Conte e il candidato Gaetano Manfredi
Conte e il candidato Gaetano Manfredi
Giuseppe Conte sceglie Roma e Napoli per le manifestazioni di chiusura della campagna elettorale per le amministrative. Una decisione, quella del presidente M5s, che mette in evidenza gli obiettivi della sua leadership. Napoli è la città in cui l’alleanza con il Pd darà – stando alle aspettative – i suoi...

Giuseppe Conte sceglie Roma e Napoli per le manifestazioni di chiusura della campagna elettorale per le amministrative. Una decisione, quella del presidente M5s, che mette in evidenza gli obiettivi della sua leadership. Napoli è la città in cui l’alleanza con il Pd darà – stando alle aspettative – i suoi frutti migliori. È lì infatti che i due partiti corrono con un candidato comune, l’ex ministro Gaetano Manfredi, ed è lì che i 5s porteranno all’alleanza un bel mucchio di voti. Per Conte il voto sarà "un passaggio significativo per il futuro di Napoli e anche in prospettiva nazionale", mentre per il ministro degli Esteri Luigi Di Maio "Napoli può prendersi il suo riscatto e lunedì sera voltare pagina".

A Roma, invece, gli alleati corrono al primo turno con due candidati in contrapposizione: la sindaca 5s uscente Virginia Raggi e l’ex ministro dem Roberto Gualtieri. È il prezzo che l’alleanza ha messo in conto per tenere unite le diverse anime di un Movimento in cui Virginia Raggi ha un ruolo di grande rilievo, tanto più che Beppe Grillo la sostiene "con qualsiasi risultato", ha dichiarato il fondatore in collegamento con la piazza di Roma, promettendo che "se perdi non sparirai".

Per il momento, Conte evita di dare indicazioni per i ballottaggi laddove non dovesse uscire un vincitore al primo turno. Comunque, il presidente 5s sottolinea che "con il Pd c’è una sana concorrenza. Ciascuno offre ai cittadini la sua proposta". E dunque "affronto questo passaggio con molta serenità e tranquillità", conclude Conte.

red. pol.