Ciro Grillo, figlio di Beppe, accusato di stupro di gruppo su una 19enne
Ciro Grillo, figlio di Beppe, accusato di stupro di gruppo su una 19enne

Tempio Pausania, 8 luglio 2021 - Domani inizia l'udienza preliminare per Ciro Grillo, figlio del fondatore del M5s, Beppe Grillo, e i suoi tre amici, accusati della presunta violenza sessuale di gruppo su due ragazze a Porto Cervo. Dopo i processi sui media e sui social, dopo le interviste, approfondimenti e i videomessaggi di papà, ora sarà il gup di Tempio Pausania, Caterina Interlandi, a decidere se mandare a processo Ciro Grillo, Francesco Corsiglia, Edoardo Capitta e Vittorio Lauria, per le accuse mosse da una ragazza italo-norvegese di 19 anni e dalla sua amica, per il presunto stupro la notte del 17 luglio 2019 in Sardegna. 

I quattro amici si sono sempre dichiarati innocenti, secondo quanto riferito dai legali i loro assistiti sostengono che la italo-norvegese era consenziente di quanto successo quella sera dopo aver conosciuto Grillo e i suoi amici nella discoteca Billionaire. "Un gioco ma poi siamo andati un po' più in là...", avrebbe detto il figlio del comico nell'ultimo interrogatorio.  Mentre la versione della ragazza sarebbe diversa: agli inquirenti ha riferito di essere stata costretta a bere vodka e violentata prima da Corsiglia, poi in un secondo momento anche dagli altri tre avrebbero partecipato allo stupro di gruppo. 
 
I giovani genovesi sono anche accusati di violenza sessuale nei confronti della seconda ragazza per delle foto oscene scattate mentre lei dormiva. Tutti i video e le foto della serata a casa di Beppe Grillo in Sardegna sono agli atti: per l'accusa sono una prova dell'abuso, per la difesa invece  testimonierebbero l'innocenza degli imputati. Agli atti anche i tanti messaggi in chat fra gli amici genovesi e quelli fra le due ragazze. E l'avvocata Giulia Bongiorno, legale della 19enne italo norvegese, ha allegato agli atti interviste, servizi televisivi, notizie e dichiarazioni apparse sui quotidiani in questi ultimi mesi, compreso l'audio di una telefonata di Vittorio Lauria, mandato in onda su LA7. Come c'è il video di Beppe Grillo che ha difeso pubblicamente il figlio.

Secondo i legali degli imputati, cioè Enrico Grillo, Sandro Vaccaro, Gennaro Velle, Romano Raimondo, Ernesto Monteverde e Mariano Mameli, domani ci sarà un'udienza interlocutoria. "Si costituiranno le parti e si farà una calendarizzazione delle altre udienze. Non decideremo domani un eventuale rito abbreviato o l'eventuale risarcimento alla seconda ragazza".