Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
22 apr 2022

Conti lascia, i renziani perdono pezzi Ma Iv tira dritto: noi autonomi dal Pd

La sindaca di San Lazzaro non rinnova la tessera perché delusa della svolta al centro. La replica di Rosato: "Alle prossime comunali prevalgono le alleanze con il centrosinistra"

22 apr 2022
ettore maria colombo
Cronaca
Isabella Conti, 40 anni, riceve un mazzo di fiori da Matteo Renzi, 47 anni, in occasione del suo compleanno
Isabella Conti, 40 anni, riceve un mazzo di fiori da Matteo Renzi, 47 anni, in occasione del suo compleanno
Isabella Conti, 40 anni, riceve un mazzo di fiori da Matteo Renzi, 47 anni, in occasione del suo compleanno
Isabella Conti, 40 anni, riceve un mazzo di fiori da Matteo Renzi, 47 anni, in occasione del suo compleanno
Isabella Conti, 40 anni, riceve un mazzo di fiori da Matteo Renzi, 47 anni, in occasione del suo compleanno
Isabella Conti, 40 anni, riceve un mazzo di fiori da Matteo Renzi, 47 anni, in occasione del suo compleanno

di Ettore Maria Colombo "Chi, evidentemente, pensava che Iv fosse solo una corrente del Pd organizzata all’esterno si sbagliava di grosso. Siamo un partito autonomo". Il commento di Ettore Rosato, coordinatore nazionale di Iv e numero due nel partito fondato da Matteo Renzi, sul fatto che Isabella Conti, sindaco di San Lazzaro di Savena, cittadina alle porte di Bologna e, fino a ieri, pasionaria renziana (si candidò alle primarie a sindaco di Bologna come indipendente sostenuta da Iv), ha stracciato la tessera, è lapidario. La Conti se ne va da Iv per una questione di "identità", con chiaro riferimento alla scelta di Iv di “abbracciare“ il centrodestra o “non“ scegliere. Ma dal quartier generale di Iv, dove è proprio Rosato a tessere e a tenere il quadro e il conto delle alleanze nelle città, fanno un ragionamento opposto: "Alle prossime comunali prevalgono le alleanze con il centrosinistra e quelle autonome con altre forze centriste e moderate. Non è affatto vero che Iv va a destra". C’è pur sempre il caso Genova. Iv appoggia in modo aperto la ricandidatura di Marco Bucci, campione del centrodestra. Una scelta fortemente voluta dalla renziana ligure, Raffaella Paita, e condivisa dai vertici nazionali. "A Genova c’è il peggior centrosinistra di sempre. Radicale. Chiuso. Dogmatico. Neppure ci volevano. Bucci invece ha fatto scelte coraggiose e, alcune, persino di sinistra, dall’urbanistica alle case popolari", è il commento di Rosato. Iv non presenterà il simbolo, per evitare l’effetto di vederlo vicino a quelli di Lega e Fd’I (il che fa già storcere il naso alla Lega), ma i candidati renziani ci saranno. E il resto dell’Italia al voto (950 i comuni, di cui 26 i capoluoghi di provincia)? Alcune scelte, quelle di unità con il centrosinistra, sono state fatte, senza scossoni. A Padova, Iv appoggia il sindaco uscente, Sergio ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?