Controlli di polizia a Milano (Ansa)
Controlli di polizia a Milano (Ansa)

Roma, 10 marzo 2020 – Tutti a casa per cercare di contenere la diffusione del Coronavirus. Ma la Lombardia, che resta la regione più colpita, pensa a misure ancora più drastiche. Intanto è morto oggi il consigliere comunale di Piacenza Nelio Pavesi della Lega. Il politico, 68 anni, era ricoverato da qualche giorno in ospedale per coronavirus. 

Gli ultimi numeri diffusi oggi dalla Protezione civile parlano di 8.514 positivi, 529 in più rispetto a ieri e 168 decessi. I guariti sono stati 280. Intanto arriva una buona notizia sul fronte della ricerca: entro la fine di marzo sarà pronto un nuovo test per rilevare la positività al Covid-19 più rapidamente, entro 60 minuti. 

La richiesta della Lombardia: chiudiamo tutto

"Forse è arrivato anche il momento di inasprire ancora di più misure", ha detto l'assessore della Regione Lombardia al Welfare, Giulio Gallera, in collegamento con Agorà, su Rai. "Chiudere per 15 giorni interamente almeno la Lombardia può servire a ridurre o bloccare diffusione del virus, lo dicono gli esperti. Perché noi - ha aggiunto - altri 15 o 20 giorni con una crescita così forsennata delle persone nei pronto soccorso e nelle terapie intensive non li reggiamo, non li regge la Lombardia e non li regge l'Italia". Una richiesta ribadita anche dal governatore Attilio Fontana. "Se dipendesse da me - ha spiegato in un'intervista a SkyTg24 - chiuderei tutte attività commerciali (ad eccezione di alimentari e farmacie) e sospenderei il trasporto pubblico locale. Bisogna evitare che la gente stia insieme e si contagi reciprocamente. Questo è l'unico mezzo che ci consente di bloccare lo sviluppo del Coronavirus".

Armani chiude negozi e hotel a Milano

image

Borrelli: richieste da vagliare

Il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, in conferenza stampa ha risposto che le richieste della Lombardia andranno "vagliate, considerate e valutate. Non ho elementi da fornire su questa richiesta, vedremo nei prossimi giorni".

Conte: non escluse misure più restrittive 

 All'incontro di Palazzo Chigi con le opposizioni il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, "non ha escluso affatto la possibilità di adottare misure più restrittive, ove necessarie". Lo hanno sottolineato fonti di Palazzo Chigi, che hanno un virgolettato testuale del premier: "Vi assicuro che il Governo continuerà a rimanere disponibile e risoluto, come sin qui ha sempre fatto, ad adottare tutte le misure necessarie a contrastare con il massimo rigore la diffusione del contagio e ad aggiornare queste misure costantemente".

Chiusa Fontana di Trevi

Dalla giornata di oggi la Piazza e la Basilica di San Pietro restano chiuse alle visite guidate e ai turisti. Chiusa anche l'accesso alla Fontana di Trevi.

I nuovi contagi

Un magistrato del tribunale di una sezione Civile di Napoli è risultata positiva al coronavirus. Sarebbe stata in contatto con una persona che aveva contratto il virus nel nord Italia. Tutta la sezione al momento è stata messa in quarantena. E sempre nel capoluogo campano si registra la morte di una donna di 84 anni, ricoverata all'ospedale di Nola. L'anziana avrebbe contratto attraverso il figlio, rientrato nei giorni scorsi da Milano. L'anziana e' arrivata l'altro ieri all'ospedale di Nola, con gravi problemi respiratori, che sono poi peggiorati fino a causare il decesso. I reparti dell'ospedale nolano dove è transitati l'anziana sono stati chiusi e sottoposti a sanificazione. E si registra la vittima numero 13 nelle Marche, dove i positivi sono saliti a 394. Sei nuovi casi anche in Abruzzo, mentre in Umbria sono saliti a 37. Secondo decesso poi in Friuli, un 89enne ricoverato a Pordenone.

Partecipano a corteo funebre: 48 denunciati 

Primi provvedimenti dopo il decreto che ha dichiarato intera zona rossa l'Italia. A Porto Empedocle (Agrigento) 48 persone che partecipavano, a piedi, a un corteo funebre vietato dalle nuove misure anti contagio sono state denunciate. Adesso nei loro confronti sarà aperto un procedimento penale presso la procura della Repubblica di Agrigento per un reato per il quale, sottolinea l'Arma di Agrigento, è previsto l'arresto fino a 3 mesi. 

Aiuti dalla Cina: oltre 2 milioni di mascherine

E Pechino è disposta a inviare 100mila mascherine di massima tecnologia e 20mila tute protettive all'Italia, oltre che 50 mila tamponi per effettuare nuovi test. È quanto si apprende al termine del colloquio telefonico tra il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il suo omologo Wang Yi, che ha assicurato che in queste ore da parte del governo cinese è stata data chiara indicazione alle loro aziende di esportare 2 milioni di mascherine mediche ordinarie all'Italia per l'emergenza coronavirus.

Ue: "Sostegno all'Italia"

Intanto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha chiamato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte "per esprimere il mio sostegno al popolo italiano". Lo ha fatto sapere la stessa von der Leyen su Twitter. "Questa mattina abbiamo lavorato alla risposta della Commissione al coronavirus in vista della teleconferenza del Consiglio europeo di questo pomeriggio - scrive -ho chiamato anche Giuseppe Conte per esprimere il mio sostegno al popolo italiano. Domani ci 'video-incontreremo'e discuteremo delle misure nazionali e del sostegno dell'UE", aggiunge.  

 La mappa live del contagio