Roma, 19 giugno 2019 - Un'altra aggressione a Trastevere ha preso di mira i ragazzi del Cinema America. La scorsa notte ignoti hanno aggredito, nelle zone adiacenti all'Arena estiva del cinema vicino piazza San Cosimato, l'ex fidanzata del presidente dell'associazione "Piccolo America" Valerio Carocci. Lo rende noto la Questura di Roma che fa sapere di avere attivato adeguate misure di vigilanza in tutta l'area interessata dagli eventi dell'associazione "Piccolo America", tese ad assicurare che le attività culturali e ricreative si svolgano in assoluta serenità.

Sulla vicenda indaga la Digos impegnata, con i carabinieri, nelle indagini sull'altra aggressione avvenuta sabato ai danni di quattro giovani che indossavano la maglia del Cinema. 

"Noi andiamo avanti" 

"Non spegneremo mai i nostri proiettori, andiamo avanti!", promettono via twitter i ragazzi del Piccolo Cinema America. La programmazione dunque prosegue come sempre.

Le reazioni della politica

"Oggi un'altra aggressione ai ragazzi del Cinema America. A una donna, 'colpevole' solo di indossare una maglietta. È assurdo. Aspettiamo l'esito delle indagini ma, a prescindere dal caso in sé, ogni forma di violenza fisica o verbale va condannata senza esitazioni". Ha scritto in un tweet il vicepremier e ministro, Luigi Di Maio. Anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi ha condannato l'accaduto: "Prima 4 ragazzi "colpevoli" solo di indossare una maglietta, ora anche una ragazza. Che vigliacchi. Gli episodi di violenza che, come ha accertato la Digos, sono collegati a militanti di CasaPound sono vergognosi e non verranno mai tollerati in questa citta'. Vicini al Cinema America". 

image