Almeno 25 morti nella provincia centrale dell’Henan, di cui 12 solo nella metropolitana del capoluogo Zhengzhou. La Cina è alle prese con delle spaventose piogge torrenziali. Una bomba d’acqua mai registrata prima, anzi la ‘tempesta del millennio’ come è stata ribattezzata, che ha fatto cadere in poco più di 24 ore oltre 640,8 mm di pioggia, che è il totale delle precipitazioni registrate in media nell’intero anno. Mihe Township, nella città di Gongyi, amministrata da Zhengzhou, è tra le aree più colpite ed è quella dove si temono numerosi dispersi. Nell’intera provincia gli evacuati sono circa 300mila. Uno scenario drammatico che ha visto la mobilitazione di oltre 6.000 vigili del fuoco e migliaia di militari e volontari. Il presidente Xi Jinping ha definito "estremamente gravi" le inondazioni e ha chiesto alle autorità a tutti i livelli di dare la massima priorità alla sicurezza della vita delle persone e ai loro beni, attuando "con attenzione e rigore le misure di prevenzione delle inondazioni e di soccorso in caso di calamità". Xi ha ammesso che "la situazione è estremamente grave".