Il decreto firmato da Conte che 'isola' la Lombardia e altre 14 province
Il decreto firmato da Conte che 'isola' la Lombardia e altre 14 province

Milano, 8 marzo 2020 - Il premier Giuseppe Conte, lamentando la fuga di notizie di ieri sera, ha firmato nella notte il decreto che di fatto 'chiude' per coronavirus tutta la Lombardia e 14 province di Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Marche. Un provvedimento che limita le possibilità di movimento nelle zone più colpite dal Coronavirus anche se - spiega - non è un 'divieto assoluto', nel senso che sarà possibile muoversi per lavoro, emergenze e motivi di salute. Ma la polizia potrà fermare i cittadini e chiedere loro perché si stiano spostando nei territori più a rischio. La notizia ha comprensibilmente allarmato la popolazione, tanto che già ieri sera in molti hanno lasciato Milano in treno, diretti al Sud dalla stazione Garibaldi. 

Del resto la situazione è grave, come testimoniano i dati diffusi ieri da Borrelli: 5.061 contagi e 233 i morti, 36 in più. Sono 567 i malati ricoverati in terapia intensiva per coronavirus, di questi 359 sono in Lombardia, che ha avuto un incremento in un giorno di 50 casi. Sono invece 2651 i malati con sintomi ricoverati e 1843 quelli in isolamento domiciliare. Tra i nuovi provvedimenti annunciati il trasferimento, dagli ospedali della Lombardia, a quelli di altre regioni, di malati in terapia intensiva per malattie diverse dal contagio da coronavirus.

Ma ecco il testo in Pdf del decreto, scaricabile da tutti: