Con 208 voti a favore il Senato della Repubblica ha detto sì alla cittadinanza italiana per Patrick Zaki, il giovane egiziano, ricercatore dell’Università di Bologna, detenuto senza processo da 14 mesi in una prigione in Egitto. Nessun contrario, 33 gli astenuti fra cui i senatori di Fratelli d’Italia. L’impegno del governo con questa votazione prevede diverse azioni, oltre alla cittadinanza, per sollecitare la liberazione del ragazzo, compreso quantoprevisti dalla Convenzione dell’Onu contro la tortura.