Oltre 100mila contagi da Covid 19 sul lavoro e 366 morti, ma il numero dovrebbe aumentare ancora dato che

la seconda ondata dell’epidemia appare più violenta della prima: tra febbraio e novembre – si legge sul Bollettino dell’Inail – sono arrivate 104.328 denunce di infortunio sul lavoro a seguito di Covid-19, un dato pari al 20,9% delle denunce di infortunio complessive. La categoria professionale più colpita è quella dei tecnici della salute, col 38,6% delle infezioni denunciate, circa l’82% delle quali relative

a infermieri.