Chi propone le leggi in Europa? Quattro italiani su cinque non lo sanno. E la politica estera europea? Oltre il 70% degli italiani non sa di chi sia la competenza. Il Consiglio europeo? Sconosciuto per sette italiani su 10, mentre la gran parte degli elettori leghisti non conosce le competenze della Bce. Questi alcuni dati che...

Chi propone le leggi in Europa? Quattro italiani su cinque non lo sanno. E la politica estera europea? Oltre il 70% degli italiani non sa di chi sia la competenza. Il Consiglio europeo? Sconosciuto per sette italiani su 10, mentre la gran parte degli elettori leghisti non conosce le competenze della Bce. Questi alcuni dati che emergono dal sondaggio Quorum You Trend commissionato dalla delegazione italiana del gruppo S&D del parlamento europeo. La ricerca è stata condotta con metodo Cati su un campione di 2.018 casi. Il Parlamento europeo (nella foto il presidente David Sassoli) è l’istituzione più conosciuta (67,2%), seguito a grandissima distanza dal Consiglio dell’Ue (8,9%) e dalla Commissione (8,7%). Solo poche persone (6,9%) conosce bene le caratteristiche dei tre organismi e i più preparati risultano essere gli elettori di Verdi, Fdi, M5s e Pd. Solo il 17,3% degli intervistati, poi, dice di conoscere la differenza tra Consiglio europeo e Consiglio dell’Unione europea.

Dal sondaggio emerge anche che sono i più giovani, gli italiani fra i 18 ai 24 anni, quelli che conoscono meglio le istituzioni europee. "È evidente che serva molto più impegno da parte delle istituzioni per far comprendere ai cittadini il concreto funzionamento dell`Unione", commenta il capodelegazione Brando Benifei. "I cittadini – aggiunge Pina Picierno, vicecapodelegazione – chiedono di utilizzare le risorse europee prima di tutto per migliorare la sanità, sostenere le attività produttive ed investire in scuola e formazione. Sono priorità che vanno nella direzione di una nuova società più coesa ed inclusiva, che con NextGenerationEU siamo pronti a costruire".