Sono morti durante un’escursione di scialpinismo in val Senales, l’ex presidente della banca Raiffeisen altoatesina, Michael Grüner, 65 anni, e sua moglie Monika Gamper, di 52 anni. Il noto avvocato bolzanino era originario della val Senales e ha diretto la Raiffeisen Landesbank per 23 anni, fino allo scorso giugno, quando è subentrato come nuovo presidente Hanspeter Felder. Grüner era uno scialpinista molto esperto, che da giovane aveva scalato anche sulle montagne dell’Himalaya. Ieri pensava di trovarsi davanti una neve perfetta, come raramente si trova in questo...

Sono morti durante un’escursione di scialpinismo in val Senales, l’ex presidente della banca Raiffeisen altoatesina, Michael Grüner, 65 anni, e sua moglie Monika Gamper, di 52 anni.

Il noto avvocato bolzanino era originario della val Senales e ha diretto la Raiffeisen Landesbank per 23 anni, fino allo scorso giugno, quando è subentrato come nuovo presidente Hanspeter Felder. Grüner era uno scialpinista molto esperto, che da giovane aveva scalato anche sulle montagne dell’Himalaya.

Ieri pensava di trovarsi davanti una neve perfetta, come raramente si trova in questo periodo dell’anno, e ha pensato di concedersi qualche giorno di riposo unito alla voglia di una boccata d’aria sulle montagne della cresta di confine.

I coniugi si trovavano in valle e avevano deciso di intraprendere una gita con le pelli di foca, come spesso avevano fatto. Il pericolo valanghe in gran parte dell’Alto Adige, dopo le nevicate di questi giorni, è marcato (grado 3 di 5). Nulla di proibitivo per uno scialpinista esperto come Grüner.

Ma ieri qualcosa è andato storto nella valutazione del pendio sul Monte Croce, forse a causa della nebbia.

Non sono serviti neppure gli strumenti di segnalazione antivalanga che le due vittime, come giusta precauzione, portavano con sè, come sempre quando decidevano per una sciata fuori pista.

Verso le 13.40 una slavina si è staccata a quota 2.500 metri, travolgendo la coppia. L’allarme è stato lanciato da altri scialpinisti, che un pò prima avevano notato l’uomo e la donna e dopo la valanga non li hanno più visti. I soccorsi sono stati resi particolarmente difficili proprio a causa della nebbia.

Da Bressanone si è messo in volo il "Pelikan 2", mentre dalla vicina Austria è partito un altro elicottero. Ma i due velicoli solo dopo vari tentativi sono riusciti a portare in quota gli uomini del soccorso alpino di Senales, mentre trascorrevano minuti preziosi.

Grazie all’Arva i due scialpinisti sono stati localizzati sotto la neve e liberati, ma per Michael Grüner non c’era più nulla da fare. Senza esito è rimasto anche un lungo tentativo di rianimazione della moglie.

Ai soccoritori non è rimasto altro che trasportare le salme alla camera mortuaria di Naturno. La coppia lascia una figlia di 18 anni. La notizia della tragedia si è diffusa velocemente in val Senales e a Bolzano, dove i due erano molto conosciuti. Monika Gamper era originaria di Cermes, in val Venosta, e lavorava nel settore delle comunicazioni. Michael Grüner era nato a Merano, ma originario della val Senales.

Le tappe più importanti della sua vita professionale si sono svolte però a Bolzano. Era infatti socio di un noto studio legale e per 23 anni era stato presidente delle casse rurali altoatesine, Raiffeisen Landesbank. Grüner era anche noto nel mondo dell’alpinismo e dello sci. Le montagne erano la sua grande passione nel poco tempo libero che gli restava.