4 gen 2022

Colle, la gara inizia il 24 gennaio. Partiti al palo: nessuno dà le carte

Il centrodestra rinvia l’ennesimo vertice, i 5 Stelle per il Mattarella bis. E Draghi non parlerà della candidatura

ettore maria colombo
Cronaca
Il pentastellato Roberto Fico, 47 anni, presidente della Camera dei deputati
Il pentastellato Roberto Fico, 47 anni, presidente della Camera dei deputati

La sola cosa certa, nella gara per il Colle, è che oggi il presidente della Camera, Roberto Fico, invierà alle Regioni la lettera con la data del primo voto per il nuovo inquilino del Quirinale. L’inizio delle operazioni, calendario alla mano, sarà il 24 gennaio. Per il resto, tutti navigano a vista, cioè nella nebbia. La strategia del centrodestra l’ha detta Berlusconi. È lui, infatti, che ha deciso che bisogna aspettare la riunione dei ‘grandi elettori’ del Pd e poi tenere il (decisivo) vertice: programmato il 10 gennaio, è stato rinviato. "Inutile – ha spiegato Gianni Letta – vedersi prima e dire che il nostro candidato è Berlusconi. Loro, a stretto giro, ci boccerebbero la proposta. Facciamo fare a loro la prima mossa", la chiosa. Intanto, Berlusconi continua la sua caccia ai voti in pancia al gruppo Misto ("Sono già cento"), ma l’unica certezza è la strategia di base: votare scheda bianca nei primi tre scrutini, quando serve la maggioranza qualificata, e iniziare a farsi votare dal 4° scrutinio, quando basta quella assoluta (505 voti). Berlusconi sa che il suo avversario più temibile è uno solo – Draghi – e spiega a tutti che, con lui al Colle, la legislatura non cadrebbe (falso) e, anche, che se Draghi lasciasse Palazzo Chigi, "Forza Italia un minuto dopo uscirebbe dal governo" (possibile). Meloni, che resta muta, e Salvini, che ieri ha attaccato Letta perché "mette veti e perde tempo" mentre "la Lega lavora per fare veloce e perché tutti siano coinvolti", poco ci credono, ma – costretti a fare buon viso al gioco – garantiscano al Cavaliere "piena lealtà" su di lui. La contro-manovra di Letta, e del Pd, è lanciare la corsa di Draghi nell’assise del 13 gennaio. Più contorto il come arrivarci. Serve un patto blindato che comporti, nello stesso ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?