincia di Pescara sono 308.

Piemonte

Sono 438 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid in Piemonte (di cui 53 dopo test antigenico), pari al 4,3% dei 10.263 tamponi eseguiti, di cui 6.309 antigenici. Dei 438 nuovi casi, gli asintomatici sono 201 (45,9 %). Il totale dei casi positivi diventa quindi 237.872. Sono 14 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione, di cui uno oggi.

Toscana

Sono 428 i positivi in più rispetto a ieri in Toscana. Dall'inizio dell'epidemia sono 143.803 i casi di positività al Coronavirus. I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 127.018 (88,3% dei casi totali). Sono stati eseguiti 5.225 tamponi molecolari e 2.459 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5,6% è risultato positivo. Sono invece 4.455 i soggetti testati oggi, di cui il 9,6% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono 12.336, +1,4% rispetto a ieri. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 845 (22 in più rispetto a ieri, più 2,7%), 132 in terapia intensiva (2 in più rispetto a ieri, più 1,5%). Si registrano 18 nuovi decessi

Puglia

Su soli 2.971 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati oggi in Puglia 345 casi positivi, con un tasso di positività pari all'11,6%. I decessi sono invece 22. I nuovi casi infetti sono così distribuiti: 115 in provincia di Bari, 30 in provincia di Brindisi, 6 nella provincia BAT, 95 in provincia di Foggia, 43 in provincia di Lecce, 53 in provincia di Taranto, 2 casi di residenza non nota, 1 caso di residente fuori regione. I 22 morti sono così registrati: 1 in provincia di Bari, 3 in provincia BAT, 7 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.438.375 test. 91.416 sono i pazienti guariti. 40.464 sono i casi attualmente positivi. 

Sicilia

Sono 332 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore. Si tratta del dato più basso dall'inizia dell'anno nell'Isola. I tamponi antigenici e molecolari effettuati nello stesso arco temporale sono stati 18.637. Secondo il report del ministero della Salute, il numero degli attuali contagiati nell'Isola scende a 34.549 (317 meno di ieri). Nelle ultime 24 ore si sono registrati 628 guarigioni e 21 decessi. I positivi ricoverati in regime ordinario sono 1.035, quelli nei reparti di terapia intensiva e sub-intensiva 165

Veneto

Dati dei nuovi contagi Covid ai minimi in Veneto quest'oggi, con soli 241 casi di positività nelle ultime 24 ore, e 11 decessi. Il totale degli infetti, dall'inizio dell'epidemia, sale a 321.716, quello delle vittime a 9.509. Si attenua il trend di discesa nei reparti ospedalieri: in area non critica sono ricoverati 1.433 pazienti Covid (-5), nelle terapie intensive 148 (-3). I soggetti attualmente positivi al virus sono 24.810 (-4). Visto il quadro epidemiologico, nonostante la Regione sia tra quelle in cui al momento la curva dei contagi sta calando maggiormente, il governatore Luca Zaia ha fatto sapere che per quanto riguarda le scuole "è prudenziale continuare con presenza al 50% fino alla scadenza del Dpcm, il 5 marzo".

Liguria

La pandemia Covid in Liguria ha provocato altre 7 vittime (tra i 72 e i 93 anni), con 194 nuovi contagi, dopo 2.312 test molecolari e 1.306 test antigenici rapidi, con un'incidenza dunque del 5,36% sul totale dei test eseguiti. Gli ospedalizzati restano sostanzialmente stabili e sono 655 (+2), con 61 malati in terapia intensiva (-1). Il totale dei casi positivi si riduce di 76 unità a 5.774. I soggetti in sorveglianza attiva sono 5.569 in tutta la regione (erano 5.836 ieri). 

Calabria

"In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 524.810 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 555.254 (allo stesso soggetto possono essere effettuati piu' test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 35.564 (+128 rispetto a ieri), quelle negative 489.246". Lo rende noto la Regione Calabria nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Coronavirus: dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 649 (+2 rispetto a ieri), i guariti sono 28.169 (+132 rispetto a ieri), i ricoveri sono 217 (-11 rispetto a ieri).

Marche

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 1.120 tamponi e sono stati registrati 128 nuovi positivi. E' in crescita, per il terzo giorno consecutivo, il numero dei pazienti Covid assistiti negli ospedali: sono complessivamente 670, 2 in più rispetto a ieri, dei quali 620 ricoverati nei reparti, 4 meno del giorno precedente, e 50 (+6) nei pronto soccorso. Nelle terapie intensive sono assistite 83 persone, 3 piu' di ieri. Gli altri 381 (-3) pazienti sono ricoverati in reparti non intensivi. In tutta la regione ci sono 7.524 persone in isolamento domiciliare, 18 più di ieri, mentre nelle strutture territoriali sono ospitati complessivamente 192 pazienti (-4) Sono diventati complessivamente 50.574 i dimessi-guariti, 296 più di ieri. 

Basilicata

In Basilicata nello scorso fine settimana sono stati analizzati 1.230 tamponi molecolari: 103 sono risultati positivi al Coronavirus e di questi 101 appartengono a residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 48 ore sono stati registrati tre decessi, con il totale delle vittime lucane fermo a 342. Sono 76 le persone ricoverate negli ospedali lucani, delle quali sei in terapia intensiva, tre al San Carlo di Potenza e tre al Madonna delle Grazie di Matera. Con 61 guarigioni registrate nel fine settimana, il numero dei lucani attualmente positivi è di 3.213 (3.137 in isolamento domiciliare). In totale i guariti lucani sono 10.315. Dall'inizio dell'epidemia in Basilicata sono stati analizzati 223.172 tamponi molecolari, 206.585 dei quali sono risultati negativi e sono state testate 136.631 persone.

Sardegna

Solo 56 casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore in Sardegna dove sono stati effettuati 43.366 test di cui 41.746 tamponi antigenici, eseguiti sabato e domenica nella provincia di Nuoro per la campagna di screening 'Sardi e sicuri'. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l'Isola un tasso di positività dello 0,1%. Si registrano, però, anche sei decessi per un totale di 1.072 dall'inizio dell'emergenza. I casi di contagio accertati complessivamente sono 40.263. Sono invece 320 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (dato invariato), mentre sono 25 (-2) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.600. I guariti sono complessivamente 25.023 (+110), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 223.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 762 tamponi molecolari sono stati rilevati 26 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,41%. Sono inoltre 310 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 14 casi (4,51%). I decessi registrati sono 12; i ricoveri nelle terapie intensive sono 63 (ieri 61) mentre scendono quelli in altri reparti, 412 (ieri 414). I decessi complessivamente ammontano a 2.705, con la seguente suddivisione territoriale: 607 a Trieste, 1351 a Udine, 573 a Pordenone e 174 a Gorizia. I totalmente guariti sono 57.918, i clinicamente guariti 1.806, mentre calano le persone in isolamento che oggi risultano essere 9.284 (ieri 9.296). Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 72.188 persone.

Valle D'Aosta

In Valle d'Aosta 9 nuovi positivi che portano il totale a 7.918 da inizio pandemia. I positivi attuali sono in calo a 138, di cui 10 ricoverati. Tra questi 2 in terapia intensiva e 126 invece sono le persone attualmente in isolamento domiciliare. Il totale dei decessi stabile a 413.

Le altre notizie

Vaccino Covid, Zaia: "Due offerte per 12 e 15 milioni di dosi"

Vaccini, Pfizer: "Ritardo in Italia? Recupereremo. In trincea contro le varianti del virus"

Viaggi vietati, vacanze in città (al Grand Hotel)