Un'infermiera nel reparto Covid (Ansa)
Un'infermiera nel reparto Covid (Ansa)

Roma, 5 novembre 2020 - Ancora un aumento di casi di Coronavirus in Italia. Lo rivela il nuovo bollettino diffuso dal Ministero della Salute (qui i dati di ieri). Intanto l'Istituto superiore della Sanità ha tenuto una conferenza stampa per spiegare gli indicatori che hanno portato alla suddivisione dell'Italia in tre zone regolate dal Dpcm che enterà in vigore da venerdì 6 novembre, scatenando le proteste delle Regioni (Lombardia, Piemonte, Calabria e Val d'Aosta) inserite nella fascia rossa che prevede di fatto un lockdown similie a quello della primavera. La Calabria ha già fatto sapere che impugnerà l'ordinanza, mentre il ministro Speranza bolla le polemiche come "surreali". "Il nuovo lockdown pesa, ma serve unità", dice invece il premier Giuseppe Conte. Soddisfatti delle nuove misure i medici: Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) definisce i provvedimenti "opportuni". Venerdì inoltre dovrebbe tenersi il consiglio dei ministri per varare il 'Dl ristori'. Mentre l'Inps fa sapere che finora sono state erogate  13,6 milioni di prestazioni Cig connesse all'emergenza Covid.

Torna intanto l'emergenza al Pio Albergo Trivulzio di Milano dove sono positivi 7 ospiti e 64 dipendenti. Una storia triste infine da Caltanissetta dove madre (72 anni) e figlio (50) sono morti di Covid a pochi giorni di distanza, mentre il marito e padre versa in gravi condizioni.

I dati Covid di oggi

Continua a salire la curva epidemica del Covid in Italia: nelle ultime 24 ore si registrano 34.505 nuovi casi (ieri erano 30.550). Aumentano anche i morti 445 contro i 352 di ieri, portando il totale delle vittime dell'epidemia in Italia a 40.192. Record dei tamponi, 219.884, quando ieri ne erano stati processati 211.831. La percentuale positivi-tamponi è salita al 15,69% contro il 14,42% di ieri. Quanto alle regioni, è sempre la Lombardia a registrare il maggior numero, anche oggi in incremento, di nuovi casi, 8.822 contro i 7.758, seguita da Campania con 3.888 (ieri 4.181), Veneto con 3.264 (ieri 2.436) e Piemonte con 3.171 (ieri 3.577). Il totale dei contagi sale quindi a 824.879. In crescita i ricoveri in terapia intensiva nelle ultime 24 ore: sono 99 contro i 67 di ieri, per un totale che sale a 2.391. In salita anche i ricoveri ordinari, +1.140 (contro i 1.002 di ieri), per un totale attuale di 23.256. I guariti nelle ultime 24 ore sono 4.961 (ieri 5.103) per un totale di 312.339. Il numero delle persone attualmente positive sale di altre 29.113 (ieri 25.093) e arriva a 472.348. Di questi, sono in isolamento domiciliare 446.701, vale a dire 27.874 più di ieri. 

La tabella

News locali / Lombardia

Con 41.544 tamponi eseguiti è di 8.822 il numero dei nuovi positivi registrati in Lombardia (percentuale del 21,2%), dove ieri ci sono stati 139 morti, per un totale di 17.987 morti. Il numero di ricoverati in terapia intensiva è salito 522 (+15), negli altri reparti a 5.318 (+300). Per quanto riguarda le Province, i casi segnalati a Milano sono stati 3.654, di cui 1.367 in città; 973 a Varese, 898 a Monza, 703 a Brescia, 615 a Como, 578 a Pavia, 252 a Bergamo, 231 a Mantova, 197 a Cremona, 189 a Lecco, 173 a Lodi e 115 a Sondrio. 

Piemonte

Calano rispetto a ieri i nuovi contagi da Coronavirus in Piemonte: 3.171 di cui il 46% è asintomatico, ma resta forte la pressione sugli ospedali. I ricoverati in terapia intensiva sono 249, 16 in più rispetto a ieri, quelli negli altri reparti 3.698, 173 in più rispetto a mercoledì. Quasi 17 mila i tamponi processati (16.885), i piemontesi in isolamento sfondano quota 40mila (40.027). Sono 39 i decessi, di cui nove nella giornata di oggi. I guariti dall'inizio della pandemia sono 36.086. 

Veneto

Le cose vanno male oggi in Veneto. Sono infatti 3.264 i nuovi casi positivi in 24 ore (record), per un dato complessivo di 68.795 infetti dall'inizio dell'epidemia. Preoccupante balzo anche del numero delle vittime, 38 in più rispetto a ieri. Il totale dei morti (tra ospedali e case di riposo) sale a 2.516. In crescita infine gli indicatori dei ricoveri nei reparti non critici, 1.274 (+81) e nelle terapie intensive, 170 (+15).

Liguria

Sono 1.208 i nuovi contagi dell'epidemia in Ligura, emersi dopo 6.587 tamponi effettuati. Mentre salgono a 1.863 le vittime, 29 in più rispetto a ieri. I ricoverati nei reparti di media e bassa intensità con sintomi sono 1.236 (+40) e sono 76 le persone in terapia intensiva. Nella regione ci sono 9.911 (+717) persone in isolamento domiciliare, mentre in totale sono 11.223 (+756) le persone attualmente positive al Covid-19.

Toscana

In Toscana si registrano altri 2.273 i nuovi positivi al Coronavirus, il totale raggiunge così quota 55.088 dall'inizio dell'epidemia. I nuovi casi sono il 4,3% in più rispetto al totale del giorno precedente e l'età media è di 47 anni circa. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.164.607, 16.374 in più rispetto a ieri. Sono 10.611 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 21,4% è risultato positivo. Oggi si registrano 25 nuovi decessi: 12 uomini e 13 donne con un'età media di 84 anni. guariti crescono dell'1,5% e raggiungono quota 16.136 (29,3% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 37.482, +5,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.589 (73 in più rispetto a ieri), di cui 202 in terapia intensiva (5 in più).  

Emilia Romagna

Nuovo record di contagi in Emilia-Romagna: i nuovi casi sono 2.180 (il totale sale quindi a 65.091) su un totale di 20.332 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 10,7%. Più della metà dei quali (1.156) sono asintomatici, individuati attraverso screening e contact tracing. Ci sono stati tredici nuovi morti. Anche se aumenta la percentuale delle persone che non richiedono cure ospedaliere o sono prive di sintomi (97,5%), aumentano anche i ricoveri: sono infatti 177, 16 in più di ieri, quelli in terapia intensiva e 1.588 negli altri reparti Covid (+34). I nuovi decessi, che portano il totale a 4.712, riguardano persone di età compresa fra i 71 e i 98 anni. La provincia con il maggior numero di contagi è Bologna con 599 nuovi casi.

Lazio

Oggi su oltre 30mila tamponi, un record nel Lazio (+3.671) si registrano 2.735 casi positivi (+303). "Ma il dato tiene conto di 309 notifiche ritardate soprattutto nella Asl Roma 5", spiega l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. I decessi invece sono 35 (+1), 293 i guariti (+149). Il rapporto tra positivi e tamponi è stabile al 9%. 

Marche

Ancora in crescita i dati delle Marche. Sono 698 i positivi nelle ultime 24 pari al 30% dei 2.248 tamponi testati nel percorso nuove diagnosi, e pari al 20,8% del totale dei 3.349 tamponi che comprendono anche 1.001 del percorso guariti. La provincia di Ancona è la più colpita con 212 casi, seguita da Ascoli Piceno (157), Fermo (131), Macerata (101), Pesaro Urbino (79), e 18 da fuori regione. Due i morti.

Campania

In Campania sono 3.888 i positivi nelle ultime 24 ore, di cui 3.678 asintomatici e 210 sintomatici su 19.568 tamponi. Il dato porta il totale a 73.501 su un totale tamponi pari a 1.051.304 dall'inizio della pandemia. Le nuove vittime sono 17, che portano il totale a 756, mentre i guariti 311 per un totale complessivo di 14.697. I posti letto di terapia intensiva complessivi sono 590, di cui 243 attivabili e occupati 174; i posti letto di degenza attivabili sono 1.940, di cui occupati 1.608.

Puglia

In Puglia si registrano 26 decessi di persone colpite dal coronavirus nelle ultime 24 ore. È il dato più alto registrato dall'inizio della emergenza sanitaria a oggi. Il numero totale dei decessi sale così a 789. Sono invece 850 i nuovi casi di contagio su 7.543 test processati. La più colpita è sempre la provincia di Bari con 277 nuovi casi di contagio, segue Foggia con 273, Brindisi con 91, la Bat con 55, Lecce con 73 e Taranto con 79. I casi attualmente positivi sono 14.823 di cui 867 si trovano negli ospedali regionali: sei in piu' rispetto a ieri. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 586.802 test mentre sono 7.323 i pazienti guariti.

Sicilia

Nuovo record di contagi in 24 ore per la Sicilia che ieri è stata inserita in zona 'arancione': tra ieri e oggi i nuovi contagi sono stati 1.322, scoperti grazie a 9.497 tamponi. Si registrano anche 25 decessi e 289 guarigioni. Al momento sull'Isola si contano 18.526 positivi. Crescono gli ospedalizzati in via ordinaria e in terapia intensiva: nel primo caso si e' passati dai 1.105 di ieri ai 1.147 di oggi, nel secondo il numero di pazienti ospedalizzati è passato da 148 a 157.

Alto Adige

Nonostante sia inserito nella zona gialla, l'Alto Adige presenta anche oggi dati record. Nel giorno nel quale la città di Bolzano e altri 22 Comuni sono diventati 'zona rossa', le nuove positivita' al Covid 19 registrate sono 762 su 4.036 tamponi esaminati. 

Le altre regioni

In Basilicata ci sono 167 nuovi positivi e 2 decessi. In Valle d'Aosta sono 114 i nuovi casi positivi. In Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 546 nuovi contagi (5.033 tamponi eseguiti) e 9 decessi. In Sardegna i nuovi contagi sono 413, mentre i morti sono 6 di età compresa tra 63 e 94 anni. Sono 358 i casi di positività riscontrati oggi in Calabria su 3.412 tamponi effettuati.

image

Le altre notizie di oggi

Coronavirus e gli occhi: cosa succede?

Autocertificazione per andare a messa in zona rossa

Autocertificazione, ecco quando serve. Il modulo

Coronavirus nel mondo, in Francia un ricovero ogni 30 secondi