Il sindaco di Genova Marco Bucci, il presidente della regione Liguria Giovanni Toti (Ansa
Il sindaco di Genova Marco Bucci, il presidente della regione Liguria Giovanni Toti (Ansa

Genova, 23 settembre 2020 - A Genova si corre ai ripari contro una possibile nuova ondata di Coronavirus: in centro sarà obbligatorio portare la mascherina anche all'aperto e per tutto il giorno.

 FOCUS / Bollettino Italia: 1640 casi e 20 morti

"Abbiamo la presenza di un potenziale cluster nel centro storico quindi per salvaguardare la salute di chi ci vive e quella di tutta la città abbiamo deciso di prendere determinate misure precauzionali: estenderemo l'uso della mascherina, all'aperto, 24 ore su 24, indipendentemente dalla distanza interpersonale, in un'area del centro storico", hanno annunciato il sindaco Marco Bucci e il presidente della Regione Giovanni Toti dopo i nuovi casi di covid tracciati a Genova, 63 nelle ultime 24 ore.

Dal provvedimento saranno esclusi i runner. Previste sanzioni fino alla chiusura dei locali del centro storico che non rispettano l'obbligo di mascherina tra i propri clienti. "Il cluster del centro storico continua ad alimentare il ricovero di pazienti negli ospedali soprattutto verso il Galliera" commenta Toti". "Vogliamo stroncare il potenziale cluster sul nascere", sottolinea Bucci.

E su Facebook il governatore sottolinea: "Ho appena firmato 2 ordinanze, una per garantire il distanziamento nel centro storico di Genova a seguito dell`aumento dei casi di Covid e per prorogare le misure sulla Spezia, l`altra per le manifestazioni sportive di Serie A".

Le due ordinanze di Toti

L`obbligo di mascherina "non è previsto per le consumazioni al tavolo e nei dehors, ma vale nelle seguenti vie: via Marinai d`Italia, Via Fanti d`Italia, Via Andrea Doria, Via Balbi, Piazza della Nunziata, Via Paolo Emilio Bensa, Largo Zecca, Via Cairoli, Piazza Della Meridiana, Piazza Fontane Marose, Via Garibaldi, Via XXV Aprile, Piazza Matteotti, Via di Porta Soprana, Via del Colle, Via Ravasco, Via Madre di Dio".  
Inoltre "sono prorogate fino a domenica alle 24 di domenica 27 settembre tutte le misure che erano già state assunte per il territorio cittadino della Spezia e Provincia". 
La seconda ordinanza firmata da Toti riguarda le manifestazioni sportive: "Come d`accordo con il governo e in via sperimentale, è previsto l`ingresso fino a 1.000 persone per le partite di serie A, a cominciare da subito, dalla prossima di campionato".