Roma, 29 gennaio 2021 -  Bollettino sui contagi Covid in Italia, nel giorno dei cambi di colore delle regioni. Gli aggiornamenti dai territori e dal Ministero della Salute evidenziano un lieve calo di contagi e vittime, ma in un quadro in generale stabile. L'indice Rt dell'Italia cala a 0.84. Resta molto complicata la situazione sul fronte vaccini. Oggi il commissario straordinario Domenico Arcuri ha annunciato che le dosi continuano a essere ridotte: "Moderna ci ha appena informato che per la settimana del 9 febbraio delle previste 166 mila dosi ne consegnerà 132 mila, il 20% in meno". E sottolinea: "Il nostro stupore, la nostra preoccupazione e il nostro sconforto crescono, ormai quasi ogni giorno le previsioni subiscono una rettifica". Intanto l'Ue ha pubblicato il contratto con Astrazeneca. E l'Ungheria ha autorizzato l'uso del vaccino anti-Covid cinese Sinopharm. E' il primo Paese europeo ad aprire le porte al siero sviluppato da Pechino, dopo aver gia' dato il via libera al vaccino russo Sputnik V, del quale ha comprato 2 milioni di dosi da Mosca.

Zona gialla e arancione: regole, spostamenti, ristoranti. Cosa si può fare

Il bollettino del 29 gennaio

Sono 13.574 i contagi nelle ultime 24 ore. Le vittime sono 477. Ieri i positivi erano stati 14.372 e i morti 492. I ricoveri in terapia intensiva per il Covid-19 sono in calo di 18 unità nel saldo tra entrate e uscite rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri sono 148. In totale in rianimazione ci sono 2.270 persone. Nei reparti ordinari sono invece ricoverati 20.397 pazienti, in calo di 381 unità rispetto a ieri.

(In fondo all'articolo le tabelle e i grafici della fondazione Gimbe)

Le regioni / Lombardia

Nelle ultime 24 ore in Lombardia si sono registrati 1.900 nuovi casi, di cui 121 'debolmente positivi', e 77 morti. I tamponi effettuati oggi sono stati 34.156 (di cui 24.679 molecolari e 9.477 antigenici), con una percentuale rispetto ai positivi del 5,5%. Inoltre si contano 2.148 guariti/dimessi (totale complessivo: 458.254, di cui 3.340 dimessi e 454.914 guariti). I pazienti covid in terapia intensiva sono 379 (+8), mentre i ricoverati 3.490 (-47). Ieri, a fronte di 41.677 tamponi effettuati, c'erano stati 2.603 contagi e 88 morti.

Emilia-Romagna

Sono 1.320 i nuovi casi in Emilia-Romagna sulla base di 23.361 tamponi, fra molecolari e antigenici. Si contano anche 65 nuove vittime: i più giovani sono due uomini di 51 e 54 anni morti in provincia di Forlì-Cesena. I casi attivi, cioè i malati effettivi, scendono a 47.345 e il 95% di loro sono in isolamento domiciliare, perché non necessitano di cure particolari. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 209 (stabili rispetto a ieri), 2.172 quelli negli altri reparti Covid (-70). Delle 65 nuove vittime, venti sono a Bologna, 12 in provincia di Forlì-Cesena, nove a Reggio Emilia, sette a Ravenna, sei a Ferrara, cinque a Modena, due a Piacenza e a Parma. In totale, dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 9.427.

Campania

Sono 1.175 i positivi del giorno in Campania, di cui 105 casi identificati da test antigenici rapidi. Gli asintomatici sono 999, mentre 71 persone presentano sintomi. I tamponi processati sono 14.380 (2.021 antigenici) con la percentuale dei positivi sui tamponi che è pari all'8,2%, in linea con quella di ieri. I deceduti sono 21, di cui sette avvenuti nelle ultime 48 ore, mentre sono 3.101 i guariti. Cala ancora l'occupazione dei posti letto: i ricoverati in terapia intensiva sono 95, tre meno di ieri, su 656 posti disponibili, mentre sono 1.425, 49 meno di ieri, i ricoverati in degenza su 3.160 posti letto disponibili.

Lazio

Oggi su oltre 12mila tamponi nel Lazio (-770) e oltre 14 mila antigenici, per un totale di oltre 27 mila test, si registrano 1.160 casi positivi (-103), 48 decessi (+5) e 1.517 guariti. Diminuiscono i casi e i ricoveri e sono stabili le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 9%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale scende a 4%. I casi a Roma città tornano a quota 600.

Puglia

Oggi in Puglia, a fronte di 8.775 test, sono stati registrati 1.069 casi positivi: 344 in provincia di Bari, 92 in provincia di Brindisi, 111 nella provincia BAT, 244 in provincia di Foggia, 166 in provincia di Lecce, 111 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione. Sono stati inoltre registrati 24 decessi: 8 in provincia di Bari, 6 in provincia di Foggia, 8 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto.

Sicilia

Sono 994, come ieri, i nuovi casi registrati in Sicilia dove sono avvenuti 37 decessi. Scende di 1.909 il numero delle persone attualmente positive che oggi in Sicilia sono 44.267. Nelle ultime 24 ore in Sicilia sono guarite o sono state dimesse dagli ospedali 2.816 persone. Attualmente in Sicilia sono ricoverate con sintomi Covid 1.373 persone (32 meno di ieri), mentre nelle terapie intensive si trovano 211 persone, 4 meno di ieri (7 sono entrare nelle ultime 24 ore). Nell'isola nelle ultime 24 ore sono stati registrati 25.461 tamponi totali (test molecolare e test antigenico rapido), 2.790 più di ieri.

Veneto

Sono 985 i positivi in Veneto nelle ultime 24 ore, su 40.800 tamponi effettuati, con una incidenza dei positivi sui tamponi del 2,41%. I numeri sono stati diffusi dal governatore Luca Zaia. I ricoverati sono 2.300 (2.022 area non critica e 278 in terapia intensiva), 53 i morti dai ieri.

Piemonte

In Piemonte sono 944 i contagi. Il rapporto con i 22841 tamponi processati (di cui 14851 antigenici) è del 4,1%, la quota di asintomatici pari al 38,2%. I morti sono 38 (2 relativi a oggi). I ricoverati in terapia intensiva sono 150 (-1 rispetto a ieri), negli altri reparti 2163 (-31). Le persone in isolamento domiciliare sono 10.207, i guariti +853, gli attualmente positivi 12.520.

Toscana

I nuovi casi in Toscana sono 594 su 17.000 test di cui 10.028 tamponi molecolari e 6.972 test rapidi, con un tasso di nuovi positivi del 3,49%. Lo ha reso noto Eugenio Giani, presidente della Regione, sulla sua pagina Facebook. Il numero dei nuovi positivi è lievemente più basso rispetto a ieri (erano 620), a fronte di un numero più alto di test (erano 16.117): il tasso di nuovi positivi dunque scende (era del 3,85%). Sono invece 7.345 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui l'8,1% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 9.002, +3,8% rispetto a ieri. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 759 (13 in meno rispetto a ieri, meno 1,7%), 100 in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri). Oggi si registrano 26 nuovi decessi.

Alto Adige

Sono tre i decessi (862 in totale) per Covid nelle ultime 24 ore in Alto Adige. I laboratori dell'Azienda sanitaria, comunica una nota, hanno effettuato 2526 tamponi molecolari individuando 317 nuovi casi positivi. Altri 273 positivi sono invece emersi in seguito ai 5011 test antigenici rapidi. Per quanto riguarda le ospedalizzazioni sono 219 i pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri, 153 quelli in strutture private convenzionate e 30 i ricoveri in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 13.351 persone e altre 17 sono in isolamento nella struttura di Colle Isarco.

Friuli Venezia Giulia

In Friuli Venezia Giulia su 6.817 tamponi molecolari sono stati rilevati 393 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,76%. Sono inoltre 2.616 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 164 casi (6,27%). I decessi registrati sono 16, ai quali si aggiungono due avvenuti il 13 e il 18 gennaio 2021. I pazienti ricoverati nelle terapie intensive sono 59 e quelli in altri reparti 605 (619).

Marche

Nelle Marche sono stati individuati, nelle ultime 24 ore, 371 nuovi contagi, il 25,4% rispetto ai 1.458 tamponi processati all'interno del percorso per le nuove diagnosi; il giorno precedente, i positivi erano stati 429, il 24% dei 1.788 test effettuati. Il totale dei positivi dall'inizio della crisi pandemica è salito così a 54.660. I nuovi positivi sono stati 92 in provincia di Macerata, 60 in provincia di Ancona, 111 in quella di Pesaro-Urbino, 52 nel Fermano, 44 nel Piceno e 12 fuori regione. Questi casi comprendono 47 soggetti sintomatici.

Abruzzo

In crescita i dati n Abruzzo: sono 343 i nuovi casi accertati nelle ultime ore. Sono emersi dall'analisi di 3.848 tamponi molecolari: è risultato positivo l'8,91% dei campioni, percentuale più alta da venti giorni. Il dato scende al 6,4% considerando anche i test antigenici (+1.505). Sette i decessi recenti, che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.453. In lieve calo i ricoveri. Gli attualmente positivi sono 10.068 (+2 rispetto a ieri): 389 pazienti (-10) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 40 (invariato, al netto di decessi, dimissioni e 4 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 9.639 (+12) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 30.538 (+332).

Liguria

In Liguria si registrano ulteriori 25 decessi. Otto di questi sono relativi al 2020. In ospedale ci sono 655 ricoverati, numero invariato da ieri: di questi, 64 sono in terapia intensiva. I nuovi contagi sono 338; sono stati effettuati 4.318 tamponi molecolari nelle ultime 24 ore, 813.393 da inizio emergenza. Effettuati in un giorno anche 2.961 tamponi antigenici rapidi, 35.673 dal 14 gennaio scorso. Dei 77.540 vaccini consegnati, ne sono stati somministrati 56.025, ovvero il 72%.

Umbria

Altri dieci ricoverati Covid in più, ora 402, negli ospedali dell'Umbria, 53 dei quali, uno in meno, in terapia intensiva. Nell'ultimo giorno sono stati accertati 335 nuovi positivi, 154 guariti, e 7 morti. Gli attualmente positivi sono ora 5.477, 174 in più di ieri. Processati 3.938 tamponi e 2.980 test antigenici, con un tasso di positività totale che scende sotto al 5 per cento, 4,82 per la precisione.

Trentino

Un decesso nelle ultime 24 ore in Trentino, si tratta di un uomo con più di 80 anni. I nuovi ingressi negli ospedali sono 15 e 18 le dimissioni. I pazienti Covid risultano pertanto essere 221 (4 in meno rispetto a ieri) con 34 persone ancora in rianimazione. I nuovi positivi al molecolare sono 75 (su 2.319 tamponi analizzati), mentre all'antigenico sono state rinvenute tracce del contagio in 232 soggetti (su 1.243 rapidi notificati all'Azienda sanitaria).

Sardegna

In Sardegna sono stati rilevati 257 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 574.708 tamponi di cui 9.722 antigenici rapidi, per un incremento complessivo di 5.473 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l'Isola un tasso di positività del 4,6%. Si registrano 7 decessi (976 in tutto). Sono invece 453 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-12 rispetto al dato di ieri), mentre sono 40 (-3) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.594. I guariti sono complessivamente 20.726 (+514), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 352.

Calabria

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 484.853 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 512.266 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 32.329 (+253 rispetto a ieri), quelle negative 452.524. Si registra 1 ricoverato in più, -1 terapie intensive, +299 guariti/dimessi e altri 3 decessi.