Deborah Compagnoni e Alessandro Benetton
Deborah Compagnoni e Alessandro Benetton

Matrimonio al capolinea per la campionessa di sci Deborah Compagnoni. La 50enne icona della valanga rosa degli anni ’90 si è separata dall’imprenditore Alessandro Benetton. La coppia, che si era conosciuta proprio sulle piste innevate, è rimasta legata per 22 anni, tredici quelli di matrimonio. Tre i figli nati dall’unione: Agnese, 20 anni, Tobias 17, e Luce, 14. La crisi sarebbe esplosa all’inizio del lockdown di marzo. Di recente il 56enne Benetton era stato immortalato in un servizio su un noto settimanale di gossip in compagnia dei figli, ma senza la moglie.

A dare per primo la notizia della rottura era stato il sito Dagospia. Per la verità le voci di una crisi fra i due circolavano da anni, ma ogni volta erano state smentite dalla coppia. L’imprenditore è presidente della Fondazione Cortina 2021 e ha il compito di organizzare i Campionati mondiali di Sci alpino, in agenda nella conca ampezzana.

Alessandro Benetton

Oltre alla presidenza della Fondazione Cortina 2021, Alessandro Benetton ricopre cariche di rilievo in diverse grandi aziende.  È consigliere d'amministrazione di Edizione e di Autogrill. Fa parte della giunta di Confindustria e dell'Advisory Committee di Robert Bosch Internationale Beteiligungen AG di Zurigo. Dall'aprile 2012 al maggio 2014 è stato presidente di Benetton Group.

Deborah Compagnoni

Icona dello sci azzurro degli anni '90, Deborah Compagnoni è entrata nella leggenda per aver vinto, prima atleta nella storia, una medaglia d'oro in tre edizioni diverse dei Giochi Olimpici Invernali. Trionfò nel Super G di Albertville nel 1992, prima dell'infortunio al ginocchio nella gara successiva con le urla in diretta tv che fecero il giro del mondo. Non ebbe rivali a Lillehammer due anni dopo (le Olimpiadi furono disputate a due anni di distanza per 'sfasarle' con quelle estive), questa volta in gigante. E ancora tra i pali larghi dominò a Nagano nel 1998, mettendosi al collo anche un argento in slalom speciale. Campionessa del mondo di gigante a Sierra Nevada e Sestriere, dove vinse anche lo slalom, ha concluso la sua carriera di sciatrice nel 1999 a 29 anni. Ha all'attivo 44 podi in Coppa del Mondo, di cui 16 vittorie.