Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
9 feb 2021

Coniugi Bolzano: un'ombra sul fondo dell'Adige. "Forse il corpo di Peter Neumair"

La coppia è scomparsa lo scorso 4 gennaio, il cadavere di Laura Perselli è stato rinvenuto sabato. Del duplice omicidio è accusato il figlio Benno

9 feb 2021
I vigili del fuoco durante le ricerche di Laura Perselli e del  marito Peter Neumair Bolzano 6 febbraio 2021 ANSA/ VIGILI DEL FUOCO
Il punto dove è stato trovato il corpo della Perselli e, nel riquadro, la coppia scomparsa
I vigili del fuoco durante le ricerche di Laura Perselli e del  marito Peter Neumair Bolzano 6 febbraio 2021 ANSA/ VIGILI DEL FUOCO
Il punto dove è stato trovato il corpo della Perselli e, nel riquadro, la coppia scomparsa

Bolzano, 9 febbraio 2021 - È stata un'ombra, individuata dall'ecoscandaglio, ad attirare l'attenzione dei vigili del fuoco. E quell'ombra potrebbe scrivere un altro tragico capitolo, chissà se definitivo, nel giallo della coppia scomparsa a Bolzano. Ancora nessuna conferma dagli inquirenti, ma un corpo sarebbe stato individuato sul fondo del fiume Adige. Potrebbe appartenere ai coniugi Peter Neumair, 63enne insegnante in pensione e marito di Laura Perselli e padre di Benno Neumair. In serata per il buio i sommozzatori hanno sospeso le ricerche nell'Adige, che riprenderanno domani. 

Ma c'è la netta sensazione che quell'ombra possa rivelarsi un cadavere. L'hanno indviduata le squadre di soccorso all'altezza di Lamburg, nella zona di Vadena, a sud di Bolzano. Un'area non lontana da Ora e, soprattutto, dal tratto del fiume compreso tra San Floriano e Laghetti di Egna, dove sabato scorso è stato rinvenuto il corpo di Laura Perselli.

I coniugi di Bolzano sono scomparsi lo scorso 4 gennaio dalla loro abitazione in via Castel Flavon 22. Di Laura e Peter non si hanno avuto più notizie fino a sabato, quando il cadavere della Perselli è stato rinvenuto dopo oltre un mese di ricerche serrate. L'autopsia è prevista nei prossimi giorni dall'anatomopatologo Dario Raniero e servirà per stabilire le esatte cause della morte.

Accusato del duplice omicidio e occultamento di cadavere è il figlio Benno, in custodia cautelare in carcere dallo scorso 28 gennaio. E' attesa la decisione del tribunale del riesame che si deve esprimere sulla richiesta della difesa di annullare l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Benno. Quando sabato è stato trovato il corpo della madre, l'avvocato ha detto che Benno è scoppiato in lacrime in cella. "Mia mamma non c'è più", avrebbe detto. 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?