Test per rilevare il Coronavirus (Ansa)
Test per rilevare il Coronavirus (Ansa)

Roma, 25 settembre 2020 - Il nuovo bollettino sull'andamento del Coronavirus in Italia registra un ulteriore crescita dei contagi: 1.912 nuovi casi e 20 morti (ieri erano 1.786 nuovi positivi e 23 i decessi). E' il dato più alto dalla fine del lockdown. Si tratta di numeri che restano ben lontani da quelli allarmanti della Francia e di altri Paesi, ma che non frenano le ordinanze dei governatori regionali. Così dopo quella per la Campania a firma di Vincenzo De Luca, arriva quella per la Calabria della presidente Jole Santelli che impone fino al 7 ottobre "l'obbligo di utilizzo della mascherina anche all'aperto per tutti i cittadini, esclusi i bambini al di sotto dei 6 anni e le persone con disabilità". Intanto nel nostro Paese tiene sempre banco lo scontro sulla riapertura degli stadi fino a un 25% della sua capienza. Decisamente contrario il presidente del Consiglio Superiore di Sanità e componento del Cts, Franco Locatelli, che invita alla cautela e parla di "troppi rischi". Tra i nuovi casi di positività anche l'eurodeputato Raffaele Fitto, cointagiato insieme alla moglie. Da segnalare infine che sono più di 400 le scuole già colpite da almeno un caso di Covid e 75 sono state chiuse: nel 76% dei casi riguardano studenti, nel 13% professori, il resto coinvolge altro personale. 

Monitoraggio Iss sull'indice Rt: "Progressivo peggioramento"

Scuola, tampone e certificato per rientrare dopo sintomi simil Covid

Covid, il medico che ferma il contagio. "Cerco i positivi come un detective"

Il bilancio del 25 settembre

Aumentano ancora i casi di Coronavirus nel nostro Paese. Sono 1.912 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore, e 20 i decessi che portano il totale delle vittime a 35.801. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 107.269 tamponi, per un totale di 10.894.963 da inizio emergenza. Il totale dei dimessi/guariti è di 222.716 (+954), mentre gli attuali positivi sono 47.718 (+938). Ad oggi sono 2.737 i ricoverati con sintomi, di questi 244 si trovano in terapia intensiva, mentre in isolamento domiciliare ci sono 44.737 persone. La regione dove è stato registrato il maggior numero di nuovi casi resta la Lombardia (277), seguita da Campania (253), Lazio (230), Veneto (196) e Toscana (139). Nessuna regione a zero casi, la Valle d'Aosta fanalino di coda con un solo contagio nelle 24 ore. Dei decessi quattro si registrano in Veneto, tre in Toscana, due in Lombardia, Lazio, Campania e Sicilia e uno in Emilia Romagna, Piemonte, Liguria, Marche e Puglia. 

I numeri dalle regioni

Lombardia

Sono 277 i nuovi casi positivi in Lombardia, di cui 55 'debolmente positivi' e 8 a seguito di test sierologico. I tampone effettuati sono 20.431. Un dato che corrisponde all'1,3% dei test eseguiti. In diminuzione i ricoveri sia in terapia intensiva 30 (-1) sia in reparto, 300 (-3). Due i decessi di persone positive registrati che portano il totale in regione a 16.937. Sono invece 152 in più i guariti/dimessi per un totale complessivo di 79.624, di cui 1.508 dimessi e 78.116 guariti. Il dato più alto tra le province è quello di Milano: 192, di cui 104 a Milano città. 

Veneto

Crescono di 196 nuovi casi i positivi al Coronavirus in Veneto nelle ultime 24 ore, con il totale che sale a 26.598. Lo riporta il Bollettino regionale, che registra 4 decessi, con il totale a 2.173. I casi attuali di positività sono 3.336 (+64), le persone in isolamento fiduciario sono 9.051, di cui 200 positivi. sempre stabile la situazione negli ospedali, con 192 ricoverati nei reparti non critici (-6) di cui i positivi sono 140 (-4), e 24 nelle terapie intensive (+2) con 19 positivi (+2). 

Emilia Romagna

I nuovi casi giornalieri di Covid in Emilia-Romagna sono 122, di cui 62 asintomatici, individuati con oltre 10mila tamponi. Dei contagiati (età media 38 anni) 58 erano già isolamento, 62 emergono da focolai noti, 22 sono collegati a rientri dall'estero, quattro da altre regioni. Nelle ultime 24 ore una persona è morta, un 75enne a Ferrara, mentre calano i ricoveri: sono 18 in terapia intensiva (-2) e 189 negli altri reparti (-3). I casi attivi ora sono 4.651 (+24), le persone in isolamento a casa 4.444 (+29), il 95%. I guariti hanno raggiunto quota 25.701 (+97). 

Lazio

"Su oltre 11 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 230 casi, di cui 113 a Roma, e due decessi. "Stesso numero di ieri, nonostante un aumento del numero dei tamponi. I dati sono in calo a Roma, ma in lieve aumento nelle province. Mantenere alta l'attenzione", sottolinea l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato

Toscana

In Toscana sono 14.355 i casi di positività al Coronavirus, 139 in più rispetto a ieri (53 identificati in corso di tracciamento e 86 da attività di screening). L'età media dei casi odierni è di 38 anni circa e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 74% è risultato asintomatico, il 20% pauci-sintomatico. Si registrano anche tre decessi. I guariti crescono dello 0,3% e raggiungono quota 9.938 (69,2% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 709.159, 7.245 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 3.261, +3,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 111 (8 in meno rispetto a ieri), di cui 24 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registrano 3 nuovi decessi: 2 uomini e una donna con un'età media di 73,3 anni. 

Sardegna

In Sardegna aumentano i casi di Covid-19: secondo l'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono 57 quelli in più accertati rispetto al bollettino di ieri. Resta invariato il numero delle vittime, in tutto 148 dall'inizio dell'emergenza sanitaria, i pazienti ricoverati in ospedale sono 122, 19 (+1) in terapia intensiva, 1.653 sono le persone in isolamento domiciliare, 42 quelle guarite. In totale sono stati eseguiti 180.110 tamponi, con un incremento di 1.956 test rispetto all'ultimo aggiornamento. Attualmente sono 3.528 i casi positivi accertati.