7 mag 2022

Cinghiali, topi, cornacchie: perché proliferano. Che cosa li attira e come difendersi

Lo zoologo: ecco cosa hanno in comune queste specie. I piani di contenimento e gli appelli vip

rita bartolomei
Cronaca
featured image
Anche i topi come i cinghiali sono attirati dai rifiuti

Roma, 7 maggio 2022 - Cinghiali ma anche topi e cornacchie. Animali spazzini anzi eclettici. Si nutrono dei nostri rifiuti e proliferano quando lasciamo tracce troppo evidenti. Dall’emergenza delle città e dal caso di Roma - con le famigliole di cinghiali che scorrazzano liberamente e ormai aggrediscono i passanti - all’allarme per la peste suina. Questi animali si sono presi spazi e libertà che prima ci eravamo illusi non avessero. Ma come affrontare le emergenze? Perché se i livelli di allarme sono diversi, si parte comunque dallo stesso problema, quello dei rifiuti. Ecco le risposte dello zoologo Luca Lapini. Cinghiali, la mamma del 14enne aggredito: "Voleva fare il pugile, non muove la mano" Cinghiali a Roma e peste suina, i cacciatori: ecco perché s'infettano. Il rischio rifiuti Cinghiali a Roma, "io aggredita, ho rischiato di morire. Oggi ho paura a uscire di casa" Quali sono le soluzioni possibili? Lo zoologo non ha dubbi: rendere le nostre città più pulite e ordinate è il primo rimedio per mettere un freno all’invasione di topi, cornacchie e anche gabbiani. Mentre per i cinghiali l’unica soluzione è una corretta gestione faunistica che coinvolga necessariamente i cacciatori. Con la consapevolezza che parliamo comunque di una lotta impari in abbondanza di coltivi, frutteti e piazzole ecologiche poco controllate. Cinghiali, Roma vara la stretta: la mappa dei divieti. Il punto sulla peste suina Cinghiali, topi, cornacchie: quali punti in comune? Queste specie, spiega Lapini, hanno una caratteristica in comune, sono estremamente adattabili, le possiamo quindi definire eclettiche. Poi lo zoologo fa un esempio paradossale ma di questi tempi non così lontano dai nostri pensieri o per meglio dire incubi. In caso di esplosione nucleare catastrofica, immagina, stiamo sicuri che questi animali sopravviverebbero al genere umano. Loro, insiste, non avranno mai un problema. casomai il problema è il nostro. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?